Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


martedì 29 novembre 2011

Promozione Creattiva Professional

Leave a Comment
 
Vi piacciono i prodotti professionali da parruchciere? Con creattiva è possibile acquistarli e riceverli a casa vostra, offrendoci un succosa promozione

Funziona così:

- registrandosi sul portale e-commerce www.creattivaprofessional.com  e scrivendo accanto al proprio nome la parola “PROMO BLOG” potrete ricevere subito un regalo – valido fino al 15 dicembre 2011.

- acquistando almeno 3 prodotti a scelta tra le numerose referenze presenti sul portale, avrete diritto al 20% di sconto.  Per usufruire di questa promozione basterà scrivere “PROMO BLOG” nel campo “note” del modulo di acquisto – valido fino al 6 gennaio 2012.

Può essere un idea regalo interessante per natale, non trovate? Ho visto una linea una nuova linea all'olio di argan che sembra davvero interessante....

A presto ^_^
Continua...


Trucco blu notte e argento

6 comments
Questo è stato uno dei trucchi che ho realizzato in questi giorni per testare i prodotti che mi erano stati inviati da StockMakeUp. L'ho provato prima sfumandolo con del celeste, poi ho realizzato uno smockey con il punto luce centrale bianco, simile ad uno che già ho postato sul mio blog (potete vederlo qui), mentre quello che ho fatto venerdì sera mi è sembrato un attimino più originale (anche se non più di tanto u.u)  e ho deciso di dedicarci il post di oggi. In pratica è molto semplice, gli unici due prodotti degni di nota fra quelli che ho utilizzato sono l'ombretto in polvere della Cinecittà Make up, e l'argento della palette Cargo. Dopo aver applcato il primer, con una matita bianca ho tracciato una riga bella spessa che si allunga verso l'alto, mentre sul resto della palpebra ho usato l'ombretto blu: Bagnato sulla palpebra e asciutto nella piega, per realizzare una sfumatura più dolce e graduale. Infine li dove ho tracciato la riga bianca ho applicato l'ombretto argento metallizzato per dare un effetto di luce, mentre per accentuare questa forma ad "onda" alla base delle ciglia ho applicato anche dell'eyeliner nero, ma sottile sottile.    
Per concludere ho usato un blush color pesca e un rossetto nude dai riflessi dorati leggermente shimmer, cioè il Tanarama di Mac. Trovo che questo trucco allunga moltissimo l'occhio, infatti lo consiglio a tutte quelle che come me hanno gli occhi grandi ma un pò tondi e sporgenti: il colore scuro schiaccia un pò la palpebra, mentre la riga chiara ad onda da un vago effetto di occhi a mandorla. Invece credo non sia adatto a tutte coloro che hanno la palpebra piccola o coperta dalla plica, in quanto questo trucco necessita di parecchio spazio per fare la stratificazione di eyeliner, riga chiara e ombretto scuro.
Voi cosa ne pensate, vi piace l'effetto doppio eyeliner?
Continua...

sabato 26 novembre 2011

Cacharel, Anais Anais Eau de Parfum

5 comments
Ho comprato questo profumo spinta da un ricordo della mia infanzia: da bambina guardavo con un pizzico d'invidia una cugina più grande che si faceva bella per uscire, per me il momento magico era quando spruzzava il suo Anais Anais e io rimanevo incantata da questa morbida nuvola di profumo, tanto che mia mamma mi procurò dei campionicini che io spruzzavo sulle mie bambole. Eh si, già da bambina ero appassionata di profumi ^_^

Un immagine pubblicitaria degli anni 80: basta da sola ad evocare il carattere poetico e romantico di questa fragranza, vagamente retrò

Ho colto l'occasione per comprarlo quando qualche mese fa ho visto una carinissima edizione da Borsetta, un 25 ml in una bottiglina bianca con le righe rosa al costo di 18€, e così ho riscoperto il mio antico amore per questo profumo, tanto che ormai la mia confezione da borsetta è terminata e ho comprato il flacone da 50ml.
Il packaging è un pò insolito per essere un profumo, somiglia più ad un deodorante, ma ciò lo rende estremamente comodo e pratico anche da portare in viaggio. Periodicamente viene lanciata un edizione speciale, con una boccetta in vetro e pompetta in tessuto, spero di riuscire ad averne uno quanto prima!
Uno degli elementi di fascino di questo profumo è il fatto che continua ad essere il più venduto dei Cacharel dal 1978 fino ad oggi.
Lo spot di Anais Anais del 1988
 
Uno spot più recente

Lo spot con Kate Moss

La fragranza è molto strutturata, per questo lo ritengo un profumo di quelli "complessi", che non basta un'annusata dal talloncino per scoprirlo a pieno. Fondamentalmente è una vera e propria bomba floerale, così stratificata che a primo impatto ne sono rimasta disorientata, quando lo spruzzi è come sentire una grande orchestra dove però ogni strumentista suona per conto suo, insomma sembra un forte caos! Poi però magicamente si allenta, si addolcisce, e nell'arco di 5 minuti sulla pelle rilascia una ad una le sue tenere note floreali, che finalmente si aromizzano l'una con l'altra, e la sensazione è davvero meravigliosa! Sembra di far parte di un giardino fiorito inondato dal sole, e tutto questo riesce a toccare le corde sensibili del mio animo, a suscitare in me i ricordi del passato, i miei sogni per il futuro....magari a voi tutto ciò sembrerà una romanticheria, ma questo profumo è proprio così, letteralmente ROMANTICO, al punto da riuscire a sottolineare i momenti della mia vita e farne poesia. Insomma un vero capolavoro di profumo, che è ormai da oltre 30 anni un classico intramontabile.
La fragranza risulta perciò carica di contrasti che la rendono decisamente particolare e affascinante: è molto intensa e persistente, per questo si adatta benissimo all'inverno e nella sua classicità si rende ideale per le donne mature, ma è anche dolce, fresco, tenero, delicato, e ha la proprietà di addolcirsi ulteriormente a seconda del calore della pelle, per questo può essere usato anche d'estate e si addice anche alle giovanissime.
Io di solito lo spruzzo sempre nei capelli, sul collo e sui polsi e lo abbino sempre ad una crema corpo floreale, alla rosa o al narciso, così mi sento fresca tutto il giorno e mi aiuta a rapportarmi meglio con le persone, specie quando si suda e fa tanto caldo.

Consigliatissimo a tutte, anche se ripeto che è un profumo che va provato perchè ad annusarlo dal flacone o dal talloncino vi sembrerà forte e basta. Se dovete fare un regalo forse è più indicato per una donna dai 20 anni in su, in quanto essendo molto strutturato è probabile che un'adolescente preferisca fragranze più vivaci e più immediate da apprezzare.
Il prezzo si aggira intorno alle 47€ per il 50 ml, ed è possibile reperirlo in tutte le profumerie. 
Ecco la mia tabella valutativa:

TIPOLOGIA: strutturata - fiorita
NOTE DI TESTA: bergamotto, gardenia, giacinto, caprifoglio
NOTE DI CUORE: giglio, mughetto, rosa, ylang-ylang, gelsomino
NOTE DI FONDO : legno di cedro, sandalo, ambra, muschio di quercia
PERSISTENZA:   Alta
DA INDOSSARE….: in qualsiasi occasione
ETA’ CONSIGLIATA: dai 16 anni in su
PACKAGING DA UNO A CINQUE: 3
PREZZO:  dai 47€ per il flacone da 50 ml a salire.
IL MIO VOTO DA 1 A 10:                9

Spero il post vi sia piaciuto, a presto ^_^
Continua...

venerdì 25 novembre 2011

Prodotti Cinecittà ricevuti da StockMakeUp: prime impressioni

10 comments
StockMakeUp è un negozio on line che vende per l'italia prodotti di make up poco reperibili a prezzi scontati, le marche disponibili sono Cinecittà Make up, Kryolan, Zoeva e Neve Cosmetics, ma presto saranno disponibili anche delle altre. Ci sono un sacco di prodotti molto interessanti, perchè non farsi un bel regalo per natale? Fino a marzo è inoltre disponibile uno sconto del 10% utilizando il codice PROMODIECI.
Dateci un occhiata, e ditemi se non è pieno di tentazioni ^_^
L'azienda mi ha spedito dei prodotti di Cinecittà Make up da provare per voi. La mia non si tratta di una vera e propria recensione in quanto ho avuto solo 3 giorni di tempo per provarli, però credo possano essere utili le mie prime impressioni al riguardo.

I prodotti che ho ricevuto sono una matita waterproof nella tonalità 601, un blu notte scurissimo, e l'ombretto in polvere numero 76 blu notte. Cominciamo dalla matita
Si chiama matita indelebile, in quanto waterproof, e come ho accennato prima dovrebbe essere di un blu notte, poichè sul sito così appare ed effettivamente la fascetta all'estremità (che di solito è indicativa del colore) è di colore blu. Tuttavia a me a primo impatto, in una situazione di luce diffusa (come nella foto), è sembrata nera, solo sotto la luce diretta del sole si nota una lieve sfumatura blu. Il tratto è molto intenso, scrive bene sia sulla palpebra sia nella riga interna, e si capisce subito che si tratta di un prodotto waterproof: dopo qualche istante dalla applicazione il tratto si asciuga e si indurisce, infatti se avete intenzione di sfumarla va fatto subito e in velocità, altrimenti dopo non sarà più possibile. Per quanto riguarda la tenuta direi che è superlativa, indelebile di nome e di fatto: resiste alle lacrime e non sbiadisce neppure se vi strofinate gli occhi, davvero notevole! Certo bisognerà vedere con il calore estivo, ma promette bene. Spesso le adolescenti che mi contattano si lamentano del fatto che la maggior parte delle matite occhi non reggono le ore scolastiche, così tornano a casa con due occhi da panda, credo che questa matita per loro sia l'ideale: resiste bene e a lungo e ha un prezzo democratico, solo 6.40€
Purtroppo io avendo gli occhi molto delicati evito i prodotti waterproof che mi costringuno ad uno "struccaggio" più approfondito, inoltre mi da fastidio la sensazione di pesantezza tipica di questo genere di prodotti, quindi mi sa che la userò solo nelle occasioni in cui rischio di commuovermi, ma per le amanti genere direi che questa matita sembra buona, vi aggiornerò in seguito nel caso dovessi notare qualche difetto.
L'ombretto in polvere è di un blu bellissimo e particolare, ricorda davvero un cielo notturno. La polvere è sottilissima e impalpabile, aderisce bene al pennello senza svolazzare via. Questa caratteristica mi piace molto perchè permette di fare sfumature molto leggere e raffinate, mentre alcuni ombretti della stessa tipologia, come quelli Kiko ad esempio, hanno una texture troppo grossa e glitterata che non permette di realizzare sfumature delicate. 
Ho constatato dunque che l'effetto è ottimo anche usando l'ombretto da asciutto, tuttavia, come vedete dalla foto, bagnandolo il colore non solo risulta molto più intenso ma acquisice anche un bellissimo effetto metallico. La tecnica migliore per utilizzarlo, secondo me, è fare una passata bagnata sulla palpebra mobile e una asciutta nella piega dell'occhio, in modo da rendere dolce e graduale la sfumatura verso l'arcata. Per quanto riguarda la durata, come per la maggior parte degli ombretti in polvere va usato un ottimo primer come base: ho usato questo ombretto mercoledì pomeriggio per un trucco veloce senza primer quando il pacco mi era stato appena consegnato, e dopo meno di due ore la palpebra era visibilmente scolorita., quindi è un ombretto non adatto a chi è già in ritardo e vuole fare un trucco veloce. Ho riutilizzato il prodotto usando il primer  e pressandolo bene sulla base con un pennello a setole fitte e la tenuta è stata tutt'altra: l'ho messo alle sei del pomeriggio e a mezza notte, quando sono andata a struccarmi, era ancora quasi intatto. Solitamente non amo usare gli ombretti come eyeliner, ma per chi ha l'abitudine di farlo posso attestare che con questo ombretto è possibile tracciare una bella riga precisa bagnando il pennello con un medium, ma anche in questo caso va messa prima una buona base altrimenti la riga sbiadirà molto presto.
Pure per gli ombretti il prezzo si mantiene abbastanza basso, 8€ per una jar bella grossa, credo siano circa 4 grammi di prodotto (ma non ne sono sicura). La gamma dei colori è davvero ampia e spero che StockMakeUp aggiunga anche degli swatch nel sito, in modo che sarà più semplice scegliere i colori.
Quindi che dire, sono prodotti abbastanza buoni e sbirciando sul sito ho visto che c'è una gamma davvero molto ampia e interessante, anche se non posso ritenermi al 100% soddisfatta a causa della scarsa tenuta dell'ombetto e del fatto che la matita risulta nera anzichè blu. Quindi direi promossi ma con riserva.
Questo è il trucco che ho realizzato oggi, utilizzando l'ombretto Cinecittà per la palpebra mobile e la matita nella riga interna e lungo il bordo delle ciglia inferiori.
Spero l'articolo possa esservi utile, a presto ^_^
Continua...

martedì 22 novembre 2011

Trucco Blu, Oro e Borgogna

21 comments
Si avvicina il Natale e i negozi sono già pieni di decori! Ho voluto fare qualcosa di scintillante anche con il make up, utilizzando un punto luce dorato su base blu e una vaga sfumatura di borgogna.
I colori usati sono tutti presi dalla 88 colori shimmer di Zoeva, tranne l'oro che appartiene alla palette Cargo di cui vi ho già parlato, mentre la matita è la Double Glam blu di Kiko n°7
Per realizzarlo ho fatto una base scura sulla mia palpebra (io ho usato una matita blu notte ma va bene anche nera) poi con un ombretto borgogna ho fatto la sfumatura nell'angolo esterno, nella piega ho applicato un ombretto blu scuro e nell'angolino interno ho applicato un celeste glicine. Tutto ciò va fatto lasciando però libera la zona centrale della palpera, sulla quale ho applicato a piccoli tocchi un ombretto color oro.

Dato che il look è abbastanza vistoso ho applicato sulle guance un velo di blush su rosa e come rossetto l'Almost Lipstick di Clinique. Non è di certo un look per il giorno, ma penso che il sabato sera o nelle cene natalizie che verranno questo trucco sarà perfetto, a mio avviso dà particolare risalto agli occhi azzurri ma è prefetto anche su chi li ha marrone scuro, di quelli che alla luce rivelano riflessi ambrati.
A presto ^_^
Continua...

martedì 15 novembre 2011

Pupa Golden Casinò, eyeliner rosso.

21 comments
Ero curiosissima di questa nuova collezione Pupa, e appena l'ho vista mi sono subito comprata l'oggetto che mi interessava di più, ovvero l'eyeliner rosso.

E' il classico eyeliner con la punta in feltro,  la consistenza è molto liquida ma si stende bene e in maniera anche abbastanza uniforme, fare linee molto sottili è quasi impossibile, ma credo che quando si usa un colore così particolare si preferisce metterlo in mostra con una bella riga evidente. Anche la durata l'ho trovata ottima, non è propriamente un waterproof ma tiene tutto il giorno tranquillamente. Il colore visto dalle foto sembra un rosso porpora, in realtà sembra leggermente diverso a seconda della luce e spesso sembra puntare più al magenta e al fucsia.

Il mio è stato un primo trucco di prova, quindi come vedete dalle foto ho fatto qualcosa di molto semplice giusto per vedere l'effetto. Mi è piaciuto moltissimo perchè pur essendo un colore stravagante il risultato è davvero chic e nelle sere natalizie sarà meravigliosamente glamour. Ho intenzione di provare l'abbinamento con un ombretto oro intenso e gloss rosso sulle labbra, secondo me sarebbe perfetto quello proprosto sempre nella stessa collezione, che è un rosso pigmentatissimo e scintillante, me ne sono innamorata e spero di comprarlo quanto prima *_________*

Invece le altre cose, almeno a prima vista, non mi hanno convinta: gli ombretti sono troppo glitterati, e in colori dozzinali, i rossetti sono sheer a da colori così brillanti mi aspettavo più coprenza, gli ombretti in stick mi danno l'idea di essere poco scriventi e poco resistenti. Gli smalti sono carini ma niente di speciale. 
Voi avete già provato questa collezione? come usereste un eyelienr rosso?
A presto ^_^

Continua...


Trucco viola melenzana

13 comments
Il trucco di oggi è una sorta di smokey eyes leggero, in quanto al posto del classico nero ho usato un color melenzana, sfumandolo con del rosa ciclamino e un bianco rosato come punto luce. Questo make up va bene soprattutto per la sera ma in qualche occasione elegante anche per il giorno, in quanto il color melenzana non ha lo stesso effetto drammatico del nero e da un tocco di colore pur restando molto sobrio.
Ho utilizzato come colore base un ombretto color malva preso dalla palette Zoeva 96 colori, sfumandolo su tutta la palpebra mobile fino quasi a toccare l'arcata sopraccigliare. Ho poi scurito l'angolo esterno dell'occhio con un ombretto grigio che tende al viola, cioè il numero 434 di Inglot, in modo da risultare man mano più chiaro verso l'angolo interno, sfumandolo con l'ombretto malva sottostante. Come punto luce ho usato un bianco perlato dai riflessi rosati della palette numero 4 della collezione Chalet Kiko. Nella riga interna ho usato del Kajal nero tamponandolo con l'ombretto viola che ho usato sulla palpebra.
Siccome era venerdì sera e stavo per uscire ho voluto rendere il trucco un pò più forte aggiungendo un rossetto fucsia/ciclamino che è il Luscious Cream di Kiko n° 515 e un blush sul prugna che è sempre di Kiko, collezione Chalet. In alternativa, se si trattava di un trucco pomeridiano, avrei scelto un blush sul rosa antico e per le labbra un gloss sheer dai riflessi rosa pallido. E' un abbinamento di colori ottimo per chi vuole evidenziare gli occhi verdi, in quanto il viola fa contrasto pur senza risultare vistoso o sgargiante. Tuttavia questa teoria dei colori complementari su di me non sembra funzionare, io ho gli occhi verde oliva e quando mi trucco di viola l'iride non sembra più verde, solitamente accade questo qaundo invece uso un ombretto blu....ma insomma è una regola che funziona solo in teoria o anche nella pratica? Io ho ancora dei dubbi....voi cosa ne pensate?
A presto ^_^
Continua...

martedì 8 novembre 2011

Elie Saab, Le Parfum

5 comments
Uno dei profumi lanciati questo autunno è il primo dello stilista libanese Eliee Saab, creatore di un immagine femminile leggiadra e romantica. «Amo le “donne donne”, quelle che fanno volteggiare i loro abiti con tanto desiderio e orgoglio - racconta lo stilista - Sin dalla mia infanzia, studio il loro modo di vestirsi. Da sempre, voglio esaudire i loro desideri, sublimando le loro curve». Difatti questo profumo evoca sotto il piano olfattivo proprio questa immagine di donna, «E’ una fragranza che esprime una femminilità raggiante e che raccoglie la dualità del mio universo: luce d’oriente e modernità d’occidente»

Le note di testa sono quelle del fiore d'arancio, che da una sterzata di fresca e mediterranea vitalità alla fragranza e si stemperano nelle note del gelsomino e del Patchouli, che infine confluiscono nelle note di fondo del cedro e del miele che da un tocco di dolcezza.

Mi sono innamorata di questo profumo immediatamente, ho fatto dei campioncini ma li ho finiti e adesso sono in preda alla malinconia!  Come già saprete io non amo le fragranze orientali, e credo che se avessi letto prima le note di questo profumo mi sarei fatta un certo pregiudizio al riguardo: Il Patchouli unito al cedro e al gelsomino mi ricordano il Jasmin Noir di Bulgari, profumo che non mi è piaciuto in quanto troppo caldo e speziato. Invece a mio avviso quello che prevale di questa fragranza è una fresca e radiosa ventata floreale, l'odore del gelsomino non è speziato come accade nella maggioranza dei profumi orientali, ma lo si avverte nella sua verde purezza, come quando si stacca un fiorellino dalla pianta e lo si sfrega fra le dita. Si avverte anche il sentore agrumato, ma tutto è addolcito dal fondo di miele, che riscalda la fragranza giusto quel pò che la renda delicata e non pungente. Invece il Patchouli non lo avverto affatto, si perde del tutto fra le note fiorite di questo profumo.

Insomma ha un odore lindo e pulito come un giardino di maggio, inoltre per me ha un valore affettivo particolare perchè mi ricorda quando da bambina passavo tanto tempo a giocare fra i gelsomini di mio nonno, sarà anche per questo che a me da una sensazione di benessere e di tranquillità. Ma in fondo è proprio questo lo scopo dello stilista, cioè quello di creare una fragranza gioiosa e "Luminosa": la modella della campagna pubblicitaria volteggia in un vestito rosa e leggero come un petalo, sembra una ninfa delle fiabe che si cala nel grigiore della metropoli contemporanea brillando di luce propria.
Anche la boccetta evoca questo bisogno di luce, ed è infatti trasparente e sfaccettata come un prisma di cristallo, un vero gioiello!

Ecco la mia scheda personale del profumo:
TIPOLOGIA: delicata - fiorita
NOTE DI TESTA: fiore d'arancio
NOTE DI CUORE: gelsomino, Patchouli
NOTE DI FONDO : miele, legno di cedro
PERSISTENZA:   Media
DA INDOSSARE….: in qualsiasi occasione, ma meglio in quelle eleganti
ETA’ CONSIGLIATA: dai 16 anni in su
PACKAGING DA UNO A CINQUE: 5
PREZZO:  dai 47€ per il flacone da 30 ml a salire.
IL MIO VOTO DA 1 A 10:                9


Trovo che sia un profumo adatto a tutte le età, essendo una fragranza delicata lo si puà indossare sia di sera che di mattina anche se si abbina meglio ad un abbigliamento classico elegante. Bastano un paio di spruzzi per lasciare una bella scia, dalla persistenza buona ma non altissima. Beh, ormai l'avete capito, è un profumo che mi fa sognare! Lo consiglio a tutte e anzi lo accetto volentieri nel caso qualcuna di voi desideri regalarmelo per natale :P
A presto ^_^
Continua...

sabato 5 novembre 2011

Trucco Verde - Arancione

15 comments
Questo è un look che ho creato qualche giorno fa, in quanto mi andava di fare qualcosa di colorato ma che al tempo stesso si ispirasse ai toni dell'autunno: il verde bottiglia e l'arancio ricordano il foglie cadute dagli alberi, che io da bambina sciocca che sono mi diverto a schiacciarle per sentirle "scrocchiare" :-)
Insomma quel tocco di colore che dà un pò di brio al grigiore di queste giornate piovose, ma senza stonare o risultare eccessivo.

Ho utilizzato un verde scuro della Inglot (il numero 418) applicandolo su metà palpebra mobile e l'ho sfumato nella piega mescolandolo con un marroncino ramato (Chopper di Urban Decay), poi ho illuminato l'angolino interno con un arancio dai riflessi dorati molto shimmer (dalla Palette 04 Daring Fire Hue della collezione Chalet Kiko). L'eyeliner è il liquido di Sephora e il mascara è il Mascara Infinito di Collistar.
Sul resto del viso mi sono mantenuta molto naturale: blush leggero color terra (Ladyblush di Mac) e un gloss sull'arancio (AMC 545 di Inglot, che io vi sconsiglio perchè si nota poco e non dura nulla), che purtroppo alla luce del flash quasi non si vedono -.-''.

Dovete perdonare le occhiaie e la faccia cadaverica, ma sono un pò raffreddata e non ho una bella cera. Tra l'altro questi colori non mi stanno nemmeno benissimo: il verde bottiglia e l'ambra riprendono troppo i colori del mio iride e per questo non mi illumina lo sguardo. Penso che invece questo abbinamento stia benissimo sugli occhi marrone scuro, o forse anche su quelli azzurri, sicuramente lo sconsiglio a tutte quelle che hanno gli occhi verde melma come i miei u.u
A presto ^_^
Continua...

venerdì 4 novembre 2011

Olio Indiano Kaloderma

17 comments

Dopo averlo cercato a lungo ho finalmente acquistato L'Olio Indiano Kaloderma. Non che ne avessi un reale bisogno, ma ho visto così tante entusiastiche recensioni che ormai ero troppo curiosa di provarlo.
Per chi non lo sa già, spiego rapidamente di cosa si tratta: è un olio detergente nato per pulire a fondo la pelle del viso, specie quella grassa o mista, eliminandone le impurità come gli odiati punti neri. Voi direte ma come, un olio sulla pelle grassa? Questo prodotto parte dal concetto che con i simili si curano i simili, e dunque è molto più semplice sciogliere i comedoni con un olio piuttosto con prodotti di natura opposta, inoltre si ritiene che lavando il viso con i saponi si priva la pelle della sua untuosità naturale, stimolandola a produrre ancora più sebo. Dunque l'olio indiano promette di eliminare le impurità favorendo l'equilibrio debaceo della pelle, attraverso tre principi attivi: L'olio di Mandorle dolci, L'olio di Rosmarino e L'olio di Macadamia.


Io l'ho usato così: dopo essermi struccata sciacquo il viso con abbondante acqua calda per dilatare i pori, poi prendo due gocce di olio indiano e lo massaggio su tutto il viso. Dopo aver unto il viso per benino prendo un dischetto di cotone (anch'esso leggermente unto d'olio) e lo passo sul viso applicando una leggera pressione lì dove la mia pelle è più impura. Nonostante mi ero già struccata alla fine il mio dischetto mostrava un grosso alone grigio, ad indicare il fatto che la mia pelle era ancora sporca di trucco, smog e polveri che si accumulano sul viso durante il giorno. Ho eliminato i residui di untuosità sciacquandomi con acqua tiepida.

Tuttavia la doti miracolose di quest'olio io non le ho viste. I punti neri son rimasti lì dov'erano, e nemmeno mia sorella che ha molte impurità sul viso ha notato un miglioramento utilizzando quest'olio. A suo vantaggio c'è da dire che si sciacqua facilmente e pur essendo un olio è poco corposo ed e facile eliminarne i residui dal viso, per questo è indicato anche per le pelli grasse. Inoltre va evidenziato l'inci di tutto rispetto, a parte un pallino giallo degli ultimi due ingredienti della lista (Limonene e Linalool), gli altri sono tutti bollati con il doppio verde.

L'inci dell'olio indiano.

A suo svantaggio va detto però che i punti neri non si muovono di un millimetro, non risultano nemmeno attenuati, l'alone grigio sul dischetto è solo un residuo di polveri, smog, trucco e abbronzatura, non è dovuto ai punti neri. Inoltre a me lascia la pelle un pò secca, infatti ho dovuto subito rimediare con una bella dose di crema idratante, ma forse su chi ha la pelle grassa l'effetto sarà migliore. Infine un difetto per me notevole: quest'olio ha un odore terribilmente sgradevole, si sente forte e pungente l'aroma del rosmarino e ciò mi fa sentire un pollo arrosto -.-''

Quindi non mi è piaciuto, non lo ricomprerò perchè spendere 6€ per un olio che promette di togliere i punti neri e poi non lo fa mi sembra sprecato, se il suo scopo è semplicemente quello di purificare il viso preferisco usare la mia pappa di limone e bicarbonato: non puzza, non devo girare tutta la città per averla e soprattutto funziona bene senza costarmi praticamente nulla. Siccome non è mia abitudine buttare via i prodotti continuerò ad usarlo per togliere i residui di un fondotinta a lunga tenuta o per purificare la mia pelle dopo aver passato una giornata fra la polvere e lo smog. 

Qualcuna di voi lo usa, come vi siete trovate?
Continua...

mercoledì 2 novembre 2011

Inglot, la mia nuova palette.

15 comments

Mi ritrovo spesso a passare dei weekend a Roma, e da quando Inglot è sbarcata alla Coin di San Giovanni non posso fare a meno di comprare degli ombretti, è più forte di me!
Purtroppo erano un pò a corto di rifornimenti e molte delle cialdine che mi interessavano erano esaurite, così mi sono accontentata di una palettina da tre colori.
Da sinistra a destra: 413, 418, 434
413: è un azzurrino dai riflessi verdi perlato. Io lo trovo molto carino perchè è una di quelle tinte che pur dando alle palpebre un tocco di colore rimane molto sobrio e sta bene a tutte e in qualsiasi occasione. L'ho preso per due motivi, principalmente per abbinarlo ad un verde petrolio opaco che ho comprato sempre da inglot (il 338, questo qui), poi perchè mi è sembrato simile allo Shuttered di Urban Decay (che si trova nella mia Ammo Palette). Mi pare che il 413 sia più pigmentato dello Shuttered, ma forse quest'ultimo ha dei riflessi più cangianti e luminosi....insomma non so qual'è meglio dei due, vi farò sapere :)

418: si tratta di un verde foresta medio-scuro perlato. Anche questo l'ho comprato dopo essermi innamorata del Mildew della mia Ammo Palette di Urban Decay. Anche in questo caso l'ombretto Inglot risulta più coprente e pigmentato, ma la mia impressione è che gli ombretti Urban Decay abbiano un gioco di riflessi più interessanti. E' un colore perfetto per l'autunno e secondo me sta benissimo sugli occhi nocciola.

434: questo fra i tre è il colore più particolare: un grigio scuro dai riflessi borgogna., peccato solo che non sono riuscita a fare una foto che rendesse bene l'idea. Questo colore mi colpì molto già quando comprai la mia prima palette e mi trovai pentita di non averlo preso, perciò ho subito rimediato. Immagino di realizzarci uno smokey eyes abbinandolo ad un bianco perlato, o ad un bel rosa antico.

Ecco gli Swatches
Da sinistra a destra: 413, 418, 434
Il prezzo di questi ombretti è davvero vantaggioso, 
solo 6€ a cialda. La mia intenzione è quella di procurarmi una Z palette e collezionarli singolarmente risparmiando il costo della palette Inglot (che tra l'altro trovo un pò scomoda). Trovo che la qualità sia molto buona soprattutto per i colori mat, che sono pigmentatissimi e setosi, belli anche i perlati anche se sarebbe carino vedere qualche riflesso cangiante in più, mente quelli glitterati non mi piacciono. Per quanto riguarda le tinte mat secondo me la qualità di Ingolt è addirittura superiore a quella Mac, in quanto ha una scelta più vasta e la scrivenza l'ho trovata superiore, mentre per quanto riguarda le tinte perlate pur essendo tutte molto belle preferisco la Mac che offre anche delle tinte duochrome. Inoltre a mio avviso la gamma dei rosa va ampliata, le amanti di questo colore rimarranno probabilmente deluse dalla collezione Inglot.

A parte gli ombretti ho provato anche un gloss che però non mi ha entusiasmata, ho come l'impressione che da Inglot solo gli ombretti siano eccellenti....voi cosa ne pensate, avete comprato qualcosa?
A presto ^_^


Continua...