Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


lunedì 13 maggio 2013

Consigli per il trucco da sposa

26 comments

Essere perfette è il desiderio di tutte le spose, perciò il make up va scelto con molta attenzione e realizzato con la massima cura. Ma chiariamo subito una cosa: non esiste un trucco da sposa standard,  al quale tutte le spose debbano uniformarsi,  chi sostiene il contrario ha una visione a mio avviso un po’ limitata del make up. Ci sono senz’altro alcune regole importanti da seguire ma il concetto di trucco da sposa deve essere flessibile e adattarsi allo stile personale della donna che dovrà portarlo: esistono determinate tinte e tecniche di trucco che la valorizzano meglio di altre, ma queste, come tutte noi sappiamo, variano sensibilmente da donna a donna, quindi perché per una sposa ciò dovrebbe fare eccezione? Essenzialmente le regole basilari sono queste:

                IL TRUCCO DEVE ESSERE A LUNGA TENUTA
Ho visto spesso annunci di presunte truccatrici che offrivano make up da sposa a 15€ o anche meno. Ecco, diffidate. Per realizzare un trucco a lunga tenuta servono prodotti di ottima qualità che, inevitabilmente, non costano poco e un professionista deve investire molto denaro per poter avere tutto l’occorrente per un trucco impeccabile. Con 15€ ti ripaghi giusto lo scomodo, quindi quanto volete che spendano queste persone in prodotti? Nel caso avete deciso di fare da sole mettete comunque in preventivo di dover acquistare una serie di prodotti professionali rigorosamente waterproof, altrimenti giusto il tempo di una lacrimuccia o un velo di sudore e il look sarà rovinato, compromettendo anche la qualità del servizio fotografico.

IL TRUCCO DEVE ESSERE FOTOGENICO
Ne sono consapevole, non tutti i tipi di make up vengono bene in foto.  Spesso mi capita di fare un trucco ben riuscito, di cui sono particolarmente soddisfatta, eppure quando provo a fotografarlo per il blog non riesco a mostrarlo bene, ciò mi accade soprattutto quando uso prodotti molto glitterati o quando realizzo segni spiccatamente grafici, cose che non a caso vengono sconsigliate da tutte le guide sul make up da sposa: un trucco occhi molto shimmer o glitterato crea dei bagliori effetto specchio che in foto sono difficili da gestire, specie durante un servizio fotografico all’aperto. Inoltre i trucchi troppo marcati e definiti spesso non sono fotograficamente belli da tutte le angolazioni del viso, perciò il fotografo si ritroverebbe ad essere limitato nello scegliere le pose dalle quali immortalare il grande momento. L’ideale è quindi un trucco non troppo perlescente e realizzato con una tecnica morbida, che valorizzi i vostri pregi e minimizzi i vostri difetti. Ciò non significa che il trucco debba essere per forza effetto invisibile, si può fare un bel make up particolare ed evidente senza marcarlo troppo o renderlo eccessivamente definito, inoltre non siete nemmeno obbligate ad usare esclusivamente ombretti opachi, se il fotografo è bravo saprà sicuramente come valorizzare i vostri punti luce perlati, basta dosarli con attenzione e l’effetto sarà bellissimo.
 
Non è vero che gli ombretti perlati vanno sempre evitati, se sono discreti e ben dosati, come sulla modella nella foto, creano un effetto di freschezza e luminosità, senza compromettere il servizio fotografico.
I segni troppo grafici vanno evitati, ma una riga di eyeliner sottile con la codina è ottima anche in fotografia, sempre se ben realizzata e se la tipologia di occhio lo permette. Per una sposa dallo look romantico ma vagamente vintage, stile Audrey Hepburn.
Un trucco scuro ma ben sfumato rende bene anche con l'abito bianco. Il grgio avio usato dalla modella valorizza i suoi occhi chiari senza appesantirli.
IL TRUCCO DEVE  VALORIZZARE LA SPOSA
Per tradizione il trucco da sposa deve essere invisibile o quasi, in modo da evocare, assieme all’abito bianco, quell’immagine di purezza illibata che incarna l’ideale cattolico. Ecco, lasciatemi dire che tutto ciò lo trovo terribilmente ipocrita e nel 2013 bisognerebbe svecchiare questo concetto di sposa tanto conservatore quanto ormai superato. Per diversi anni ho lavorato in una sala di cerimonie, di spose ne ho viste tantissime e vi assicuro che a molte si faceva fatica a notare che erano truccate, il viso scendeva in secondo piano rispetto all’acconciatura riccamente intrecciata e l’abito dai pizzi e i ricami sontuosi. Insomma l’affetto era scialbo, in moltissimi casi, addirittura, oltre alla base ci si limitava a del mascara e ad un rossetto nude. Non voglio dire che questa sia sempre una scelta sbagliata, esistono in effetti donne che stanno meglio con un trucco molto leggero, specie se queste ne sono consapevoli e non si sono mai truccato molto nella loro vita, però ciò che è  buono per determinate donne per molte altre non lo è affatto. Ci sono visi che necessitano di definizione, per cui una buona dose di ombre per lo sguardo e di colore per le labbra sono fondamentali e non risultano forti ma al contrario si armonizzano con la naturale intensità del viso,  altrimenti risultano spente e piatte, specie quando delle belle labbra scure di natura vengono schiarite da un rossetto troppo pallido. In particolare ho notato che il 90% delle spose che vedevo portavano un rossetto marroncino lucido, scelto in quanto definito naturale. Eppure non tutte le donne stanno bene con un colore simile, specie se non è abbinato in modo giusto ai colori correnti della cliente e al resto del trucco, le mie ad esempio sono di un rosa violaceo e se metto il marroncino l’effetto è fintissimo e inoltre mai si abbinerebbe ai colori che utilizzo di colito per il resto del make up. Per cui chiarite le vostre esigenze con chi dovete incaricare a truccarvi, se dovesse insistere con il look total nude perché “il trucco da sposa così si fa” girate i tacchi e cercate altrove.


Eva Longoria e Kate Middleton hanno contornato i loro occhi con abbondante matita nel giorno del loro matrimonio, mantenendo fede al loro stile personale: il trucco che vedete nelle foto non è tanto dissimile da quello che sfoggiano in altre occasioni.
Un esempio di classico make up - no make up che viene usato spesso per le spose. Perfetto sulle donne dallo stile pratico e minimalista, che non si sono mai truccate molto. Ovviamente, come ogni make up, valorizza meglio alcuni tipi di volti invece che altri.

IL TRUCCO VA SCELTO IN BASE ALL’ABITO E ALL’ACCONCIATURA
Se pure il trucco da sposa non è restrittivo come si pensa, va detto che un trucco troppo marcato striderebbe con lo stile classico e delicato dell’abito da sposa tradizionale. Le spose Indiane sono senz’altro bellissime con il loro make up intensi e colorati, ma si abbinano perfettamente ai loro abiti riccamente ornati e nelle tinte più accese, un trucco del genere su un abito classico occidentale risulta meno azzeccato. Se l’abito è bianco, principesco, con tanto di veli, pizzi e ricami, il vostro make up dovrà esprimere una femminilità romantica e raffinata, per cui puntate comunque a qualcosa di soft. Se invece il vostro abito ha un taglio più minimal e moderno potete puntare ad un trucco più glamour, magari con uno smokey  tenue, molto morbido e sfumato o puntando direttamente sul rossetto. Chi dice che una sposa non possa avere le labbra rosse? Se invece il vostro abito ha uno stile alternativo, magari rosso o addirittura nero, puntate pure ad un trucco più forte come il classico smokey nero, specie se la cerimonia si svolgerà di sera. Insomma il vostro look deve risultare coerente nell’insieme.

Esempio di abito e acconciatura  nel più classico stile principesco. Con un look simile è d'obbligo un trucco romantico e delicato. Inoltre quando si usano gioielli così importanti è sempre meglio non caricare troppo il make up
Un'altro look principesco, ma questa volta spiccatamente moderno: coroncina a fiori stilizzati, frangia liscia  simmetrica. Il trucco è sempre romantico, ma vagamente pop: matita grigio scuro, ciglia finte, labbra e guance rosa bubblegum.
 
Due bellissimi esempi di trucco da sposa abbinati ad un abito vintage, con tanto di labbra rosse. 
Uno stile moderno con richiami retrò: il rossetto berry ci sta d'incanto.





Un esempio di abito da sposa diverso dall'usuale: color oro e linea aderente, ricco di ricami preziosi. In questo caso perchè non osare con un trucco occhi marcate e un bel colore pieno sulle labbra?

                IL TRUCCO DEVE ESSERE CORRETTIVO
È  fondamentale usare delle tecniche che minimizzino i difetti del viso, come il contouring per armonizzare i lineamenti, la matita per regolare il disegno delle labbra e la sfumatura di ombretto ideale a valorizzare la forma dei propri occhi. Non intendo un correttivo puro, stile vecchia scuola, ma intendo semplicemente fare delle scelte che, nel complesso, puntano a rendere la sposa più bella in base alla sua morfologia.  Questo include anche una base impeccabile: ho conosciuto donne che volevano evitare il fondotinta nel giorno del loro matrimonio, in quanto lo ritenevano inutile e fastidioso.  Anche se avete una bella pelle fare una base completa è fondamentale affinché siate fotogeniche, inoltre tenete presente che affronterete una giornata impegnativa e il fondotinta attenuerà anche eventuali rossori dovuti all’emozione o al caldo. Tuttavia, va ricordato, che anche una base eccessivamente coprente è da evitare, attenzione! Ho visto delle spose con un autentica maschera di cera sul viso, il che copre non solo le imperfezioni ma anche tutto ciò di buono che ha la pelle. Insomma non è bello da vedersi, ecco.

                FATE ALMENO UN PAIO DI PROVE TRUCCO
Servirà non solo a selezionare il look migliore e a studiare meglio il viso prima di scegliere le tecniche correttive, ma anche a testare i prodotti e a vedere come reagiscono con la vostra pelle. Insomma mai improvvisare, specie se avete deciso di truccarvi da sole: per evitare che l’emozione giochi brutti scherzi è necessario pianificare perfettamente cosa usare e come fare.


Scegliendo tinte delicate è possibile anche fare un trucco colorato, perchè no? questo rende bene soprattutto con abiti da sposa corti e dallo stile magari un po' giocoso. Però in tal caso fare delle prove è ancora più importante, va scelto con cura il colore che valorizza meglio il viso e si abbini con l'abito e gli accessori.

                ABBIATE CURA DELLA VOSTRA PELLE
Con largo anticipo curate eventuali patologie della pelle e sottoponetevi a sedute di peeling e pulizia del viso. Se la pelle non è ben liscia il trucco non può fare miracoli. Fate attenzione al sole e a non abbronzarvi troppo: il sole causa iperseborrea (rischierete di ritrovarvi perennemente lucide) e l'abbronzatura spesso spegne e ingrigisce l'incarnato. Un po' di colorito si, tanto no.

             COSA DEVO FARE PRIMA DI INGAGGIARE UN TRUCCATORE?

Detto ciò, va da sè che se per il grande giorno tutto sarà curato nei minimi dettagli, è giusto che il trucco sia impeccabile. Proprio per questo motivo, lì dove ce n'è la possibilità, è sempre meglio che del trucco sposa se ne occupi chi di competenza ma anche qui è necessario chiarire una serei di concetti fondamentali.

PRIMA PREMESSA: L’ESTETISTA NON E’ UNA TRUCCATRICE
Io so come si fa una ceretta, ma sono sicura che se provassi a farne una combinerei qualche disastro. Perché non è una mia competenza, non ho la pratica per farlo. Nelle scuole di estetica fanno tantissime ore di pratica e teoria su tutto ciò che riguarda i trattamenti per il corpo e per il viso, ma fanno poche ore di trucco e hanno scarse occasioni per sviluppare manualità. Inoltre chi insegna trucco nelle scuole di estetica di solito, a sua volta, è estetista e non truccatore. E il più delle volte, anche se non lo ammetterà mai, l’estetista è consapevole di avere altro genere di competenze: usa il make up per racimolare soldi in più e può permettersi prezzi stacciati. Naturalmente questo è un discorso che fa un po’ di tutt’erba un fascio, nel senso che sto generalizzando e sono tenuta a menzionare il fatto che alcune estetiste hanno completato la loro formazione con corsi di trucco o se ne sono appassionate così tanto da decidere di aggiornarsi di continuo, di portare quella piccolissima formazione sul trucco iniziale ad un livello elevato. Ma non è questa la media generale, dunque quando sento frasi del tipo “io non pago una truccatrice perché una volta l’estetista del mio paese mi ha truccata male”, ho ben ragione di infuriarmi.

VALE DAVVERO LA PENA AFFIDARSI AD UN DILETTANTE?
Migliaia di euro spese in abito, bomboniere, fotografo e ristorante, che senso ha risparmiare una banconota sul trucco? Deve essere tutto perfetto e poi proprio il trucco, che viene immortalato sulle foto e va a valorizzare la bellezza, può essere fatto approssimativamente? Un sacco di donne si sono pentite della loro scelta dopo aver riguardato le foto del loro matrimonio, potessero tornare indietro spenderebbero volentieri quel gruzzoletto in più per vedersi belle quando mostrano il loro album ad amici e parenti. C’è un’enorme differenza fra il trucco carino che l’amica fa a se stessa ed un trucco professionale, anche perché truccare gli altri è immensamente più difficile e senza determinate nozioni tecniche e pratiche l’effetto può essere mediocre se non disastroso. Il discorso in parte vale anche per le truccatrici che si improvvisano tali ma senza alcun studio alle spalle: alcune sono realmente capaci e degne di poter essere definite make up artist seppure senza titolo, ma nella maggioranza dei casi non è così.

AVERE UN ATTESTATO NON E' SEMPRE SINONIMO DI PROFESSIONALITA'
Arrivata a questo punto, però, sarei disonesta se vi dicessi che, dopo aver scartato estitiste e truccatori amatoriali, con i mua diplomati andate sul sicuro. Ovviamente non è così. Per diventare mua basta iscriversi ad una scuola trucco, pagare la retta, fare presenza alle lezioni e sostenere l'esame finale. Stop. Non è detto che alla fine di questo percorso si esca realmente preparati, perchè c'è chi lo segue con scarso impegno e passione oppure ostacolato da una predisposizione naturale molto carente, capita qualche volta che escano dalle scuole mua dalle capacità non superiori a quelle di un'estetista o di un'autodidatta. Soprattutto accade che alcuni truccatori, con la difficoltà nel trovare guadagni frequenti, decidono di fare un altro lavoro e cominciano a truccare sempre più di rado, fino a perdere la manualità e a smettere di aggiornarsi. Un truccatore con attestato, se bravo, ha una conoscenza delle tecniche che fa nettamente la differenza, dovete però accertarvi che abbia fatto realmente tesoro della preparazione che una buona scuola offre ai propri allievi.

CHIEDETE DEL PORTFOLIO
Ma se le estetiste non sono truccatrici, le autodidatte improvvisano e quelle con attestato non offrono garanzie, come ci si orienta? Sicuramente alle spose conviene fare delle prove trucco, visto che queste sono comprese nel pacchetto, ma prima va fatta una grande scrematura e quindi va visionato il portfolio. Dai lavori realizzati si capiscono tante cose, in particolare badate che ci sia varietà nei look proposti: chi fa sempre lo stesso genere di trucco probabilmente farà fatica ad adattarsi a richieste differenti e tende a fare il trucco che gli viene congeniale piuttosto che puntare a valorizzare il viso della persona specifica che sta truccando. Manco a dirlo, chi non ha portfolio non va preso in considerazione.

INFORMATEVI SUI PRODOTTI CHE USA
Non date i vostri soldi a chi usa prodotti di bassa qualità. Con questo non voglio dire che se la truccatrice in questione usa le salviettine struccanti del Maury's o il mascara di Kiko sia da ritenere poco professionale, il bravo truccatore sperimenta tante cose perchè sa bene che anche nel mercato del low cost qualche volta si trovano prodotti molto validi, ma è altrettanto vero che i prodotti professionali nella stragrande maggioranza dei casi hanno tutt'altra resa. Quindi se i fondotinta sono Astra, gli ombretti Essence, le matite Neve, i rossetti del cinese allora beh, nell'insieme si va a costituire un kit di bassissimo livello e voi per i vostri eventi dovete esigere il meglio, altrimenti tanto vale truccarsi da sole. Chi non offre il meglio non è un vero professionista.


L'IGIENE NON E' UN OPTIONAL
Per evitare inutili allarmismi, specifico che con il trucco non ci si contagia nessun malanno grave: i rischi sono congiuntiviti, micosi ed herpes, ovvero malattie visibili alle quali solitamente si corre subito ai ripari isolando l'area di contagio. Tuttavia questa non è affatto una ragione per fare a meno dell'igiene. I rossetti vanno prelevati di spatola e applicati di pennello, anche mascara ed eyeliner richiedono un applicatore a parte, non quello dotato dalla confezione, che sia monouso o disinfettabile. Badate che le matite vengano temperate ad ogni utilizzo, che tutti gli strumenti siano perfettamente puliti e che fard e ombretti non siano ossidati e impolverati. Verificate che anche la truccatrice curi la propria igiene personale, sembra una cosa scontata eppure non lo è: capelli puliti, mani curate, abiti di bucato, un po' di deodorante...

Detto ciò, voglio specificare una cosa importante che molte dimenticano: se i risultati sono scadenti non è sempre colpa della truccatrice, a volte la causa sta in qualche modo nel comportamento della cliente


                     COME DEVO RAPPORTARMI CON UN TRUCCATORE?


I MIRACOLI LI FA SOLO DIO
Ci sono cose che mi vengono spesso richieste ma alle quali assolutamente non è possibile porre rimedio con il make up. Una volta per tutte, diciamolo: dell'acne posso camuffare la discromia ma non la superficie della pelle segnata; non posso lisciare le rughe; è impossibile nascondere le borse; non si può eliminare la gobba del naso, su una pelle poco curata il trucco rende male; il contouring migliora ma non snatura i lineamenti. Basta esaminare le cose con buon senso e diventa facile capire cosa si può modificare del proprio viso e cosa no, senza farne una colpa al povero truccatore di turno. Ci vuole davvero santa pazienza a sopportare una cliente che ti rimprovera di non avergli cambiato i connotati...

NON SEMPRE IL WEB E' UNA BUONA FONTE D'ISPIRAZIONE
Molti trucchi che si vedono su Instagram sono belli in close up ma a viso intero fanno altro effetto. O sembrano belli perchè le luci e la posa gli danno valore ma in un contesto di vita ordinaria risulterebbero pesanti e poco fini. O ancora, sono perfetti sul viso della modella ma magari completamente inadatti su un viso diverso. Esempio: se una donna con occhio cadente e ricoperto da piega palpebrale mi chiederà il trucco iconico di Audrey Hapburn io cercherò di dissuaderla, perchè l'effetto su di lei non sarà lo stesso anzi non la valorizzerà affatto. Se una signora matura mi chiederà l'eyeliner grafico io posso anche farglielo, ma dovrà accontentarsi di una riga grinzosa che le appesantisce l'occhio. Se mi si chiede un trucco alla Kardashian bisognerà aspettarsi un mascherone, perchè ciò che appare naturale in fotografia dal vivo è molto più pesante. Chi ha pori dilatati non può aspettarsi di risultare diafana con lo strobing.

AFFIDATEVI ALL'ESPERTO
Capisco il voler cercare fonte d'ispirazioni, è giusto farlo ma poi bisogna anche lasciare che il truccatore le reinterpreti per adattarle al vostro viso. Anzi non bisogna stupirsi se qualche volta il trucco scelto viene del tutto sconsigliato, in fondo il mua ha studiato la teoria e la pratica per valorizzare un viso mentre la cliente, nella maggior parte dei casi, al massimo ha visto qualche tutorial su youtube. Non solo non è cortese mettere in discussione le competenze di un professionista ma spesso risulta davvero stupido, parlando alle cieca si dicono boiate inaudite. Poi è chiaro che chi paga ha diritto a scegliere il proprio look, anche se questo è del tutto inadatto, perciò se una cliente olivastra mi chiede il rossetto rosa baby io provo a dissuaderla una volta, due, poi l'assecondo. Basta non vada dicendo in giro che l'ho truccata io XD

SIATE PAZIENTI

Un trucco professionale richiede tempo, fatto bene ci vuole un'ora e se è particolarmente strutturato anche di più. Anche un trucco effetto "acqua e sapone", in realtà necessita di molti passaggi da eseguire con minuzia perciò è importante non dar fretta e avere pazienza. Inoltre evitate di chiacchierare troppo, di alzarvi spesso dalla sedia e di stare a guardare il cellulare tutto il tempo, sono tutte cose che minano la riuscita di un buon lavoro.

IL LAVORO SI PAGA
.
Il truccatore è una figura professionale che ha investito molto denaro nella sua preparazione e usa prodotti costosi che si consumano rapidamente. Insomma deve rientrare nei costi. E, come tutti i professionisti, offre servizi, consigli, mette a disposizione il suo tempo e le sue competenze. Un trucco non può costare 30€, se costa così poco significa che è fatto con prodotti scadenti da una persona che non ha fatto del make up il suo mestiere ed è ovvio che campa di altro, e se campa di altro molto probabilmente non ha mai approfondito veramente il make up. E a questo punto tanto vale arrangiarsi da sè.

Questo è quanto. Spero di non essere stata noiosa, ma sentivo l'esigenza di gettar luce su un mondo che ai più è del tutto sconosciuto, ed è a causa di questa scarsa conoscenza che si generano situazioni in cui il cliente rimane deluso o il professionista ingiustamente penalizzato. Imparare a capire meglio certi meccanismi può facilitare le cose per tutti.

E voi, come interpretate il trucco da sposa?

A presto ^_^

Commenta con Facebook:

26 commenti :

  1. °O° non sapevo fossi sposata °O° Auguri/complimenti/congratulazioni (matrimoni e lauree mi metton sempre in crisi, che augurio si rivolge in tali occasioni? ç_ç)
    Quanto al post concordo, ho visto ragazze che di solito si truccano abbastanza vistosamente "smorzarsi" per il gran giorno ed erano irriconoscibili ç___ç (e una mi ha detto di essersene pentita ^^).

    RispondiElimina
  2. Non sono ancora sposata, ma la cosa è imminente, anche se qualcuno vuole farmi temporeggiare nella speranza io cambi idea riguardo la cerimonia -.-''

    RispondiElimina
  3. bhè, non riesco ancora ad immaginarlo su di me, però per quel che riguarda il matrimonio in sé per sé, la vedo esattamente alla tua maniera

    RispondiElimina
  4. sono dell'idea che vada sempre rispettata la singolarità di una persona, un po' come si dovrebbe fare con il vestito ed esattamente come si dovrebbe fare alla laurea e in occasioni di questo tipo.
    mi hanno detto che sabato scorso si è sposata una mia compagna delle elementari e aveva un vestitino poco sopra il ginocchio, cosa che per molti è risultato strano: voglio dire, è alta più o meno come me (quindi bassa), un vestito lungo classico l'avrebbe attozzata... non l'ho vista quindi non so come fosse truccata, immagino poco dato che non si è mai truccata molto. ed avrebbe anche lì senso la cosa.

    mi fa ridere tantissimo quando consigliano alle spose di farsi una lampada. Perché??? il vestito bianco/bianco per fortuna non si usa più come una volta...

    RispondiElimina
  5. Quando mi sono sposata non mi interessavo ancora così tanto di make up, quindi l'estetista ha scelto tutto da sola. Il risultato era gradevole, però probabilmente adesso lo avrei fatto leggermente diverso. Auguri per il prossimo matrimonio!

    RispondiElimina
  6. Condivido in pieno tutto ciò che hai detto! Bellissimo post :)

    RispondiElimina
  7. @Lidal:
    Anche una mia vicina bassina ha scelto un abito corto, le stava benissimo e trovo sia una scelta azzeccata.
    per quanto riguarda le lampade poi, lol, io trovo che il bianco sia ancora peggio sulle carnagioni lampadate, poi esistono diverse tipologie di bianco fra cui scegliere, o anche optare direttamente per un vestito colorato.

    RispondiElimina
  8. ciao, mi sono truccata da sola per il mio matrimonio! ho scelto tutti prodotti kiko, speso in tot 50 euro e sugli occhi ho messo un loro ombretto viola shimmer, mascara, matita nera, terra x contouring /in estate ho la pelle gia bella, non mi serviva il fondo, rossetto mlbb. e per il vestito_ abito HeM ! sulle foto e- venuto tutto bello. Conta l amore, il senso di farsi una famiglia, la costanza. Ed il make up e- venuto bene, fatto da me. Chi ti conosce meglio di te stessa x il tuo, tuo make up il giorno piu- importante..truccati da sola, risparmi e ti esce meglio!

    RispondiElimina
  9. Io sono stata truccata proprio con un look inusuale, perché mi ero impuntata...su di me i "nude look" non si vedono affatto e risultavo scialba....figurati che sugli occhi ho usato il viola! E tutti mi hanno fatto i complimenti per il make up...perché si notava ma non era troppo, insomma mi valorizzava e basta. Purtroppo molte si affidano a "parrucchiere tuttofare" che si improvvisano truccatrici senza esserlo davvero (ne so qualcosa perché lo hanno fatto anche due mie cugine e sono rimasta sbigottita)....insomma,se non si è in grado da sole, sempre meglio affidarsi a qualche seria professionista.

    RispondiElimina
  10. Anche noi stiamo pensando ad un rito civile. Vedremo il da farsi.
    In ogni caso, grazie come al solito per i preziosi consigli. Condivido su Fb e G+.
    Baci.

    RispondiElimina
  11. un bel post, soprattutto per tutte le sottolineature sul fatto che non bisogna mai dimenticarsi che se è vero che il matrimonio è visto come il giorno della sposa, allora è la sposa che va valorizzata secondo la propria personalità... quando sento discorsi su come il look debba essere naturale bla bla io mi chiedo sempre... naturale PER CHI? XD
    Perché se io dovessi mai sposarmi, truccarmi in viola (con Parfait Amour) sarebbe una conditio sine qua non. E' quella la mia natura, diamine XD
    Ed è un giorno che devo ricordare io, in foto mi devo riconoscere...

    in bocca al lupo e non mollare, se tu e il tuo fidanzato sentite che il rito civile è la vostra strada, fate quello, non è che conti meno, diamine.

    RispondiElimina
  12. Ciao! Bellissimi i consigli, ne avrei approfittato di sicuro, però mi sono già sposata tre anni fa :)

    Per il rito civile, se è quello che senti di fare, vai tranquilla. Io mi sono sposata in chiesa perché sono credente e tutto, ma ho fatto una celebrazione molto semplice, con tanto di buffet nel cortile della parrocchia per evitare di fare cose pompose che non sarebbero state nel mio stile.
    Trovo che sia assolutamente dannoso e fastidioso costringere le coppie non credenti a sposarsi in chiesa solo perché "si fa così", per la cerimonia, e stupidaggini varie. E l'amore quello che conta, in qualsiasi forma, e dovete suggellarlo come meglio ritenete opportuno :) Un abbraccio da una tua fedele lurkatrice :)

    RispondiElimina
  13. Complimenti per il post. Condivido tutto, e mi è piaciuto molto come hai sottolineato il fatto che il make up ci deve far sentire noi stesse.
    Un paio di anni fa si sposò una mia amica e scelse un trucco opaco sui toni del rosa e del marrone, molto soft ma che la valorizzava veramente. Mentre un'altra che si sposò l'anno successivo si fece fare uno di quei trucchi nude di cui hai parlato che oltre ad essere invisibile non la valorizzavano affatto, sembrava scialba soprattutto a confronto col vestito elaboratissimo che aveva scelto.
    Io spero di sposarmi tra non molto e sicuramente mi farò da sola sia trucco che parrucco. Trovo assurdo arrivare a spendere anche 500 euro per queste cose! Ovviamente poi la cerimonia avrà pochi invitati e sarà civile ;) forse mia suocera romperà un po', ma il matrimonio è il mio e solo io e il mio ragazzo possiamo scegliere cosa fare o non fare!
    Tanti auguri per il tuo e non permettere a nessuno di farti cambiare idea!

    RispondiElimina
  14. @Misato:
    Sante parole! e fidati, col cavolo che mollo! manco morta XD

    Mi fa piacere leggere di altre ragazze che la pensano come me, in quanto dalle mie parti quando ho detto che non ci sarebbe stato nessun abito bianco mi hanno guardata tutti scandalizzati, altri invece con aria pietosa come a dire "poverina, non se lo può permettere"
    Ma andassero a quel paese XD

    RispondiElimina
  15. Anche io se mai mi sposerò sceglierò il rito civile e dubito di scegliere un'abito bianco.
    In ogni caso tutti i consigli che hai dato sono utilissimi..troppo spesso ci si affida a persone poco competenti, ho visto spesso spose che dopo una lacrima si trovavano mezzo trucco occhi sparso per tutto il viso -.-

    RispondiElimina
  16. I tuoi articoli sono sempre bellissimi ed interessantissimi! Ottima la scelta delle foto :)
    NonSoloBeautyCare.com

    RispondiElimina
  17. Mantieni il punto, non mollare, sono con te e la pensa esattamente come te, compreso il make up.
    Io che mi trucco sempre abbastanza vistosa non riuscirei a vedermi con un trucco acqua e sapone, non sarei io, non mi rappresenterebbe, potrei magari abbozzare un po' sul trucco occhi con qualcosa di luminoso ma vorrei obbligatoriamente un rossetto rosso o berry ;)

    RispondiElimina
  18. Che post fantastico! Condivido ogni singola parola!!!
    Quando parlo del mio matrimonio, molte persone storcono il naso (no chiesa, no bouquet, no fotografo, abito grigio perla con inserti neri, scarpe nere e possibilmente uno smokey eyes), ma sticavoli, il matrimonio è mio e decido io (col fidanzato of course!). E, soprattutto, non andrò mai a spendere 500€ per il trucco (cifra che viene chiesta dalle mie parti), che realizzerò da sola.

    RispondiElimina
  19. Sono capitata per caso su questo blog qualche giorno fa e...me ne sono innamorata!!! Complimenti! :D

    RispondiElimina
  20. Mi sono sposata da poco e avevo una base perfetta, smokey eyes con sfumatura nera, matita nera e labbra molto delicate!
    Il viso e gli occhi si devono valorizzare al meglio! Senza luccichii che in foto vengono sfocati...
    L'unica cosa che non mi piace in generale per la sposa sono le labbra troppo truccate... Al primo bacio che dai a tuo marito gli lasci la stampa rossa XD oppure se si usa un rossetto no trasfer (di quelli che seccano le labbra) l'aspetto delle labbra è orrendo... Meglio naturali ma belle idratate, se proprio ci sono imperfezioni si alla matita longlasting!
    Bacio e in bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  21. Ciao viviana!
    Sai non sono molto d'accordo riguardo il rossetto, Rissian Red di Mac ad esempio non lascia stampi e non secca nemmeno le labbra.
    Inoltre, in molti casi,, alle spose viene fornito un kit di ritocco che include anche il rossetto

    RispondiElimina
  22. Condivido il fatto che il fondotinta sia indispensabile ... certo non deve fare l'effetto maschera\clown!!

    Bellissimo comunque il post davvero interessante!

    RispondiElimina
  23. ognuno dovrebbe scegliere cio' che piu' lo rispecchia... senza eccedere nel ridicolo, ovvio! Comunque a me l'abito bianco piace. ecco :-)

    RispondiElimina
  24. ciao, sono eli e sabato devo andare ad un matrimonio. ho 13 anni e non so come truccarmi per quel giorno. ho gli occhi castani, i capelli castano chiaro e la carnagione chiara. indosserò un vestito verde smeraldo con una fascia sottoseno piena di svaroschini. ti prego potresti consigliarmi che trucco utilizzare?????? non voglio sembrare troppo grande, ma tantomeno sciatta. ringrazio in anticipo. un bacio

    RispondiElimina
  25. se giovanissima, alla tua età non rischi affatto di semrare sciatta senza trucco, nemmeno in occasione di un matrimonio.
    Quindi vai sul super leggero: mascara, correttore per le occhiaie, un blush delicato e un gloss in un colore leggero e semi trasparente.

    RispondiElimina
  26. grazie mille per il consiglio. hai proprio ragione..
    grazie, ciaooo !!!

    RispondiElimina