Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


sabato 30 giugno 2012

Review: Shampoo Ultra Dolce Garnier alla mandorla e fiori di loto

12 comments
Ammetto di non essere un'ambientalista, ritengo che acquistare prodotti ecobio sia dispendioso e complesso nella reperibilità, inoltre in passato non ho avuto esperienzee entusiasmanti con questo generedi prodotti perciò parto scettica. Quando però ho visto questo Ultra Dolce di Garnier (che di solito sono di qualità soddisfacente) ho deciso di dargli una chance. Si tratta di uno shampoo alla mandorla dolce e fiori di loto che contiene ingredienti al 95% biodegradabili, privi di parabeni e siliconi, che secondo le appassionate dei prodotti bio sarebbero responsabili della cute troppo grassa. Ha il classico packaging degli altri ultra dolce, la bottiglietta è bianca opaca con il disegno di un fiore di loto e ha un teppo verde smeraldo. E' uno shampoo indicato per tutta la famiglia, quindi per tutte le tipologie di capelli, ma questo shampoo naturale è davvero migliore di quelli con la formulazione classica?
Questo è l'inci:
 La mia esperienza con questo shampoo è stata abbastanza deludente, me ne sono accorta usandolo di volta in volta. Innanzitutto il profumo non è di quelli che preferisco, si sente la mandorla ma è troppo dolce e rimane persistente sui capelli, ovviamente per chi ama questo genere di profumazione è un vantaggio ma per me non lo è stato. La consistenza dello shampoo non è molto densa ma abbastanza fluida e di colore trasparente, a contatto con l'acqua genere abbastanza schiuma e la sensazione sulle dita è quella di setosa morbidezza, inoltre si sciacqua molto velocemente senza lasciare residui. Quindi fin qui, profumo a parte, tutto bene.
Una volta asciugati però mi rendo conto che i capelli sono un pò elettrizzati, segno che lo shampoo pur chiamandosi ultra dolce in realtà è abbastanza aggressivo a causa dell'alta concentrazioni di tensioattivi.
Facendo la messa in piega man mano i capelli si disciplinano, quindi è andata comunque meno peggio di quello che sembrava ma il vero problema di questo prodotto si è rivelato dopo un giorno: i miei capelli erano già unti. E' vero che già di natura ho i capelli grassi, ma ritrovarmeli sporchi dopo meno di 24 ore è veramente eccessivo. Inizialmente o pensato che non fosse colpa dello shampoo ma dell'intensa sudorazione di questi giorni, dato che qui ha fatto molto caldo, quindi ho continuato ad utilizzaro fino a metà boccetta, quando ho deciso provare il mio classico shampoo siliconico. Ebbene, nonostante il forte caldo e il sudore, con il mio vecchio shampoo i miei capelli hanno retto decisamnte più a lungo (circa 2 giorni e mezzo, che per me è una bella differenza).
Quindi io ne deduco che non lavi a sufficienza e così non va affatto bene, usarlo significa dover lavare i capelli ogni giorno.

Quindi non posso consigliarlo perchè non lava bene, dover lavare i capelli più spesso è un grande svantaggio perchè le punte si sfibrano, credo che avere una pulizia profonda sia un elemento basilare per chiunque. Magari può tornare utile a coloro che hanno la cute particolarmente secca, ma è solo un'ipotesi. Inoltre nemmeno l'Inci riesce ad essere un punto di forza visto che è carico di tensioattivi e mi sembra un controsenso parlare di ambientalismo mentre Garnier testa sugli animali, quindi nemmeno le appassionate di Ecobio dovrebbero prendere in considerazione questo shampoo.
Io penso che un Inci vada considerato nel suo insieme e sono un pò stanca di chi demonizza i prodotti per qualche traccia di silicone o di paraffina, c'è troppo allarmismo in giro.

Voi lo avete provato?
Continua...


lunedì 25 giugno 2012

Trucco verde con riflessi dorati

16 comments
Amo creare punti luce dai riflessi dorati, sorpattutto in estate. Avevo già creato un trucco simile ma utilizzando un verde erba decisamente troppo vistoso sulla mia carnagione chiara, così l'ho sostituito con un bel verde petrolio (Inglot #338). L'ho semplicemente sfumato sulla palpebra e nella piega, lasciando però uno spazio chiaro al centro della palpebra, in modo da poter creare un punto luce con un verde chiaro e luminoso, carico di riflessi dorati (Inglot #amc shine 41). Ho completato con la Matita Automatica Verde Smeraldo di Kiko e il mascara I Love Extreme di Essence. Insomma è molto più semplice di quanto sembra :)

Ho completato il trucco aggiungendo sulle guance Ladublush di Mac e sulle labbra To Pamper di Mac, un bellissimo rossetto taupe che in foto purtroppo si nota poco (odio avere una fotocamera da quattro soldi -.- ). E' un trucco che secondo me rende benissimo sulle more con gli occhi scuri e si realizza con facilità sugli occhi grandi e un pò sporgenti, con tanta palpebra in vista.

A presto ^_^
Continua...

domenica 24 giugno 2012

Specchio retroilluminato Babyliss x7

9 comments
Trasferendomi a Roma nella nuova casa ho avuto molte difficoltà a trovare una buona postazione trucco in quanto la luce non è eccellente. A napoli avevo una scrivania davanti ad una grande finestra e di giorno la luce era perfetta, ma anche di sera era buona poichè in stanza avevo un neon molto luminoso proprio sopra la mia testa. Qui invece la luce naturale è sempre soffusa e di sera abbiamo delle lampade a luce calda che proiettano ombre sul viso, insomma non il massimo. Inoltre il mio unico specchio (uno a cuore di Ikea bellissimo fuori produzione ç__ç) è caduto frantumandosi in mille pezzi.
Quindi ho dovuto cercare una valida soluzione, perchè come già sapete l'illuminazione giusta è fondamentale per truccarsi bene, inoltre è importante avere una postazione comoda dove poter specchiare il viso per intero. La mia soluzione attuale si chiama babyliss Mirror x7, comprato da Mediaworld.
Come vedete dalla foto è di forma ovale, in modo da poter inquadrare anche il collo ed eventualmente abbinare meglio il trucco ai miei accessori. E' possibile ruotarlo e dall'altra parte vi è un secondo specchio che ingrandisce x7, e mi sta tornando davvero utile! Con l'ingrandimento riesco a scovare bene i punti neri o a controllare di non aver lasciato spazi bianchi quando applico matita ed eyeliner. Entrambi i lati dello specchio sono retroilluminati, la luce trapela da un anello opaco che circonda lo specchio. La luce esce soffusa, non da fastidio agli occhi ed illumina il viso in maniera chiara ed omogenea, insomma un vero aiuto per chi come me fatica a trovare una buona luce. Funziona a corrente quindi è possibile portarlo per  casa e creare una postazione make up ovunque ci sia una presa elettrica.
Non è un oggetto economico, da Mediaworld costa 40€ ma esiste anche una versione più piccolina da 30€ e c'era inoltre uno della Laica che costava 25€ ma non mi piaceva: troppo piccolino, plasticoso e poco luminoso. Se anche voi avete problemi di luce questo specchio è un buon investimento e ve lo stra consiglio nonostante il suo prezzo. Ovviamente non sperate di potervi truccare al buio, l'illuminazione di questo specchio aiuta moltissimo ma è importante che comunque la stanza abbia un'illuminazione sufficiente.

Qualcuna di voi lo usa già?
A presto ^_^
Continua...

mercoledì 20 giugno 2012

Trucco Rosa Barbie

14 comments

Mi andava di fare un trucco un pò sopra le righe, un modo di giocare con il rosa e creare un look che ricordi vagamente quello di una bambola, cercando però di renderlo portabile e semplice da realizzare.
Ho applicato prima una base di matita bianca (un Kajal della Rimmel che trovo veramente ottimo come scrivenza e durata) e poi ho applicato sull'angolo interno dell'occhio un ombretto bianco leggermente perlato della Inglot (n°458) e l'ho sfumato con un rosa acceso mat sempre di Inglot  (n° 362). Con una palpebra così confettosa ci voleva qualcosa che desse maggiore tridimensionalità all'occhio, così nella piega ho aggiunto un colore un pò più scuro e neutro, ovvero un taupe sempre di Inglot (n° 376). Per un vero look da bambola ho realizzato una riga di eyeliner nero abbastanza vistosa e una doppia dose di mascara (I love Extreme di Essence). Nella riga interna ho usato una matita color carne per ingrandire l'occhio visivamente (la Cromographic NC 15 di Mac) e lungo il bordo ho sfumato lo stesso ombretto taupe della piega.

Per completare ho usato un blush rosa abbastanza intenso (soho di Neve Cosmetics)  un rossetto sheer rosa confetto di una vecchia collezione Kiko, che dal vivo risultava molto più intenso e in foto non rende. Per renderlo più da Barbie avrei potuto utilizzare un violetto nella piega al posto del taupe e sulle labra mettere un gloss fucsia, però  anche se i trucchi accesi e super colorati mi piace guardarli fra le pagine delle riviste su di me preferisco sempre mantenermi sul sobrio.

A presto ^_^
Continua...

martedì 19 giugno 2012

Acquisti Yves Rocher

12 comments
Sono passata all'Yves Rocher, negozio che solitamente non mi fa impazzire, attratta dal nuovo profumo al Monoi in edizione limitata. Poi però mi è stato dato uno sconto da utilizzare su un prodotto a scelta, così ho comprato anche una matita waterproof blu e in omaggio ho ricevuto un mascara.

MONOI EAU DES VAHINES

Per me il Monoi è uno di quelle fragranze che ha un valore affettivo particolare, mi ricorda le vacanze da bambina, quando immancabilmente usavo l'olio di questa fantastica pianta per proteggere i capelli. E' uno dei miei odori preferiti e questo Eau de Toilette lo riproduce fedelmente, la trovo una fragranza dolce, esotica, fiorita e incredibilmente piacevole e sensuale, ormai per me è come una droga e adoro sentirmelo addosso! Costa 15€ per 100 ml, devvero un buon prezzo per un profumo così buono!

MONOI DE TAHITI SHAMPOO DOCCIA

E come potevo lasciarmi scappare il doccia schiuma? In realtà è uno shampoo doccia, anche se io non l'ho ancora mai usato per lavarmici i capelli. Mi piace moltissimo, è fresco, leggero e il profumo è lo stesso dell'eau de toilette, rimane sulla pelle abbastanza a lungo. L'ho pagato 2€

MASCARA MOLTIPLICATORE DI VOLUME

Questo mascara, dal valore di 16.50€, mi è stato dato in omaggio con l'attivazione della tessera fedeltà. Sono contenta di non aver speso soldi per questo mascara, perchè mi ci sono trovata davvero male. La consistenza è troppo leggera, fatica a legare alle ciglia di conseguenza non fa nulla di buono per le mie ciglia: volume zero, nero non intenso, non separa le ciglia, le allunga di poco.

Con il mascara, senza mascara.

Ho dovuto fare due passate di prodotto e lavorarlo a lungo per ottenere un risultato visibile. Può essere utile a chi cerca un effetto leggerissimo, come le più giovani che iniziano a piccoli passi a truccarsi, ma per me è decisamente bocciato. Il bello è che costa pure caro a prezzo pieno, da Essence con 3€ prendo un mascara degno di questo nome.

MATITA AUTOMATICA WATERPROOF

L'ho comprata utilizzando lo sconto perchè il colore mi piace moltissimo, un bel blu cobalto vivace e luminoso. E' waterproof per davvero, nel senso che dura moltissimo sia nella palpebra sia nella riga interna, il problema è che la mina è abbastanza dura e quindi ci vogliono un paio di passate per un tretto veramente intenso e per lo stesso motivo è praticamente impossibile da sfumare. La cosa mi preoccupa un pò perchè normalmente in estate le matite son tutte un pò sciolte e scivolano come l'olio, questa invece no. Come sarà in inverno?

 Tuttavia l'effetto finale è carino e sono contenta di averla comprata. A prezzo pieno costa 9.50, io l'ho pagata 6€, conviene solo comprarla in occasione degli sconti perchè il colore è bello ma il prodotto non vale un prezzo così.

Come al solito i prodotti Yves Rocher non mi convincono del tutto. Carini i profumi e i docciaschiuma, il make up invece lascia un pò a desiderare. Pessimi invece gli olii e le creme idratanti, volevo comprare anche l'olio idratante al monoi ma indovinate il primo ingrediente dell'Inci qual'è? La nostro amico Paraffinum Liquidum....alla faccia della cosmesi naturale!

Voi come vi siete trovate con questo marchio?
Alla prossima ^_^








Continua...

giovedì 7 giugno 2012

Review: Lancome Teint Miracle

7 comments
L'ultimo fondotinta che ho usato è stato il Perfect Refining di Shiseido: molto coprente, ma estremamente fluido e morbido, tanto che la sua pecca era quella di lasciare il viso un pò troppo unto. Sicuramente c'era qualcosa che non andava, visto che shiseido aveva formulato tale fondotinta per le pelli grasse, infatti adesso la formula è cambiata ed è diventato un sebo drenante tipo Colorstay di Revlon o Doublewear di Estee Lauder.
Beh, tutto sto preambolo per dire che avevo disperatamente bisogno di un fondotinta nuovo e non sapevo dove orientarmi. Ne cercavo uno che fosse coprente ma non troppo, leggermente illuminante, estremamente fluido e che mi lasciasse la pelle morbida, tanto che la maggior parte dei fondotinta tendono a disidratarmela e a lasciarmi un mare di pellicine. Inoltre va considerata che sono pallidissima e la maggior parte delle marche di profumeria non hanno un fondotinta adatto a me.

Questo fondotinta mi fu consigliato dalla commessa di Sephora, in quanto sarebbe a base d'acqua e quindi più fluido e leggero, insomma copre ma senza appesantire, contiene proprietà emollienti e microparticelle che riflettono la luce in modo da creare un leggerissimo effetto glow che dà freschezza all'incarnato. Me lo feci applicare e sul viso, con luci artificiali, sembrava veramente perfetto, tuttavia ho avuto un rapporto di odio e amore con questo fondotinta e ancora adesso non sono so se lo ricomprerò.

Innanzitutto vorrei spendere due parole per il packaging: è vero che il vetro è scomodo perchè portandolo in viaggio si può rompere, ma questo è davvero bello e raffinato, ricorda un pò la boccetta di alcuni profumi Lancome come il Tresor in Love. Poi il dosatore a pompetta è particolarmente comodo, in quanto eroga piccole quantità di prodotto e quindi è perfetta per evitare sprechi, diversamente invece dalla pompetta del mio Pro Longwear Concealer di Mac che ne dosa troppo e già sta finendo. 


Come si può intuire forse dalle foto (non è facile fotografare un fondotinta u.u) la consistenza è davvero molto fluida e leggera come viene descritta, applicandolo sulla pelle si ha come la sensazione di una fresca crema idratante, complice anche il piacevolissimo profumo di rosa che emana il prodotto. Osservando da vicino si notano anche delle minuscole particelle perlescenti, ma una volta steso sul viso spariscono, quello che rimane è solo un effetto luminoso ma completamente mat, privo di effetti shimmer o di qualsiasi lucentezza. Uso fissarlo con un pò di cipria ma solo sulla zona T, rimane opaco a lungo sulla pelle senza alcun bisogno di ritocchi e anche la durata è ottima, almeno 8 ore se le fa tutte, poi dipende anche da fattori come il caldo, il tipo di pelle ecc.
La coprenza non è eccezionale, diciamo che è media. Copre bene piccole cicatrici, rossori da lievi a medi e in linea di massima rende il viso abbastanza omogeneo, se ci sono brufoletti da nascondere servirà il correttore perchè questo fondotinta da solo non basta. Tuttavia per me è ottimo questo tipo di coprenza, perchè io non ho molti inestetismi da nascondere e mi piace avere un effetto più naturale possibile, specie di giorno.

Il difetto di questo fondotinta è che ossida un pò. La tinta che io ho comprato è la numero 010, ovvero la più chiara di tutte, provata con luci artificiali sembrava giusta e anche di giorno, appena applicato, sembrava adatta al mio incarnato. Passano però 5 minuti, o forse anche meno, e il fondotinta si scurisce, non moltissimo ma giusto quel tanto da obbligarmi a sfumarne un pò anche sul collo per evitare un certo stacco. Ho odiato tantissimo questa cosa, tant è che a lungo mi sono limitata ad usarlo solo di sera, adesso però che ho preso un leggerissimo colorito è diventato perfetto: appena applicato sembra troppo chiaro poi si adatta completamente alla mia pelle.

Quindi che dire, io tutto sommato lo promuovo ampiamente e gli dò un 8. Copre con naturalezza, opacizza ed illumina allo stesso tempo....cosa chiedere di più? Va solo tenuto presente che siccome scurisce dopo pochi minuti è bene provare un paio di colori, farsi un giro all'aperto e controllare quindi quale si è uniformato meglio al viso. Il problema per me si verifica in inverno, in quanto in Italia la tinta più chiara non c'è ma questa non è colpa del fondotinta, ho visto sul sito che all'estero esiste anche la 005 che probabilmente sarebbe stata perfetta per me. Ma perchè in Italia le colorazioni più chiare non arrivano? E' un problema comune anche ad altre marche ed è per questo che fatico tanto a trovare il colore adatto a me, credo diano per sconato che le italiane abbiano tutte la carnagione mediterranea. Che nervi -.-

Qualcuna di voi ha provato questo fondotinta?
A presto ^_^
Continua...


domenica 3 giugno 2012

Review: Lipstick Dolce & Gabbana "Monica Collection"

9 comments
Sono rimasta attratta da questi rosseti fin da quando vidi l'immagine pubblicitaria qualche tempo fa. Non per la Bellucci (che tra l'altro non mi è affatto simpatica), ma perchè le prime immagini che circolavano di questi rossetti erano davvero molto allettanti: Colori classici ma intensi e luminosi, per delle labbra davvero sensuali! E poi non avevo mai provato il make up di DG, un'appassionata di rossetti come non poteva farsi scappare questa occasione.
Questi sono i colori proposti e la descrizione che ne fa DG:
Magnetic Monica Un sofisticato viola scuro per una donna accattivante, amante divertente e sempre al comando. Un colore forte e profondo che ha tutto il fascino seduttore di un frutto succoso.

 Italian Monica Un emblematico rosso peperoncino, pura espressione della provocante seduzione da “diva italiana”.

 Natural Monica Un delicato beige, cremoso come un cappuccino. Una tonalità neutra assolutamente perfetta per la donna disinvolta e sicura di sé.

 Attractive Monica Un rosso cardinale puro, seducente e desiderabile. Un rosso pieno, perfetto per un look ammaliante. Irresistibile, da baciare. È il rosso che Monica indossa nella campagna pubblicitaria.

Only Monica Un tenue rosa confetto con sfumature mandorla. La quintessenza della perfezione femminile.

 Chic Monica Un delicato e vellutato petalo di rosa, una sofisticata affermazione di stile per una donna che sa come apparire.

Mi sono recata alla Rinascente per provarli e dal vivo mi sono sembrati un pò diversi da come vengono descritti. Ad esempio Only Monica più che un rosa confetto lo definirei un rosa naturale, Chic Monica non è un rosa petalo ma un rosso cremisi e L'Attractive Monica (quello che porta nella campagna pubblicitaria) non è un  rosso cardinale puro ma tende un pò al granata. Ero andata con il proposito di comprare quello che indossa Monica, ma alla fine non mi ha convinta, è un bellissimo colore e mette molto in risalto il bianco dei denti, ma è un tantino scuro per una pallida e bionda come me, ci vuole una ragazza mediterranea, così ho preso il rosso che tende al fucsia, il Chic Monica.




Penso che sarete d'accordo con me a definirlo come un rosso cremisi o lampone scuro, dallo swatch si vede bene che non è rosa petalo come viene descritto. La foto è molto fedele al colore dal vivo, a seconda della luce risulta un pò più caldo o un pò più freddo. Questo è l'effetto sulle labbra:


Questo rossetto non mi convince completamente, ma allo stesso tempo lo adoro e lo trovo sublime. Il colore è fantastico, estremamente raffinato: mette le labbra in primo piano senza tuttavia risultare vistoso. La consistenza è molto cremosa e lascia le labbra morbidissime e super idratate, il finish è leggermente lucido e il colore è super pigmentato, basta una sola passata e copre completamente il colore naturale delle labbra. Tuttavia questa sua consistenza burrosa è anche il suo limite: se non si contornano le labbra con una matita sbava ed è meglio usarlo solo in occasioni in cui non dovete mangiare nulla, perchè al primo boccone sparisce. 

Quindi che dire, lo trovo bellissimo e sono contenta di averlo preso ma la tenuta mi delude troppo e perciò credo non comprerò altri rossetti Dolce e Gabbana, 31.50€ sono troppe e a questo prezzo vorrei il massimo. 

Qualcuna di voi ha già provato il make up di questo marchio?
Continua...