Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


martedì 25 settembre 2012

Ombretti colorati: sfatiamo qualche tabù.

24 comments

Ciò che rende sublime e immortale la bellezza di un dipinto è la sua attenta ricerca dell’armonia, riuscire a creare attraverso un delicato gioco di chiaroscuri e di accostamenti cromatici una magia che è il segreto della vera bellezza.  Anche noi, attraverso il make up,  possiamo creare l’armonia sul nostro viso, proprio come un pittore fa con la sua tela, in modo da esaltare la bellezza dei lineamenti e dello sguardo, un mezzo per mettere in risalto i pregi del nostro viso.

Di recente abbiamo discusso su come è importante scegliere il rossetto nude giusto, in modo da creare il perfetto look naturale da sfoggiare nelle occasioni formali o da abbinare ad un trucco occhi importante, oggi invece vorrei trattare l’argomento ombretto. 

 Il mio trucco per anni è stato sempre sui toni del marrone, quando per la prima volta mi è venuta voglia di comprare ombretti colorati per me è stato veramente difficile truccarmi nel modo giusto, un po’ perché non ero molto pratica con i pennelli ma principalmente perché mi sono spesso ostinata ad usare colori non adatti al mio viso. Il grandissimo successo commerciale delle palette di ombretti in toni neutri rivela una certa paura da parte delle donne di giocare con il colore, come se ciò potesse renderle poco raffinate o troppo appariscenti, mentre i make up artist e i consulenti dell’immagine confermano che ciò non è affatto vero, basta saper selezionare le tinte giuste e imparare ad usarle.

Una teoria molto diffusa è quella di abbinare all’iride un colore complementare per esaltarlo, mentre andrebbe assolutamente evitato il ton sur ton che renderebbe lo sguardo piatto e poco espressivo. Moltissime ragazze sono ormai convinte che l’ombretto viola sia adatto per gli occhi verdi, l’arancione per quelli azzurri e il blu e il verde per gli occhi marroni. Funziona veramente così? Io non direi, quanto meno non vale in tutti i casi. Ho visto occhi azzurri risplendere nei toni del blu e occhi nocciola magnificamente sottolineati da smokey marroni, poi siamo sicure che l’arancione valorizzi sempre gli occhi azzurri? Io sono dell’idea che i nostri occhi non vadano considerati come elemento staccato dal nostro viso e la visione d’insieme ha priorità assoluta: in che modo un ombretto può valorizzare il nostro iride se poi stride con tutto il resto? Forse la teoria dei complementari non è universale, e allora come si sceglie l’ombretto giusto?

Lo chiediamo a Pia Kovacs esperta di Armocromia che gestisce un blog veramente molto interessante e realizza analisi del colore su richiesta.

        Moltissime donne rinunciano agli ombretti colorati nel timore di sbagliare. In che modo possono valorizzare lo sguardo e quali sono invece i rischi?
Gli ombretti sono fondamentali per valorizzare lo sguardo, tanto come la matita e il mascara quindi non si dovrebbe rinunciare ad essi, completano il trucco. L’importante sceglierli nei colori adatti a noi, alla nostra carnagione, alla nostra “tavolozza” naturale di colori come la chiamo io  Certo per poter scegliere gli ombretti giusti una donna deve conoscerli quindi conoscere la sua categoria cromatica diventa fondamentale. E se scelti nei colori che fanno parte della nostra palette personale, anche se coloratissimi nella cialda, su di noi non faranno effetto pagliaccio, che è quello che temono di più le donne, ma metteranno in risalto lo sguardo e il colore degli occhi senza farsi notare. Sembra impossibile ma un ombretto in un nostro viola, per esempio,  può non notarsi affatto ma valorizzare al massimo il nostro sguardo. 

             Si dice spesso che chi ha gli occhi scuri può osare con più colori mentre chi ha gli occhi chiari deve limitarsi. Leggenda o verità?
Legenda. Mito da sfalsare, come spesso dico io sul mio blog. In realtà donne con gli occhi scuri si trovano in qualsiasi stagione, quindi occhi marroni vuol dire poco o niente. La verità e che nella scelta dei colori si deve tenere conto non solo del colore degli occhi ma anche del sottotono (temperatura), colore capelli, croma (intensità) colorito, e non ultimo del valore (chiaro scuro) del nostro colorito. Se una donna Soft con gli occhi marroni/scuri, “osa” con colori che “si dice” stiano bene alle donne con gli occhi scuri … beh invece di uno sguardo definito e valorizzato otterrà un look troppo colorato, pagliaccio, per nulla elegante o seducente. In questo senso ho più esempi e immagini negli articoli del mio blog sia di donne reali che di star, che si suppone dovrebbero essere sempre perfette. Insomma, nella scelta del ombretto si deve tenere conto di molti più fattori che del colore degli occhi. 

             Secondo la tua opinione la teoria sul colore dell’ombretto complementare all’iride è valida oppure no?
Nì. In parte. E’ valida se si tiene conto anche della temperatura croma è valore del colore del ombretto, e cioè che queste tre caratteristiche corrispondano a queste tre caratteristiche del nostro colorito. Per esempio: si dice che il viola risalta gli occhi verdi, è se guardiamo la ruota dei colori è così. Solo che se una donna ha un sottotono caldo e mette un viola freddo sugli occhi, forse il verde del iride sarà risaltato ma sul suo viso compariranno anche occhiaie e linee, un colorito stano, un effetto malaticcio o stanco. Perché? Perché non si è tenuto conto della temperatura del viola e del occhio su cui va messo, del suo croma (brillantezza/intensità), ma solo del colore del iride. Quindi si, i colori complementari valorizzano l’iride ma devono essere scelti in base alla palette personale. Ogni stagione ha i suoi viola, verdi, rossi etc. 

     Quali sono dunque i criteri che determinano la scelta dell’ombretto?
Come ho menzionato già, nella scelta del ombretto come anche di ogni altro cosmetico si dovrebbe tenere conto dei nostri colori naturali, o meglio delle tre caratteristiche principali del nostro colorito: temperatura, croma e valore. E poi stabilite queste caratteristiche si dovrebbero cercare solo colori con le stesse identiche caratteristiche. E allora indipendentemente dalla sfumatura, i colori non saranno mai troppo su di noi. Per esempio se una donna ha temperatura calda, croma medio basso e valore medio chiaro dovrebbe cercare ombretti o rossetti o fard con queste tre caratteristiche: colore caldo, non troppo acceso e non troppo chiaro o troppo scuro. 

             Quanto può aiutare trovare la propria stagione nell’armocromia?
Sapere la propria stagione è tutto. Una volta che si conosce la categoria cromatica o stagione di cui si fa parte si ha appunto una palette di 60 colori che hanno le nostre stesse caratteristiche. Quindi scegliere i colori in base alla palette ricevuta con l’analisi significa non buttare più soldi su rossetti o ombretti o blush che fanno effetto macchia, o che non si vedono o che ci danno un aspetto un po’ stanco o di viso un po’ più grande della nostra età. Un ombretto MAC o Chanel in una tonalità sbagliata non ci è di nessun beneficio, anzi stona su di noi e finirà relegato in un cassetto del nostro beauty case. Tuttavia il prezzo è uguale identico ad un ombretto MAC o Chanel in un colore della nostra palette che sfrutteremo fino a finirlo e che ogni volta che metteremo ci illumina subito, ci toglie segni di stanchezza e ci valorizza i tratti. La differenza?? Soldi spesi bene. Nuova luce al viso. Persone che complimentano noi per i nostri occhi, aspetto, pelle e non per i trucchi che indossiamo. Conoscere la propria stagione significa avere una palette. Avere una palette significa essere valorizzate noi, non le cose che indossiamo. Basta dare un occhiata ai miei casi reali ma anche alle analisi delle vip sul mio blog. 

             Molte persone scelgono l’ombretto spinte dalla passione per un determinato colore. Cosa consiglieresti a coloro che non vogliono rinunciare alle loro tinte preferite?
Di non rinunciare. Ripeto ogni stagione ha i tutte le sfumature di colore. Dal rosso al verde, dal viola all’ azzurro, gialli, rosati e così via. Certo ci sono regole anche di buon senso che si applicano nel make up , nessuno starà bene o avrà un look elegante o naturale o seducente con il giallo o il blu elettrico sugli occhi, anche se queste tonalità le ha nella palette. A meno che non si voglia ottenere il look eccentrico da passerella o un look “artistico” etc. Ma se parliamo di donne che vogliono avere un trucco normale, naturale di giorno e più accentuato e seducente di sera, allora ognuna ha la possibilità di mettersi l’ombretto nei colori che più preferisce. Ami il verde sugli occhi? Bene assicurati che l’ombretto è il verde DELLA TUA PALETTE. Ami il viola? Idem, scegli il viola della tua palette e a prescindere dal colore delle tue iridi avrai un sguardo e un viso valorizzati.

Vediamo alcuni esempi interessanti:

 Taylor Swift è così bella che sta bene in ogni modo la si trucca, tuttavia è innegabile che uno smokey sui toni del marrone caldo mette in risalto il suo sguardo più dell'ombretto azzurro coordinato all'iride.

 
Julianne Hough e Selena Gomez indossano entrambe un ombretto a contrasto con il loro iride: la prima un viola per risaltare gli occhi verdi, la seconda un blu notte per risaltare gli occhi marrone ambrato. Entrambe stanno benissimo, hanno ottenuto l'effetto che desideravano, cioè intensificare il colore del loro iride.

Stesso discorso qui, ma il risultato non è altrettanto ben riuscito. Marion Cotillard sta decisamente male con l'ombretto arancione, è vero che enfatizza l'azzurro del suo iride ma allo stesso tempo stride moltissimo con i colori delicati del suo viso, le conferisce un'aria stanca. Kery Hilson usa il blu per risaltare i suoi occhi castani, ma questo colore è decisamente troppo forte sulla tavolozza calda della sua pelle.
 
Evangeline Lilly e Hayden Panettiere hanno messo un ombretto in coordinato con l'iride: verde salvia per Evangeline e verde acqua per Hayden. Non solo stanno benissimo ma il colore del loro iride brilla con estrema intensità.

Spero l'articolo vi sia piaciuto, a presto ^_^

Commenta con Facebook:

24 commenti :

  1. Grazie mille, è un articolo utilissimo!

    RispondiElimina
  2. in questi giorni ne ho sentite tante riguardo al makeup colorato o meno,portabile(termine che mi procura un'orticaria nervosa) o meno. questo articolo andrebbe condiviso in ogni dove,chiarisce molti punti fondamentali,complimenti :)

    RispondiElimina
  3. Grazie mille ragazze, sono contenta il post vi sia piaciuto ^_^

    RispondiElimina
  4. più che su richiesta direi "a pagamento".
    Quello, e la filosofia secondo la quale devi esaltare la tua bellezza naturale decisa da qualcun altro stridono abbastanza con la mia idea di trucco, ammetto.
    E anche col coraggio di sperimentare, perché se sperimenti su 60 colori decisi da un'altra persona che ti ha vista in foto... uhm XD

    RispondiElimina
  5. @Misato- san: è chiaro che poi decidere di farsi fare un'analisi del colore poi è una scelta personmale.
    Ma il senso del discorso è che ognuno di noi ha i "suoi" colori, e che non per forza devi truccarti di beige per sembrare fine o naturale. Ognuno può imparare a scoprirla da solo la propria tavolozza, se non hai voglia o tempo puoi contatatre chi lo fa per te XD

    RispondiElimina
  6. debbo informarmi meglio su cosa sono io! perché mi piace pasticciare, ma quando voglio essere carina... beh mi tornerebbe comodo capire come valorizzarmi :) utilissimo articolo cara, davvero.

    RispondiElimina
  7. Io ho gli occhi verdi ma il viola non è che mi stia proprio benissimo...tuttavia lo porto lo stesso perché io amo i colori e mi piace molto sperimentare! Questo articolo sfata molti luoghi comuni...Brava, come sempre!:)

    RispondiElimina
  8. bellissimo articolo, complimenti! :)

    RispondiElimina
  9. Sono certa che ci siano colori che meglio si intonano alle nostre iridi e al nostro incarnato, ma penso sia bello cercarselo sperimentando. E' un gioco al quale non rinuncerei.

    RispondiElimina
  10. uno splendido post e davvero utilissimo..a mio parere però sperimentare e "giocare" è sempre utile :)

    RispondiElimina
  11. @Ladama Bianca: per chi ama il make up è proprio così, divertirsi a scoprire l'effetto che ogni colore ha sul nostro viso.
    Però non tutte le donne amano spendere un pò del loro tempo nel confrontare le diverse sfumature di un ombretto o di un rossetto, magari non hanno nemmeno abbastanza "occhio" per capire quale di queste è adatta a loro. Così, ad esempio, esistono ragazze dalla pelle ambrata che si ostinano a voler usare il rosa baby. Pur senza fare un analisi del colore, basta dare un occhiata ai tantissimi esempi postati nel Blog di Pia per capire, almeno a grandi linee, che colori è meglio indossare. Noi spesso partiamo dal presupposto che tutte le donne siano ben informate sul come truccarsi perchè siamo blogger, di make up ne parliamo ogni giorno, invece in molte hanno bisogno di questi consigli che, quanto meno, possano essere da spunto per una riflessione.

    RispondiElimina
  12. @Annalisa
    forse non ci siamo capite, il problema è che io avrò sempre da ridire su una teoria che mi viene spiegata con foto sfocate, che prende swatches senza considerare tono e sottotono della pelle e mi dice che Violetta di MAC non sta bene a nessuna e via dicendo.
    Poi ognuna è libera di spendere i soldi come vuole ^_^

    RispondiElimina
  13. Ciao cara.
    Per quanto mi riguarda posso dirti che riconosco che ci sono colori che mi stanno molto bene, e altri un po' meno. Però nel trucco mi diverto molto a sperimentare e mi piace giocare anche con colori che non mi stanno benissimo, perché magari trovo il modo per farmeli stare meglio, ad esempio sfumandoli con altri colori...
    Detto questo trovo che sia sì utile conoscere i colori che risaltano la nostra bellezza, ma preferisco scoprirlo da me giocando con polveri, creme e pennelli! ;)

    RispondiElimina
  14. articolo molto interessante! Anche io sono del parere che non basta il colore dell'iride per determinare il tono dell'ombretto da usare. Molte volte invece le ragazze chiedono qual'è il loro ombretto ideale in base al colore degli occhi. Il discorso è molto più ampio e da approfondire. Hai dato degli ottimi spunti.

    RispondiElimina
  15. Teorie interessanti. Per quanto mi rigaurda, comunque, trovo che un po' di sana pratica sul campo ( divertirsi provando vari colori e non smettere mai di sperimentare) sia la soluzione più adatta a me:)

    Aiuto..i captcha maledetti mi assalgono....

    RispondiElimina
  16. no vabè, ma il tuo blog è troppo figooooo *____* l'ho scoperto tramite il gruppo blogincontro su fb e mi sono iscritta subito appena ho visto le barbie sull'immagine di copertina *-* fantastico veramente! complimenti!!!
    passa da me se ti va, mi farebbe piacere ^^
    buona giornata!!

    RispondiElimina
  17. ottimi consigli e poi è vero, ogni tanto bisogna anche osare!

    se ti va passa da me, c'è un nuovo post! ti aspetto!

    RispondiElimina
  18. Sei davvero bravissima molto chiara e fai dei post davvero utilissimi!

    Volevo chiederti io per capire i miei colori questa " tavolozza" che ancora non ho capito cos'è, come potrei fare?

    Ps. ho gli occhi marroni molto scuri tendenti al nero forma allungata, pelle olivastra capelli scuri, quali colori mi starebbero bene

    scusa la mia ignorantezza ma vorrei capirci meglio sul croma ecc

    se lo hai già scritto un post puoi linkarmelo
    graziee

    RispondiElimina
  19. @Anonima
    Grazie per i complimenti ^_^
    Riguardo il croma non posso aiutarti perchè purtroppo me ne intendo poco, è la mia amica Pia che ho intervistato ad occuparsene.

    Lei ha un bellissimo Blog dove articolo per articolo mostra l'effetto dei colori sul croma delle persone. Potrai attraverso i suoi suggerimenti capire da sola quali sono i colori adatti a te, oppure scriverle una mail e chiederle come fare per avere una consulenza personale. Ti lascio il suo link:
    http://www.coloressential.com/

    Comunque se sei davvero olivastra come dici potresti avere il crome dell'Inverno Soft o l'Inverno profondo, quindi è possibile che ti stiano bene i colori intensi e i colori freddi :)

    RispondiElimina
  20. Sono d'accordo in tutto! Bisogna osare e sperimentare senza aver paura di farsi prender la mano!! Il gioco vale la candela!un bacione

    RispondiElimina
  21. Grazie gentilissima, per la risposta.
    IL blog della tua amica è veramente carino mi impegnerò a capirci meglio!
    Ancora complimenti!

    RispondiElimina
  22. Ciao Annalisa! post interessantissimo come sempre. devo dire però che sono d'accordo con le altre, cioè che a me piace sperimentare in prima persona e per nulla al mondo rinuncerei a questo sfizio :D
    ovvio che però comporta un dispendio non indifferente di denaro e tempo. però è una passione , e come rinunciarci?
    capisco però che le esigenze possano essere diverse.

    in ogni caso, temo che mai capirò cosa mi sta bene o meno bene! purtroppo spesso e volentieri mi trucco per divertirmi, piuttosto che per apparire sexy o gattona o altro! mi piace proprio pasticciare! sono strana, lo so! bacioni :D

    RispondiElimina
  23. Bellissimo post. Concordo con te: bisogna considerare il viso nella sua "globalità" e non fermarsi solo al colore dell'iride

    RispondiElimina
  24. Un articolo molto interessante! Grazie!

    RispondiElimina