Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


venerdì 30 agosto 2013

I (s)preferiti di agosto

12 comments
Questa estate ho avuto zero fantasia, quindi ho sperimentato ben poco e mi sono concentrata più spesso sulle labbra. Ecco i prodotti che ho usato più spesso:

OMBRETTO PUPA VAMP #330, BLU ELETTRICO.
L'ho usato tre volte (che per me è tanto in un mese) perchè il colore in effetti è bellissimo, ma comincio a dubitare di aver voglia di usarlo nuovamente in futuro: non si sfuma, in nessun modo.  Applicandolo fa macchie disomogene di colore che si fissano inesorabilmente, per fare uno smokey mi erano venuti due occhi da panda, marcatissimi e imprecisi. Ho dovuto ricorrere all'ausilio di un ombretto beige per creare un effetto sfumato e ho impiegato un'ora per truccarmi. Insomma pessimo, non vale un solo euro di quel che costa.

CHANEL LES BEIGE #30
Mi serviva una terra chiara e poco pigmentata. Con questa ho fatto centro: è la terra più leggera che abbia mai visto, lascia solo un velo leggerissimo di colore ma ben modulabile. Profuma di mango e pesca, che meraviglia *__*

ROSSETTI RIMMEL KATE #09 E #20
Li ho usati tanto per due motivi diversi: il 09 (un rosso freddo scuretto che tende all'amarena) mi piace moltissimo, è un colore raffinato e mi sta davvero bene. Il 20 (un fucsia freddo e brillante) sto cercando invece di farmelo piacere, non mi convince e ancora non sono  riuscita a trovarci un look che lo valorizzi. Sul mio viso risulta troppo rosa, mi piaccioo tipologie di fucsia più intense.

MAC, FONDOTINTA FACE AND BODY BIANCO
L'ho comprato per schiarire il mio fondotinta in modo da illuminare alcune zone del viso. Non so ancora se mi piace o no, la formula face and body lascia un effetto umidiccio sul mio viso che non mi convince, inoltre sembra sbiadire presto e compromettere anche la tenuta del mio fondotinta. Devo studiarlo meglio

CHANEL, GLOSSIMER #SWEET BEIGE E #CRUSHED CHERRY
Chi dice che i gloss sono tutti uguali si sbaglia, alcuni sono molto comfortevoli e hano una durata paragonabile alla media di un rossetto. I miei preferiti sono senz'altro i glossimer di Chanel, che uso moltissimo. Sweet beige è un marroncino rosato ma non cancella affatto le labbra, l'effetto è molto naturale e spesso lo intensifico con un po' di layering. Di Crushed Cherry ormai ne avrete piene le scatole, ne parlo sempre, è un color amarena spettacolare. Punto a comprare un altro glossimer quanto prima, c'è un fucsia scuro che mi interessa.

ESSENCE, MATITE LABBRA #SOFT BERRY E #RED BUSH
Sono le due matite che io uso per il layering di cui parlavo prima. La Soft Berry è un borgogna, contiene del berry ma anche una spiccata dose di marrone, ragione per cui non la uso mai per il contorno labbra, non si abbina a nessuno dei miei rossetti, ma per il layering si presta magnificamente. Applicata e sfumata sotto il Sweet Beige di Chanel (o sotto qualsiasi nude che tende al beige) esce fuori un rosa cipria con sfumatura berry, molto bello. La Red blush è un rosso amarena, io la uso molto anche per il contorno labbra (è perfetta con il Rimmel Kate 09), usata come layering sotto un beige tira fuori un rosa scuro con sfumatura berry.

MAC, LIPMIX FUCHSIA
E' da giugno che sbavo per questo lipmix, finalmente è arrivato e, chiaramente, l'ho comprato. E' un fucsia super intenso, coprentissimo e opaco, sulle labbra dura tutto il giorno. Preferisco abbinarlo all'uso di un gloss o un rossetto, perchè assoluto mi lascia le labbra un po' secche.

MAC, TINTED LIPGLASS #HEROINE
altra formula di gloss che mi piace molto: ottima durata e pigmentazione, ma un filo appiccicosi. Lo abbino spesso al lipmix fuchsia, ne viene fuori un colore unico e strepitoso.

MAC, CORRETTORE STUDIO FINISH
l'ho comprato durante giorni di grande caldo e lì mi ha delusa: si scioglieva in poco tempo. Ora che il clima è più mite mi sta piacendo molto, sia per le macchie sia per le occhiaie. E' molto coprente ma non eccessivamente pastoso, sul viso l'effetto è discreto.

A presto ^_^




Continua...


giovedì 29 agosto 2013

Review: Nars, Funny Face Lipstick

15 comments
Ho desiderato a lungo provare qualche prodotto Nars, ma ad essere sincera le unice cose che fin'ora mi hanno colpita sono blush e rossaetti, così al momento mi sono fiondata su questi ultimi. Dopo Dragon Girl ho comprato Funny Face, avevo bisogno dell'ennesimo fucsia? si, questo è davvero particolare.


Più che fucsia lo definirei un magenta freddo, intenso e vivace, perchè è tanto profondo che quelli che io ritengo fucsia "classici" (tipo Girl about town o show orchid) paragonati a lui sembrano quasi rosa

 In questa foto vi è al centro Funny Face, in alto Show Orchid e in basso il Dolce e Gabbana Chic Monica. Come vedete Show Orchid è più freddo e più chiaro, l'unico dei miei rossetti a mostrare una somiglianza è il D&G ma, anche se dalla foto si nota a malapena, è più rosso (insomma un magenta vero e proprio) e il finish è completamente diverso. Funny Face è opaco, in quanto sulle labbra non mostra acuna lucentezza (lo si nota già paragonandolo alla strisciata del D&G in basso, che tende al lucido), ma contiene una serie di piccolissime iridescenze blu, purtroppo impossibili da catturare in foto.
Per quanto riguarda la qualità non potrei essere più soddisfatta. Sulle labbra è comfortevole e dura tantissimo, resiste tranquillamente ad un pranzo se non è troppo unto, inotre si applica con semplicità anche senza l'ausilio di matita o pennello.

Altra cosa che adoro è il fantastico odore di agrumi che ha questo rossetto, al mio naso parecchio piacevole e percettibile. Alcune persone mi hanno assicurato che i rossetti Nars sono privi di profumo, saranno allora gli olii essenziali di arancio e bergamotto (in cima all'inci) a conferirgli quest'odore così fresco e particolare.

Qui l'ho usando abbiandolo ad uno smokey occhi piuttosto scuro e shimmer, facendo un miscuglio di tre o quattro colori della Duochrome di Neve Cosmetcs. Sulle guance un blush fucsia ben sfumato, Azalea di Mac. Nonostante l'accostamento sia troppo audace per le regole di Bobbi Beige, io trovo che non sia pesante e anzi mi stava piuttosto bene, magari più adatto per la sera, questo sicuramente.

Insomma super promosso, se amate i colori intensi il Funny Face è senz'altro un must.
A presto ^_^

Continua...

sabato 24 agosto 2013

Blogger Friendship Award

16 comments
Ho ricevuto in questi giorni un premio dell'amicizia da parte di Soffice Lavanda, GoldenVi0let e LAismydream.
La cosa mi inorgoglisce davvero molto! Nella mia vita non sono stata molto fortunata con le amiche: tendevo sempre ad affezionarmi alle persone e per me era triste scoprire che, quelle che io credevo amiche, pensavano a me solo quando avevano bisogno di qualcosa per poi sparire nell'oblio. Ho avuto un'amicizia molto lunga con una ragazza che consideravo una sorella, quando anche lei è sparita senza motivo mi sono demotivata e sono rimasta sola. Per un periodo abbastanza lungo ho passato il mio tempo studiando e coltivando i miei hobby ma senza nessuno con cui condividerli, il sabato sera facevo un giretto per i negozi del centro da sola e, mentre le altre con le proprie amiche si accingevano ad uscire, io tornavo casa per mettere un pigiamone e piazzarmi davanti ad un film. Quando ho conosciuto il mio ragazzo le cose sono cambiate ma, per quanto lui sappia anche essere un ottimo "amica", lo scambio con le donne mi mancava davvero tanto.
Il mio blog è nato proprio con lo scopo di poter condividere le mie passioni, i miei pensieri e sentirmi menso sola. L'obiettivo è stato pienamente centrato, visto che ho conosciuto tante bellissime persone e, anche se alcune di queste non le ho mai incontrate dal vivo, oserei definirle amiche.
Grazie di cuore ragazze *___*

le regole sono:
- raccontare 7 fatti random su di sè
- taggare 15 blogger amiche.
Ecco i 7 fatti:

1 GUARDO SEMPRE GLI STESSI TELEFILM

 
Non sono un'appassionata delle serie tv, spesso inizio a guardarle per poi stancarmi  prima di arrivare a finire una serie. Però ho una passione per Friends e Sex and the city, so a memoria tutte le puntate ma continuo a guardarle a ripetizione perchè mi mettono il buon umore e mi fanno sognare.

2 HO LA MANIA PER IL VINTAGE

Adoro il vintage e non solo per quanto riguarda il make up e l'abbigliamento, in realtà ho una grande passione per tutto ciò che viene dal passato, antiquariato compreso. la mia ultima fissa? questo vestitino di velluto rosso visto su Asos, mi ricorda tanto gli anni novanta e certo abiti che indossava Brenda in Beverly Hills 90210 *___*
Lo voglio u.u

3 STO FACENDO I MIEI PRIMI GELATI HOME MADE

Ho portato a casa la gelataia della mia cara nonnina che non c'è più e ci sto facendo degli ottimi gelati. Fino ad ora i gusti meglio riusciti sono stati la stracciatella e il pan di stelle.

4 AMO I MARITOZZI
 Vivo a Roma da un anno e mezzo ma la frequento da tre, eppure non avevo mai mangiato un maritozzo prima di qualche giorno  fa. Cavolo, sono buonissimi! un'esperienza paradisiaca.

5 HO ADOTTATO UNA GATTA INCINTA

che mi ha partorito in casa! Povera ciccia, era febbraio e cercava calore per il suo pancione, come potevo cacciarla dopo che, furtivamente, si era infilata nella mia camera da letto per dormire beatamente sul piumone? Ha sfornato sei bellissimi micetti che ho dato in adozione, mi mancano da morire :'( ora però lei è la mia tesorina, siamo inseparabili.

6 AMO SCARABOCCHIARE CON LO SMARTPHONE

Da quando ho uno smartphone mi diverto a fare disegnini con il programmino Samsung. Si tratta soprattutto di paesaggi ma sto facendo anche alcune illustrazioni per il mio prossimo Ebook.

7 SONO MOLTO DELUSA DALLE YANKEE CANDLE

Ho comprato nello Yankee Store diverse tarte più il bruciatore, se ne parla un gran bene e gli odori in effetti mi sembravano intensi e buonissimi. Però io e il mio compragno ne siamo rimasti molto delusi: casa nostra è piccola, ma queste tarte non riescono a profumare l'ambiente, alcune lasciano un odore leggero, altre non si sentono affatto. Insomma soldi buttati -.-''

Ecco le mie 15 amiche blogger, fra queste taggo anche chi aveva già risposto al tag.

Curls and Freckles
A Colourful Mess
Fidya Beauty
Golden Vi0let
Recensioni Cosmetiche
A Lost Girl
Drama n Make up
Felix Make up
LAismydream
Raelmente
Darkness
The Deathberry
Shopping and Reviews
Cipria di Luna
The World of Claire

Purtroppo potevo aggiungerne solo 15 ma sentitevi pure tutte taggate, la presenza di ognuna di voi per me è davvero importante :')
Continua...

lunedì 19 agosto 2013

Review: Fondotinta Flat Perfection di Neve Cosmetics

23 comments
Prossimamente dedicherò un post al mio rapporto con i fondotinta, spiegando perchè trovo così complicato trovare quello adatto a me, intanto vi dico che il 90% dei fondi, in particolare se sono in polvere, mi squamano il viso e perciò ho sempre evitato i fondotinta minerali. Ho raggiunto la pace dei sensi grazie al Teint Miracle di Lancome, fondotinta che per me rimane insostituibile, ma mi sono accorta che era sprecato usare un fondotinta da 42€ anche quando mi trucco per andare a fare la spesa, cercavo quindi un prodotto economico ma buono da usarlo per look semplici e veloci, da alternare con il mio Lancome per occasioni meno casual. Con una certa diffidenza, complice il prezzo più che ragionevole, ho deciso di provare il primo fondotinta compatto di Neve, a base minerale.

A gusto mio, si presenta molto bene: la forma del packaging simula un sasso piatto di un ruscello, il che mi ricorda cascatelle zen e solo a guardarlo mi mette il buon umore. E' molto leggero e compatto, inoltre dispone di uno spechio spazioso, se avesse avuto anche uno scomparto con una spugna sarebbe stato veramente perfetto come fondotinta da borsetta.

Per quanto riguarda la scelta dei colori non sono molto soddisfatta. Il Light Neutral è decisamente scuretto per me, paragonabile forse ad un N20 di Mac, così mi sono orientata sul Fair Neutral che, anche se in negozio sembrava giusto, una volta tornata a casa si è rivelato decisamente chiaro. Ho risolto tranquillamente fissandolo con una cipria colorata o una terra pigmentata, ma chiaramente questo è un incomodo.
Nella foto vedete in alto un fondotinta liquido di Mac nel colore NC15, in basso il Flat di Neve che si mostra nettamente più chiaro, paragonabile ad un N10. Quindi fra fair e light c'è un bel divario, l'aggiunta una tinta intermedia l'avrei molto gradita.

Io lo applico usando un pennello flat kabuki asciutto, facendo una sola passata non troppo carica. Ho notato che questo è l'uso migliore perchè basta un quantitativo basso di prodotto, aggiungendo una seconda passata la coprenza aumenta di pochissimo ma in compenso l'effetto mi piace meno, diventa eccessivamente polveroso. Ho fatto anche una prova con il pennello bagnato e non mi piace, mi segna troppo e la pelle sembra invecchiata.

Però, usato nel modo giusto, l'effetto mi piace molto: rende il viso omogeneo, levigato, vellutato e luminoso. Inoltre è leggerissimo, sia al tatto sia alla vista, la pelle sembra nuda, davvero la sensazione di non indossare il fondotinta. Naturalmente ciò comporta che non si tratta di un fondotinta ad alta coprenza, se avete acne o forti inestetismi con questo fondo riuscirete solo ad attenuarli leggermente, però è perfetto se avete da nascondere rossori, macche di vecchi brufoli e disromie di varia natura.


Nella prima foto sono io nature, nella seconda foto ho usato il fondotinta Flat Perfection senza ne primer ne correttori. Come vedete, se pur non marcata, la coprenza c'è e come, tanto da alleggerirmi le ombre del naso e renderlo visivamente più piccolo, anche le occhiaie e i rossori sono scomparsi.
Onestamente, però, io non mi vedo granchè migliorata fra il prima e il dopo. Sento spesso dire che per un trucco iper veloce è consigliabile fare bene la base e rinunciare al resto, io però con solo la base sembro un fantasma e pur aggiungendo terra, blush e illuminante continuo ad essere terribilmente smorta e scialba. Per cui, per dare il giusto merito a questo fondotinta, ho deciso di agiungere una foto dove ho truccato anche il resto del viso aggiungendo il minimo indispensabile: blush, terra, mascara, kajal, gloss, ombretto per sopracciglia e un tocco di corretore sulle occhiaie.

Ecco, anche se con pochissimo sono presentabile, ora.

La tenuta è buona, circa 6 ore nonostante il caldo e il sudore, in inverno credo possa arrivare tranquillamente a 9 ore. Riesce ad opacizzare bene e quando comincia a sbiadire lo fa discretamente, senza lasciare chiazze, segni, grumi e quant'altro, inoltre non secca la pelle e non mi alza le pellicine (il che per me è quasi un miracolo)

Insomma ne sono molto soddisfatta e lo consiglio a tutte coloro che cercano un fondotinta leggero, specie alle più giovani che vogliono essere belle evitando mascheroni.
A presto ^_^



Continua...

sabato 17 agosto 2013

Half face make up

20 comments

Giorni fa ho visto un video delle Pixiwoo in cui veniva realizzato un trucco a metà faccia, per mostrare come il make up modifica la percezione dei lineamenti e dell'incarnato. Ho voluto provarci anch'io e ne ho tratto una serie di considerazioni riguardo il mio viso e il mio modo di truccarmi.
 

Questa a destra è la mia mezza faccia struccata. Non ho imperfezioni sulla pelle come brufoli, punti neri, cicatrici o altro, però ho alcuni aloni rossi, specie ai lati del naso e sulle palpebre. Il mio difetto principale sono le ciglia chiare e dritte, anche le mie sopracciglia sono troppo chiare e, causa antichi spinzettamenti selvaggi, sono anche troppo sfolte. Le mie labbra hanno il bordo poco definito, ragione per cui sembrano più piccole e sottili di quanto non lo siano. A parte gli aloni rossi già citati, sono completamente priva di sovratoni, il che mi fa sembrare il viso ancora più pallido, se non addirittura malaticcio -.-''
A sinistra sono truccata con un make up abbastanza semplice e veloce, ma adatto soprattutto alla sera o nelle occasioni in cui vesto un po' più elegante. La base è al quanto leggera, ma ho fatto un mezzo smokey abbinato alle labbra rosse, insomma un trucco ben definito ma non marcato. Ecco la lista dei prodotti utilizzati:
  • Mac Prolongwear Concealer NW20
  • Neve cosmetics, fondotinta Flat perfection Fair Neutral
  • Blush Lovers di Paul & Joe
  • kit per sopracciglia #1 si Kiko
  • Ombretto Inglot 420 (taupe chiaro shimmer)
  • Ombretto Inglot Amc 63 (nero opaco)
  • Matita Perversion di Urban Decay
  • Mascara Ultra tech di Kiko
  • Rossetto Perpetual Flame di Mac
Cosa ho notato da questa foto?
- Su di me un fondotinta leggero è sufficiente. Non cercate l'alta coprenza sempre e comunque, valutate il vostro tipo di pelle prima di scartare l'idea di un effetto più leggero e naturale.
- Curare le sopracciglia è importantissimo, dà subito profondità e definizione al viso e allo sguardo. Insomma non trascuratele, specie se le vostre sono sfigate come le mie -.-
- Nonostante abbia usato generose quantità di Kajal il mio occhio non risulta rimpicciolito, anzi sembra molto più grande rispetto a quello struccato. Che la matita scura nella riga interna faccia l'occhio più piccolo non è sempre vero, dipende dai casi perciò non prendetela come una regola fissa.
- Non sempre rossetto rosso è sinonimo di forte, cercate il vostro rosso e lo porterete bene in ogni occasione. Perpetual flame è una tinta di rosso ben bilanciata, ma più adatta agli incarnati neutro/freddi
- Ho marcato gli occhi e le labbra, ebbene si, ma non me ne pento u.u Non su tutte risulta pesante, soprattutto se sapete scegliere i toni giusti e dosarli con cura.

E voi, avete mai provato un Half Face Make up?
A presto ^_^

Continua...

lunedì 12 agosto 2013

Smokey eyes e labbra beige: è sempre l'accostamento giusto? parliamone.

30 comments

È da un po’ che sento parlare di questo argomento un po’ ovunque e ne sono anche al quanto stanca in verità, perché pare si dia scontato che esista una sola via giusta, mente nella vita nulla funziona così. Sono certa che molte di voi già conosceranno la mia opinione in merito, però mi sono decisa a dedicarci un post ugualmente, sperando di stimolare una riflessione nelle mentalità troppo rigidamente schierate.
Una corrente di pensiero, sostenuta da personaggi di spicco come Bobbi Brown,  sostiene che non bisogna mai, quando ci si trucca, mettere due accenti sul viso e puntare sempre ad un trucco “basic with a twist”, classico ma con un dettaglio di tendenza. Così un rossetto forte vuole occhi molto neutri, viceversa uno smokey eyes intenso necessita di labbra nude. Non è certo un concetto nuovo, è come quando si suggerisce di non aggiungere altre cornici su una parete con un grande quadro o di non abbinare orecchini imponenti ad una voluminosa e scintillante collana. Il timore è quello di cadere in un horror vacui cosmetico, una sovrapposizione tale di forme e colori da creare vertigine e confusione nell’osservatore, un senso di pesante occlusione che lo sguardo regge a fatica. È un concetto estetico che teoricamente sembra ragionevole, ma nella realtà secondo me incontra degli intoppi: è storicamente dimostrato che il gusto subisce numerose e repentine oscillazioni, siamo sicuri quindi che il make up debba avere dei dogmi? Beh, ad ascoltare presunte esperte pare proprio di si, e se esponi le tue perplessità urlano indignate che “Non bisogna mai abbinare un trucco occhi forte alle labbra rosse, lo sanno tutti!”. Beh, se lo sanno tutti allora siamo di fronte a verità assoluta…no?

Ciò mi ha fatto tornare in mente una puntata di Che Trucco!, trasmissione dedicata al make up in onda su La5, dove sull’ospite di turno venne realizzato uno smokey eyes viola indaco abbinato a labbra rosso amarena. L’autore era un make up artist di Yves Saint Laurent, un signore di una certa età che, vestito di giacca e cravatta e con i modi da dandy inglese, spiegava come per un raffinato trucco da sera nulla è più affascinante dell’accoppiata rosso\viola. Il trucco era tecnicamente al quanto semplice, ma l’incontro fra i due colori lo rendeva speciale e valorizzava magnificamente la bruna ospite, una signora sulla quarantina che non era una bellezza da copertina ma una donna come tante, con i suoi pregi e i suoi difetti, che dopo 10 minuti di make up aveva assunto un aspetto radioso. Ma come, non lo sapevano tutti che questo non si fa? Sarà il mua in questione ad essere incompetente, o forse è la nostra presunta esperta ad aver peccato di saccenza? A voi l’ardua sentenza…

La verità è che il make up non è una scienza esatta, stabilire come truccare chi non è paragonabile al trovare il valore della X in un calcolo algebrico, si parla di un argomento estremamente soggettivo ed è chiaro, quindi, che anche fra i grandi make up artist c’è una pluralità di pensierio, dove nessuno è giusto o sbagliato, ma ognuno valido a seconda dei gusti e da su chi e come viene applicato. Ciò naturalmente comporta che chiunque, anche chi non lavora nel campo della bellezza, può avere una propria opinione e ritenerla autorevole, ma questo non giustifica certi accesi dibattiti che si scatenano sotto un tutorial o una foto make up dagli accostamenti un po’ più vivaci: utilizzando termini come Buon Senso e Buon Gusto si pongono su un gradino di superiorità e si accaniscono nel provare a demolire il concetto di bellezza altrui. Questo non significa avere un’opinione, ma equivale a  porsi come detentori della verità assoluta e dopo oltre un’ora di polemiche a nulla vale chiudere il discorso dicendo “ah, ma ho solo espresso il mio parere”, perché è chiaro come il sole che si è inoltrata una crociata nel nome aulico del buon gusto, come se tutti gli altri fossero dei rozzi. 

Inoltre spesso, messe alle strette, queste signore pedanti si difendono dicendo “ah ma ognuno è libero di giocare di fantasia come vuole con il make up, a me però interessa solo correggere e valorizzarmi in senso classico”. Andando ad analizzarla, questa frase ha poco senso: qual è il limite fra il classico ideale e l’ardimentoso? C’è chi per classico da sera intende il trucco anni 50, ma anche chi ritiene che già l’eye liner sia forte o che addirittura il rosso involgarisca. C’è chi ha paura del mascara nero, chi pensa che la matita rimpicciolisca l’occhio, chi che il fondotinta sia pesante, che gli ombretti siano per ragazzine…insomma c’è una tipologia di trucco che metta tutte d’accordo nel definirlo classico? Ovviamente no.
Con questo non voglio dire una donna può accostare colori a caso sul viso ed essere sempre e comunque bella, sperimentando scoprirà quali sono i colori, gli abbinamenti e le tecniche che la valorizzano e ognuna sceglierà strade diverse, spesso anche molto differenti l’una dall’altra. Insomma non esiste il trucco sobrio universale, nemmeno quando si parla di trucco da giorno, trucco da sposa o trucco da ufficio.
Quindi come ci si orienta quando si ha voglia di fare un trucco più definito? Ecco i miei suggerimenti:

 SE SEI PRINCIPIANTE FAI UN PASSO PER VOLTA
La regola di non mettere due accenti sul viso si rivela saggia per chi ha iniziato a truccarsi da poco, ovvero donne che hanno scarsa padronanza dei pennelli e le idee confuse riguardo i toni e le tecniche migliori per il proprio viso. Una mia cara amica, che si è sempre truccata giusto con un po’ di mascara, ha comprato una palettina sui toni del verde per iniziare a sperimentare trucchi diversi. Guardando i miei rossetti è rimasta colpita da Lady Danger di Mac e si chiedeva se, in occasione di un matrimonio, potesse usarlo in abbinato al verde smeraldo della sua palette. E’ un accostamento azzardato per chi è abituata a truccarsi poco, così glie l’ho sconsigliato e le ho suggerito un corallo rosato chiaro. Procedete a piccoli passi, iniziando prima solo con un po’ di eyeliner, poi con uno smokey neutro e in fine cominciate ad aggiungere colore:  così farete esperienza su come abbinare al meglio i vostri rossetti senza rischiare di presentarvi ad occasioni speciali con un look che non vi piace o di realizzare troppo sommariamente tipologie di trucco che richiedono una certa cura e precisione.
Se avete deciso per la prima volta di truccarvi con un rossetto forte iniziate da un make up luminoso ma ben definito come questo: matita sfumata, ombretto scuro ma ben sfumato nella piega da abbinare con un bel colore luminoso. Così non si sbaglia mai ed è la base ideale da cui partire per acquisire esperienza.
  AD ALCUNE DONNE I LOOK DRAMMATICI DONANO MOLTISSIMO
Accade però, purtroppo, che anche dopo aver preso padronanza con il make up alcune donne rinunciano a sperimentare con il colore e rimangono ancorate alle tinte chiare e neutre, una comfort zone condivisa da moltissime. Però è un peccato perché molte, giocando con i colori, potrebbero avere delle interessanti sorprese. Voglio essere onesta, non tutte le donne stanno bene con un trucco forte anzi ce ne sono alcune che hanno un viso così morbido e delicato che stanno meglio quando si truccano pochissimo, ragione per cui conviene loro, quando si vuole osare, di puntare fra labbra e occhi. Ma per molte altre un gioco di contrasti è veramente favoloso, ci sono donne che più aggiungono colore al loro look e meglio il proprio viso e con ciò la loro particolare bellezza.  Naturalmente, lo ripeto, non si tratta di scegliere colori a caso, ma quelli che ci donano realmente: ho constatato che su di me verde e viola  sono la mia best combo, perché non provate a scoprire qual è la vostra? 

 Taylor Swift ha abbinato ad un rosso acceso un ombretto azzurro e una grossa riga di eyeliner. l'effetto è bello ed elegante. Kim Kardaschian sta molto bene con lo smokey abbinato alle labbra rosse, farebbe bene ad accantonare ogni tanto i suoi rossetti beige.

-          BEIGE NON è SEMPRE SINONIMO DI NUDE
Ok, ipotizziamo che un’inesperta ragazza, dopo aver fatto un po’ di tentativi, si renda conto che sul suo viso mal combaciano i rossetti accesi con gli smokey marcati. Cosa fa? Cerca delle immagini dal web che possano ispirarla o inizia a seguire qualche video tutorial. Da questa esperienza, con molte probabilità, imparerà che secondo gli esperti dovrà assolutamente procurarsi un rossetto beige, aka color carne. Questo assioma è ormai così diffuso che ho persino sentito ragazze lamentarsi di avere le labbra troppo pigmentate per poter truccare gli occhi come vorrebbero. Ora lasciamo perdere le riviste, dove le immagini sono alterate da filtri e fotoritocco, e ignoriamo anche i look di certe donne che sono così scandalosamente belle da star bene anche con la faccia ricoperta di sterco,  ma fra le donne comuni a chi sta bene un colore così chiaro? Veramente a poche, per cui riflettete bene prima di fare un simile acquisto: nella maggior parte dei casi sbiadisce, spegne il viso e se non si è giovanissime invecchia anche un bel po'. In ogni caso non risulta naturale, perché in natura di labbra beige se ne vedono solo fra malati e convalescenti.  Non volete marcare troppo il vostro look? Allora cercate rossetti che siano veramente in tinte naturali e non cancellatevi le labbra! Perché avercela con loro? Sono vostre amiche ç___ç inoltre ricordate che non è nemmeno un modo di truccarsi bilanciato, cancellandosi le labbra non si vedono che gli occhi e penso che il viso vada valorizzato nell'insieme, no nei suoi singoli elementi-

nelle due foto Eva longoria porta un trucco molto simile, cambia solo il rossetto: color carne in alto, corallo sheer in basso. Quale dei due risultati è più naturale?  beh, sicuramente quelo della foto in basso e direi che la rende anche nettamente più bella.
 -        FRA IL BEIGE E IL ROSSO ESISTONO MOLTE SOLUZIONI INTERMEDIE
Esistono rossetti che puntano ad un effetto MLBB (My lips but better), ovvero un colore che simuli il colore naturale delle proprie labbra ma migliorandolo, per conferire un tono più fresco e definito in ogni occasione, anche quando si truccano gli occhi in maniera super marcata. Non esiste il MLBB universale, alcune ne troveranno uno fra i pesca o i corallo chiaro, altre fra i marroncini rosati, fino ad arrivare ai rosa orchidea e i berry chiari. E’ un tipo di soluzione che semplifica molto la vita, non solo perché offre un’idea da abbinare allo smokey ma anche perché è uno dei modi più semplici e veloci per valorizzarsi. Purtroppo però fra la maggior parte delle guru pare che esistano solo i beige o i rossi, insomma due estremi senza mezze misure, così fra le meno esperte il concetto di MLBB è del tutto ingoto.

Craving è uno dei miei MLBB, si abbina perfettamente anche ad uno smokey cupo come questo senza risultare affatto vistoso
 -          LIBERTà NELL’ESPRIMERE IL PROPRIO STILE.
Bobbi Brown, celebre mua già citata all’inizio di questo post, all’inizio degli anni 90 realizzò una sua linea di make up in toni confortevoli e facili da abbinare in ogni occasione, poiché riteneva che le donne non hanno voglia di mettersi in mostra, ma solo di sentirsi naturalmente più belle. Così ideò una serie di rossetti sui toni del marroncino. Non sono d’accordo con questa linea di pensiero, perché la nostra Bobbi è una donna, non tutte le donne del mondo, quindi non può fare tutt’un fascio dello stile di ognuna. Ed è ancora più sciocco il fatto che da tale filosofia si facciano regole auree tutt’oggi: all’inizio degli anni 90 andò di moda, dopo i look estrosi degli anni 80, un make up molto minimal tutto giocato sui toni del marroncino e del mattone. Tali tonalità erano portate magnificamente da donne sulla cresta dell’onda come  Cindy Crawford e Christy Turlington e tutte finirono con l’imitare il loro stile, anche chi in realtà stava molto meglio con colori più freschi e luminosi. Oggi la moda è cambiata e offre molti spunti per trovare uno stile che rispecchi il carattere di ogni persona, perché non è vero che una donna è bella solo quando si valorizza con un trucco naturale, un viso può essere bellissimo anche nel riuscire ad esprimere stile, carattere e fantasia, anche con il più drammatico dei look se chi lo indossa ha la personalità giusta per portarlo con fierezza e convinzione. Perciò divertitevi a sperimentare, certo magari in alcune occasioni e contesti imparerete voi stesse a dosare la mano, ma questo non significa che nel tempo libero dobbiate aver paura di sfoggiare del colore.


Niki Minaj e Katy Perry riescono ad essere bellissime nei loro look fuori dal comune. E se volessi essere anch'io una donna graziosamente eccentrica? perchè ad una star è concesso e a me no, chi dice che non sia una forma di bellezza anche questa?
Quindi ben vengano le opinioni di tutte, ma mai sentenziare ottusamente: bisogna aprire i propri orizzonti
A presto ^_^
Continua...


venerdì 2 agosto 2013

Review: Blush Paul & Joe "Lovers"

13 comments
Erano mesi che sbavavo su questo blush, principalmente per il suo packaging adorabile. Un pomeriggio, in cui ero particolarmente incazzata con il mondo, ho fatto un mga ordine di roba inutile su Asos per ripicca u.u, comprandolo insieme ad altre cianfrusaglie. Devo dire che questo mio capriccio si è rivelato in realtà un ottimo acquisto.

 


Il blush è contenuto in una scatolina di cartone rotonda, decorata con un grazioso motivo floreale. La colorazione che ho scelto, si chiama lovers, ha il packaging come lo vedete in foto, le altre due colorazioni invece sono decorate una con un motivo di cicogne e l'altra di rombi. All'interno c'è una protezione in plastica con un pennello, a parer mio troppo piccolo per poterci applicare bene il blush. La cialda è in polvere pressata, con un grazioso pattern ad uccellini.

Il colore è abbastanza complesso da spiegare, a me pare una sorta di rosa scuro con un pizzico di prugna ma non è un colore freddissimo, anzi è piuttosto neutro e bilanciato, adatto secondo me a molti tipi di carnagione e si abbina con la maggior parte dei rossetti, forse eviterei solo con i rosa spiccatamente freddi e con gli arancione. Però a mio avviso dà il meglio di se con i colori che tendono al prugna o al rosso vino: Rebel, Dark side, Craving, Deeply adored, New york apple fra quelli che io posseggo, ma anche con Diva, Captive e il Rimmel Kate 09
la texture è soffice e non polverosa, si sfuma con molta semplicità ed è facilmente modulabile, per questo si presta bene sia sulle carnagioni chiare sia su quelle molto scure. La durata è ottima, sta lì sul viso e non si smuove più.

Qui l'ho abbinato a New York Apple sulle labbra, mentre per gli occhi ho fatto una riga di matita verde (Automatic di Kiko 710) sfumata molto allungata verso l'esterno, scurita all'attaccatura delle ciglia con un kajal nero. Sulla palpebra un avorio opaco, Blank Type di Mac.
Insomma ve lo consiglio non solo per la confezione carina, è un ottimo blush.
A presto ^_^


Continua...