Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


sabato 30 giugno 2012

Review: Shampoo Ultra Dolce Garnier alla mandorla e fiori di loto

12 comments
Ammetto di non essere un'ambientalista, ritengo che acquistare prodotti ecobio sia dispendioso e complesso nella reperibilità, inoltre in passato non ho avuto esperienzee entusiasmanti con questo generedi prodotti perciò parto scettica. Quando però ho visto questo Ultra Dolce di Garnier (che di solito sono di qualità soddisfacente) ho deciso di dargli una chance. Si tratta di uno shampoo alla mandorla dolce e fiori di loto che contiene ingredienti al 95% biodegradabili, privi di parabeni e siliconi, che secondo le appassionate dei prodotti bio sarebbero responsabili della cute troppo grassa. Ha il classico packaging degli altri ultra dolce, la bottiglietta è bianca opaca con il disegno di un fiore di loto e ha un teppo verde smeraldo. E' uno shampoo indicato per tutta la famiglia, quindi per tutte le tipologie di capelli, ma questo shampoo naturale è davvero migliore di quelli con la formulazione classica?
Questo è l'inci:
 La mia esperienza con questo shampoo è stata abbastanza deludente, me ne sono accorta usandolo di volta in volta. Innanzitutto il profumo non è di quelli che preferisco, si sente la mandorla ma è troppo dolce e rimane persistente sui capelli, ovviamente per chi ama questo genere di profumazione è un vantaggio ma per me non lo è stato. La consistenza dello shampoo non è molto densa ma abbastanza fluida e di colore trasparente, a contatto con l'acqua genere abbastanza schiuma e la sensazione sulle dita è quella di setosa morbidezza, inoltre si sciacqua molto velocemente senza lasciare residui. Quindi fin qui, profumo a parte, tutto bene.
Una volta asciugati però mi rendo conto che i capelli sono un pò elettrizzati, segno che lo shampoo pur chiamandosi ultra dolce in realtà è abbastanza aggressivo a causa dell'alta concentrazioni di tensioattivi.
Facendo la messa in piega man mano i capelli si disciplinano, quindi è andata comunque meno peggio di quello che sembrava ma il vero problema di questo prodotto si è rivelato dopo un giorno: i miei capelli erano già unti. E' vero che già di natura ho i capelli grassi, ma ritrovarmeli sporchi dopo meno di 24 ore è veramente eccessivo. Inizialmente o pensato che non fosse colpa dello shampoo ma dell'intensa sudorazione di questi giorni, dato che qui ha fatto molto caldo, quindi ho continuato ad utilizzaro fino a metà boccetta, quando ho deciso provare il mio classico shampoo siliconico. Ebbene, nonostante il forte caldo e il sudore, con il mio vecchio shampoo i miei capelli hanno retto decisamnte più a lungo (circa 2 giorni e mezzo, che per me è una bella differenza).
Quindi io ne deduco che non lavi a sufficienza e così non va affatto bene, usarlo significa dover lavare i capelli ogni giorno.

Quindi non posso consigliarlo perchè non lava bene, dover lavare i capelli più spesso è un grande svantaggio perchè le punte si sfibrano, credo che avere una pulizia profonda sia un elemento basilare per chiunque. Magari può tornare utile a coloro che hanno la cute particolarmente secca, ma è solo un'ipotesi. Inoltre nemmeno l'Inci riesce ad essere un punto di forza visto che è carico di tensioattivi e mi sembra un controsenso parlare di ambientalismo mentre Garnier testa sugli animali, quindi nemmeno le appassionate di Ecobio dovrebbero prendere in considerazione questo shampoo.
Io penso che un Inci vada considerato nel suo insieme e sono un pò stanca di chi demonizza i prodotti per qualche traccia di silicone o di paraffina, c'è troppo allarmismo in giro.

Voi lo avete provato?

Commenta con Facebook:

12 commenti :

  1. Indovina chi l'ha trovato in offerta al Conad e ne ha comprato non una non due non tre ma CINQUE confezioni? *punta il dito verso Madreh* XD

    RispondiElimina
  2. @Chiara, ma l'avevi provato prima? XDDD

    Comunque questo shampoo è stato criticato anche da paladine dell'ecobio proprio per la quantità di tensioattivi. io mi ci trovo bene, ma non ne ho sentito parlare in termini buoni.

    RispondiElimina
  3. @chiara ti capisco anche mia mamma fa lo stesso

    @takiko: ma a te non ti si sporcano prima quando lo usi?

    RispondiElimina
  4. L'ho provato mesi fa e non mi ha dato risultati peggiori del Pamolive che nel mio caso è proprio il peggiore.
    Con questo non dico neanche che sia buono.
    Ho notato alcune pecche elencate da te, come la presenza di troppi tensioattivi.
    Per quanto riguarda la valutazione dell'INCI in parte mi trovo daccordo con il tuo pensiero.
    Ognuno di noi legge gli ingredienti valutandoli in modo soggettivo e lo stesso discorso si può fare sui test.
    Conosco persone che trovano indispensabili i test sugli animali ed altre che scelgono aziende che assicurano anche l'assenza dei test sui singoli ingredienti utilizzati per le formulazioni e non solo sul prodotto finito...le variabili sono tante...troppe...

    RispondiElimina
  5. non ho provato questo shampoo però considera che passare da uno shampoo siliconico ad uno abbastanza bio può creare certi inconvenienti. credo che i tuoi capelli, in quanto grassi, abbiano sentito la mancanza dello strato protettivo che in genere da il silicone, producendo ancora più sebo ( capelli sporchi dopo mezz'ora).. purtroppo per i capelli lunghi è così, il passaggio è lungo e richiede tempo e pazienza...

    RispondiElimina
  6. Anche io non mi sono trovata bene con questo shampoo, i miei capelli non erano affatto morbidi ma crespi, annodati e anche più secchi! Per quanto mi riguarda, torno ai miei siliconi..!

    RispondiElimina
  7. Da quando son passata agli shapoo bio questi della Garnier mi mancano tantissimo

    RispondiElimina
  8. Ahimè devo darti ragione, anche io ho avuto il tuo stesso problema,solo che io ero passata dal BIG della Lush a questo e i miei capelli ne hanno risentito troppo. Erano pesanti e anche unti...orribile. Io ho usat la combo shampoo e balsamo e ti lascio immaginare...il balsamo dopotutto non è poi così male ma lo shampoo è TERRIBILE.

    RispondiElimina
  9. Gli Ultradolce per me sono bocciati a prescindere. Ne ho provati tanti in vita mia e non mi sono mai piaciuti, mi lasciavano sempre i capelli crespi... comunque adesso ho dovuto prendere il Restivoil per il cuoio capelluto irritato, alla fine mi rendo conto che per quanto possano essere naturali molti shampoo siano in realtà troppo aggressivi..

    RispondiElimina
  10. Lo ha usato mia sorella per un pò di tempo e qualche volta l'ho provato anche io e non mi è saputo un granché. Come te ho i capelli grassi e con il passar del tempo, mi sono resa conto che se si vuole utilizzare prodotti eco-bio o comunque tipo questo di Garnier, bisogna scegliere ugualmente shampoo per capelli grassi; io sto utilizzando ormai dall'inizio di Aprile uno shampoo eco-bio di Logona con cui mi trovo bene e fino a che non è arrivato il caldo quei tre giorni e mezzo riuscivo a farli, con gli altri siliconici no. E' però una questione soggettiva quella dell'eco-bio, non è che cambiano i capelli, se li abbiamo a tendenza grassa in quel modo rimangono, però aiutano a non metterci sopra schifezzuole varie o comunque a metterne meno rispetto al solito e a lungo andare possono migliorare la resistenza e struttura del capello. Sono d'accordo sul fatto che sono poco reperibili ed hanno un prezzo non proprio economico purtroppo, quello che uso di Logona costa 8,50 e proprio per questo stamani ho deciso di provarne uno di Forsan che costa 4 euro di meno e penso sia valido, lo inizio a provare subito questa sera, perché sono proprio curiosa.

    RispondiElimina
  11. Ciao, questo qua non l'ho mai provato ma uso la linea avocado e karitè shampoo, balsamo e maschera e mi trovo molto bene: capelli molto idratati e belli. Adesso ho comprato, un po' per cambiare, la linea cocco e cacao e anche questa mi piace. A me servono i shampii più "grassi" visto che li ho tendenti al secco. Comunque un bel risciacquo finale con acqua e aceto di mele per me è indispensabile sia che usi shampoo kerestase o altre marche care, sia che usi shampoo da super.

    Alessandra

    RispondiElimina
  12. Ciao, questo qua non l'ho mai provato ma uso la linea avocado e karitè shampoo, balsamo e maschera e mi trovo molto bene: capelli molto idratati e belli. Adesso ho comprato, un po' per cambiare, la linea cocco e cacao e anche questa mi piace. A me servono i shampii più "grassi" visto che li ho tendenti al secco. Comunque un bel risciacquo finale con acqua e aceto di mele per me è indispensabile sia che usi shampoo kerestase o altre marche care, sia che usi shampoo da super.

    Alessandra

    RispondiElimina