Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


martedì 30 dicembre 2014

Idea make up per Capodanno

6 comments
Oggi vi propongo un trucco in grigio con glitter che può essere un'idea carina per dare un tocco sbrilluccicoso al veglione di Capodanno.

Per realizzarlo ho per prima cosa fatto una base omogenea sulla palpebra mobile con un grigio avio, ovvero Incubo di Neve Cosmetcs, e l'ho schiarito un po' sull'angolo interno con un ombretto bianco perlato. Ho dato intenistà alla piega con una sfumatura di grigio scuro violaceo, realizzato mischiando Tattoo e Shock di Neve Cosmetics. Con dei cristalli riflettenti bianchi (Diamanti in polvere, sempre di Neve Cosmetics) ho dato luminosità alla palpebra, poi ho completato il trucco con una riga di eyeliner, kajal, e mascara.
Sulle guance ho usato Frankly Scarlet di Mac e sulle labbra Vesuvio di Nars


Avevo fatto anche una versione con Heroine di Mac, ma ho preferito quella con le labbra rosse


Il trucco è carino perchè intenso ma luminoso, i glitter bianchi mi ricordano una spruzzata di neve e il tocco di viola rende il grigio diverso dal solito, meno scontato.
Spero l'idea vi sia piaciuta, a presto ^_^
Continua...


lunedì 29 dicembre 2014

Trucco per le feste by Nabla Cosmetics

3 comments
Mi scuso per la latitanza! Avevo preparato questo look per la vigilia di Natale, ma il freddo di Vienna mi ha messo a dura prova: sono tornata stanca e ammalata, non ho avuto la lucidità per scrivere qui e tutt'ora mi sento un po' debole e confusa quindi se ho scritto qualche boiata siate comprensive XD
Il trucco di oggi sarebbe stato perfetto per la vigilia di Natale ma anche per le cene e i pranzi che continuano ad organizzarsi in questi giorni, o per la vigilia di capodanno, perchè no?

L'ho realizzato con soli ombrtetti Nabla Cosmetics: nella piega ho ombreggiato con un tono neutro e assai scuro (Camelot) e poi ho creato una gradazione di colore che passa dal blu scuro (Eternity), al borgogna luminoso (Daphne 2) e dell'oro (Citron) che dà calore e luminosità al tutto. Ho completato il trucco occhi con del kajal nero e una dose generosa di mascara.
Ho completato il trucco con uno dei rossetti rossi più belli del mondo, ovvero M.A.C Red di Mac, e un blush della stessa tonalità, il celebre Frankly Scarlet di Mac.


Il trucco secondo me richiama molto i toni del Natale e per questo è perfettamente in tema con il clima festivo di questi giorni. Volendo, per renderlo meno forte, è possibile sostituire il blu con un marrone cioccolato o l'oro con un vaniglia. O ancora scegliere un mlbb al posto del rossetto rosso.

Spero il look vi sia piaciuto, a presto ^_^
Continua...

giovedì 11 dicembre 2014

Fondotinta Bellapierre e altre cosine

2 comments
Bellapierre è un marchio americano che produce da 13 anni make up minerale e non solo. L'azienda mi ha dato l'opportunità di provare tre prodotti a mia scelta fra quelli presenti in catalogo, io ho selezionato un fondotinta, un primer e una pila di glitter.


Comincio a parlare del fondotinta, che io ho scelto nella colorazione più chiara di tutte: Ultra.
Il colore non risulta ne scuro ne chiaro per il mio viso, si adatta alla mia pelle senza fare stacco. Il sottotono non saprei bene come definirlo, di certo è una sorta di burro giallino ma non risulta caldo, è come un giallino freddo ed è forse per questo che, pur essendo meno rosato della mia carnagione, non mi crea l'antiestetico effetto ittero che temevo. Insomma sono soddisfatta del colore e lo consiglierei a tutte le ragazze chiarissime e neutro/fredde.
La coprenza è medio-bassa: copre bene rossori e macchie lievi, per nascondere discromie più evidenti bisogna armarsi di correttore. Però questa è una caratteristica che a me piace molto, dato che non ho particolari imperfezioni tendo sempre a preferire fondotinta che mi permettono di avere un effetto fresco, naturale e leggero, come una seconda pelle. Quindi, anche sotto questo aspetto, ho apprezzato molto questo fondotinta.
Quello che invece non mi ha del tutto entusiasmata è la tenuta. Rimane sul viso per molte ore, questo va notato, però tende a fare accumuli di prodotto nelle pieghe del viso e nelle zone con maggior presenza di pori dilatati.

La tenuta tende a migliorare con il Primer Bellapierre, che lo rende anche più setoso e sfumabile. E' utile anche a opacizzare la pelle e levigare le zone segnate da pori e rughette. Va però detto che è completamente siliconico, non ha un inci verde come quello del fondotinta (che è 100% minerale)

Infine spendo due parole per la 9 stack shimmer powder, una pila di ombretti disponibile in sei combinazioni di colori. Quella che io ho scelto è la Glamorous Glitter, potevo resistere ai glitter? ovvio che no XD. E ho fatto benissimo, i colori sono stupendi e averne così tanti diversi mi gasa tantissimo *___*
Spero di mostrarveli all'opera quanto prima, intanto vi dico che è necessaria una colla glitter per farli aderire bene alla palpebra. Le altre 5 combinazioni sono di ombretti minerali classici, in tonalità che vanno dai classici neutri fino a quelli più eccentrici e briosi.

Avete mai provato i prodotti Bellapierre? Vi lascio un coupon sconto del 40%, nel caso dovesse venirvi voglia di fare un ordine :D

A presto ^_^
Continua...

sabato 6 dicembre 2014

Collezione Genesis by Nabla Cosmetics: swatch e prime impressioni

17 comments

Nabla ha ampliato la sua gamma di ombretti inserendo otto nuove colorazioni che compongono la collezione Genesis, ispirata ai colori della terra e della natura. La  collezione è ben giostrata fra tonalità prettamente invernali, colori metallici ben sfruttabili durante le festività natalizie e colori neutri classici. Ho acquistato personalmente tre ombretti della Genesis (Superposition, Narciso e Petra), il resto mi è stato inviato dall'azienda a scopo valutativo.

Da sinistra a destra: Grenadine, Sandy, Mimesis, Suerposition, Citron, Eternity, Petra e Narciso.

Ve li descrivo uno ad uno, secondo il mio occhio e le mie impressioni:

GRENADINE: prende il nome dallo sciroppo di melograno e infatti il colore un po' lo ricorda. Si tratta di un rosso con pagliuzze rosa che a seconda della luce cambia un po' di tonalità, di giorno vira quasi al corallo mentre di sera diventa più freddo, quasi cremisi. La texture è molto sottile e permette ampia modulabilità, il colore può essere costruito fino a coprenza piena con circa tre passate di prodotto. La qualità è buona, all'altezza degli altri ombretti nabla provati fino ad ora, però il colore non è di mio gusto: troppo rosso e bright, difficile da portare senza correre il rischio di andare in giro con gli occhi fiammeggianti e l'effetto stanca/malata è in agguato. Per me è un colore tabù, sono sicura che invece ci saranno ragazze che lo porteranno bene ma rimane, a mio giudizio, una sfumatura di rosso tutt'altro che democratica.

SANDY: Come il nome lascia intuire, si tratta di un color sabbia. Meno grigio di Dreamer e meno rosato di Entropy, va ad ampliare la gamma dei neutri bright di Nabla con una tonalità beige perfettamente neutra, che si presta bene su tutte le carnagioni. Estremamente setoso al tatto e molto luminoso.

MIMESIS: E' un marrone/melanzana scuro, completamente opaco. Bello sia per realizzare trucchi neutri con una leggera sfumatura in viola sia da abbinare a tonalità bright per creare look intensi e drammatici. Molto pigmentato e ben sfumabile, sono contenta di averlo ricevuto perchè un colore così mi torna davvero molto utile.

SUPERPOSITION: è l'unico limited edition della collezione, un malva argenteo con riflessi azzurrini. Meno grigio di Interference, è il compagno ideale da abbinare a Mimesis. Burroso, setoso e molto pigmentato, lascia sulle palpebre un bellissimo effetto bagnato. Compratelo prima che vada sold out, ne vale assolutamente la pena :D

CITRON: è un oro effetto lamina, carico di giallo e appena appena invecchiato da una patina verde. Rispetto ad Aurum è molto più giallo e più intenso, è quasi identico al pigmento Old Gold di Mac (quest'ultimo è più luminoso e leggermente duochrome) e in generale somiglia ad ombretti oro che ho in alcune palette, uno su tutti quello della Pretty Rebel di Too Faced. Insomma un colore particolare, si, ma non poi troppo. Lo trovo bellissimo e spettacolare, anche se su di me i dorati così gialli non rendono bene e tendo a preferire tonalità di oro più champagne o con un tocco di platino, che ritengo più democratiche in generale.

Inglot 428 ed Eternity
ETERNITY: blu cobalto a base nera perlato. Scuro ma allo stesso tempo saturo e luminoso, un punto di blu che non passa inosservato. E' quasi identico al 428 di Inglot, che a sua volta è parente strettissimo del Deep Truth di Mac. Se avete uno di questi due ombretti forse potete evitare di acquistare Eternity. Pigmentatissimo e semplice da sfumare, ottima qualità del prodotto.

PETRA: terra di siena opaco, l'ho acquistato per sfumarlo a piccole dosi nella piega in abbinato a marroni più scuri e neutri. E' un colore che io consiglio a tutte coloro che hanno un incornato caldo in quanto ravviva qualsiasi trucco occhi.

NARCISO: marroncino chiaro rosato. E' un pò più scuro del mio incarnato, l'ho acquistato principalmente per dare un tono alla palpebra che non sia ne chiaro ne scuro, insomma per dare quel tocco di intensità al trucco da giorno, ma volendo torna utile anche per sfumare la piega. Insomma utilissimo e versatile, faremo grandi cose insieme.

Nell'insieme la collezione mi piace, i toni sono belli e ben sfruttabili durante le festività e i mesi invernali. La qualità è eccellente, ho poco da aggiungere. Forse, per mio gusto, avrei evitato Grenadine ma mi auguro di inventarmi un modo per gestirlo bene e ricredermi. Ho trovato un po' sterile la critica fatta da chi si aspettava colori più audaci, a mio avviso Eternity, Citron e Grenadine già lo sono e anche Superposition, per quanto meno bold, è decisamente particolare. Non ci si può aspettare che una collezione di make up, specie di un'azienda piccola e giovane come Nabla, sia esclusivamente basata su toni sopra le righe perchè il make up non è solo colore e creatività, il make up è anche studio di un volto e delle relative tecniche per valorizzarlo. Trovo azzeccatissima questa scelta di coniugare l'estro con il concetto di beauty, ciò permette di avvicinare l'azienda anche alle esigenze di chi con il make up ci lavora e avverte la necessità di specifiche tonalità neutre per ampliare la propria palette professionale.
Concordo invece sul fatto che avrebbero potuto discostarsi di più dai colori già presenti nella loro gamma di ombretti, magari avrei fatto un oro senza la punta di verde visto che della stessa tipologia esiste già Aurum, e prima di lanciare un tono come Sandy avrei proposto qualcosa di diverso, tipo un verde ottanio, un bel marrone freddo shimmer, un violetto, un girgio scuro shimmer e tanti altri toni che elencarli tutti renderebbe questo post infinito.
Queste però non sono critiche ma al massimo consigli che proporrei all'azienda per le collezioni future.

Voi cosa ne pensate di questa collezione, comprerete qualcosa?
A presto ^_^

Continua...

mercoledì 3 dicembre 2014

Trucco oro - verde tutto Neve Cosmetics

7 comments
Con l'avvicinarsi delle festività natalizie io rispolvero i miei ombretti dorati e provo a farci qualche make up. Con l'oro ma non mi ci vedo per nulla, nemmeno per quanto riguarda accessori/abbigliamento, credo faccia uno strano contrasto con la mia pelle e mi dia un'aria stanca, tuttavia lo adoro e non mi va di rinunciarci del tutto :'(
Perciò preparatevi, vedrete altri look simili a questo e spero che guarderete il trucco senza far troppo caso alla mia faccia XD

Oggi vi mostro un look realizzato in verde petrolio e oro, abbinato a labbra rosa tenue.


Con la matita Leone di Neve Cosmetics ho creato due punti luce oro sul centro della palpebra e sull'angolo interno, poi ho ombreggiato la piega e il resto della palpebra con Pixie Tears di Neve Cosmetics, più un tocco di oro per dare profondità. Ho completato il trucco occhi con mascara e kajal nero.
Sulle guance ho sfumato Maya di Neve Cosmetics e per le labbra ho utilizzato uno dei nuovi Dessert à Levres, ovvero il Sakura Mochi, per iniziare a testarlo un pochino. Non mi piace come mi sta, è troppo chiaro o forse troppo rosa/pastello per il mio viso e trovo mi dia un'aria un po' slavata, per il mio viso non lo trovo utilizzabile nemmeno come nude/mlbb, è proprio fuori dalla mia portata. L'ho già regalato ad un'amica biondissima che lo porta mille volte meglio di me :D

Il prossimo trucco dorato mi sa che sarà by Nabla Cosmetics...
A presto ^_^
Continua...

venerdì 28 novembre 2014

Trucco blu in dieci minuti

12 comments
Quando si hanno a disposizione pochi minuti per il make up tendiamo a scegliere colori neutri: essendo vicini al tono naturale della nostra pelle non richiedono grande impegno nelle sfumature e anche con una sfumatura monocroma si ottiene un look convincente. Insomma per molte donne usare del colore risulta più impegnativo, un lavoro di sfumature e rifinitura che richiede un po' di calma in più. 
Che fare se si ha voglia di un trucco colorato e d'impatto pur avendo pochissimo tempo? io punto ai duochrome, perchè gli sbrilli camuffano le imperfezioni della sfumatura e sanno rendere unico anche il più semplice dei make up.


Il mio duochrome preferito del momento è il pigmento pressato Enchantment di Mac, un blu scurissimo con pagliuzze iridescenti che passano dall'azzurro al viola (purtroppo in foto si vede solo la componente azzurra, lo so -.-).  E' molto scrivente e pigmentato, però dà il meglio di sé applicato con un pennello a setole molto fitte e corte, in modo da conferire massima coprenza della palpebra e mettere in evidenza il suo meraviglioso gioco cangiante. Fa parte della collezione natalizia Heirloom Mix, purtroppo in molti store è già esaurito e se desiderate acquistarlo conviene muoversi il prima possibile.

Nella foto che vedete l'ho semplicemente applicato contornando tutto l'occhio, poi ho aggiunto un po' di tridimensionalità con del nero opaco verso l'angolo esterno. Ho concluso con mascara e kajal, cosa c'è più facile di così? :D
Sulle guance ho sfumato Breezy di Mac e per le labbra ho scelto Diva, rossetto ottenuto tramite Back to Mac ma già finito sciolto nella mia palette, preferisco usarlo per studio/lavoro dato che su di me non mi fa impazzire :\

E il vostro trucco superveloce ma d'impatto com'è?
A presto ^_^
Continua...


domenica 23 novembre 2014

Nuovi Dessert à Levres di Neve Cosmetics: swatches e prime impressioni

11 comments

Tutti li attendevano e finalmente eccoli qua, Dessert à Levres in cinque nuove colorazioni. Oggi vi mostro quelli che mi sono stati inviati gentilemente dall'azienda.


STRAWBERRY SUNDAE: Neve lo descrive come un fucisa caldo e intenso a base rossa. Mi pare sia una descrizione abbastanza calzante, a voler essere precisi però direi che è un fucsia piuttosto neutro (la nota calda c'è e si vede, ma non è preponderante) ed è più bright che intenso.
Qui lo vediamo a confronto con altri fucsia appartenenti, grosso modo, alla stessa famiglia di colore: rispetto al fratellino Mousse Framboise è più scuro e rossastro, dal vivo la differenza la si percepisce di più. Mi era stato chiesto di confrontarlo con Pleasure Bomb di Mac e l'ho fatto, è evidente però che non appartengono alla stessa famiglia di fuchsia perchè Strawberry Sundae è meno inteno e più caldo. Lo si può invece definire una via di mezzo fra Fusion Pink e Good Kisser di Mac, solo che il primo è più chiaro e coralloso mentre il secondo più freddo.
Il colore una volta indossato risulta meno acceso di come appare in quanto ha una buona pigmentazione ma non un'altissima coprenza, per ottenere un colore pieno servono due passate ma essendo abbastanza cremoso tende a sbiadire un pochino nell'arco di mezz'ora e quindi a risultare meno bold. Comq tonalità la trovo carina, anche se forse siamo abituate a vedere questi fuchsia corallini più in estate che in autunno.

CHOCOLATE ECLAIR: Neve lo descrive come un rosso caldo intenso dal sottotono marrone cioccolato, io non posso che asserire. Si tratta infatti di un bellissimo rosso intenso, corposo, dal sottotono color ruggine, elegantissimo e perfetto in ogni occasione ma particolarmente adatto alla stagione autunnale.
Non l'ho confrontato con la Duebaci Incognito perchè a mio avviso non appartengono alla stessa famiglia: Chocolate Eclair è a tutti gli effetti un rosso mentre Incognito vira spiccatamente al mattone, anche se magari la parte a matita di Incognito può essere una buona base per questo rossetto, pur smorzandolo e scaldandolo un po'. Ho a casa un rossetto che invece gli somiglia proprio tanto, ovvero il Viva Glam I di Mac. Vedendoli accostati si fa quasi fatica a distinguerli, Chocolate Eclair è solo un pelo più caldo, più vermiglio, rispetto al rossetto Mac ma visti così sembrano gemelli. In realtà non si può parlare di un vero e proprio dupe, il Viva Glam ha un finish molto diverso, sulle labbra risulta nettamente più coprente e pigmentato e perciò l'effetto fra i due non è il medesimo: Chocolate, grazie alla sua trasparenza modulabile si adatta un po' a tutte le occasioni, Viva Glam è più intenso ed evidente.
Sciolgo subito un dubbio che era sorto un po' a tutte: non è un rossetto marrone, di marrone ne ha giusto una punta e potrete constatarlo anche dalle mie labbra. E' semplicemente una di quelle tonalità di rosso che siamo ormai poco abituate a vedere, negli ultimi anni è assai rara da reperire in commercio perchè la moda ha deciso che solo i rossi freddi sono belli mentre ritengo che su un incarnato caldo un rosso leggermente marronato come questo sia di gran lunga più valorizzante.

SAKURA MOCHI: viene descritto dall'azienda come un rosa scuro freddo a base malva, io però non lo trovo scuro e di malva ce ne vedo pochissimo, quasi nulla. Mi sembra più una sorta di rosa biscotto chiaro, quasi pastello, tendenzialmente freddino ma tutto sommato neutro.
Avevo sentito da più parti che fosse praticamente identico ad Amore, la somiglianza c'è ma è piuttosto debole: il Pastello Amore è più scuro, intenso e caldo, Sakura Mochi è più fresco e rosato. Mi era stato chiesto se potesse somigliare a Craving di Mac ma questo è tutt'altro rossetto, decisamente più scuro. L'ho paragonato infine ad Unlimited di Mac, rossetto rosa malva che io uso come nude, ma questo è nettamente più freddo e profondo. Insomma è un genere di colore che manca nel mio beauty, speravo potesse essere un mlbb o almeno un nude ma è troppo pastello per il mio viso, lo vedrei adatto per una ragazza biondina o con gli occhi chiari.

Come vedete da queste foto Chocolate Eclair è proprio rosso ma quella nota marrone un po' mi invecchia e mi appesantisce. Sakura Mochi è per me molto difficile da catturare in fotografia perchè trapsare il colore delle mie labbra che lo raffredda e lo scurisce, spero di scattare foto più verosimili in questi giorni ma vi anticipo che fra i tre è quello che dal vivo sul mio viso rende meno. Questi rossetti, essendo a base molto cremosa, tendono ad essere particolarmente suscettibili al tono della luce, della pelle, delle labbra ecc, di conseguenza in ogni swatches sembrano diversi, sono sicura lo avrete già notato. Strawberry Sundae dal vivo è meno acceso, non mi dispiace come mi sta e dal vivo è quello che fra i tre mi sta meglio ma la nota corallo sul mio viso disturba un po', ma il rapportio conflittuale che intercorre fra me e il corallo è cosa nota...

Riguardo la qualità di questi rossetti non mi esprimo troppo, ho bisogno di un po' di tempo per testarli ma al momento mi sembrano simili ai dessert vecchi: cremosini, lucidini e dalla durata medio-bassa, che però migliora nettamente usando una base di matita. Fra i tre Chocolate Eclair è quello al momento che si è mostrato più duraturo, Strawberry Sundae, come già accennavo, tende a predere di intensità e brillantezza mentre il Sakura Mochi tende a sparire in un paio d'ore.

Cosa ne pensate di queste nuove tonalità? c'è qualcosa che comprerete oppure risparmierete questi soldini per altro? Ora spero nell'introduzione di nuove Duebaci, visto che come formula mi hanno entusiasmata più dei Dessert à Levres.
A presto ^_^

Continua...

martedì 18 novembre 2014

Nabla, Mascara Le Film Noir: prime impressioni.

8 comments

Qualche settimana fa ho ricevuto dall'azienda il primo mascara di Nabla Cosmetics, Le Film Noir. Per me è davvero troppo presto parlare di recensione, io ho bisogno praticamente di finirlo un mascara prima di dire se lo ricomprerei oppure no, però sono pronta a darvi qualche prima impressione.

Il mascara è arrivato in una mini bustina e corredato da una deliziosa cartolina illustrata. Il packaging è molto semplice e minimale, piuttosto inedita è invece la fattura dello scovolino:


Ha una forma a fuso, cioè sottile e appuntita in avanti che va poi a diventare man mano più cicciotta verso la base. Non è questa la novità, ho già visto mascara simili (fra i quali il famoso Like a Doll di Lancome, che io in passato ho usato con piacere), quello che è nuovo è il fatto che le setole sono disposte su tre file, lasciando vuoti gli spazi fra esse. Di questo aspetto ne riparleremo dopo, intanto veniamo alla formula: nerissimo, ne liquido ne pastoso ma ben bilanciato.


Qui potete osservare il mio occhietto sinistro struccato messo a confronto con quello destro dopo una passata di Le Film Noir: le ciglia sono nerissime, ben separate e allungate, la curvatura e il volume invece sono un po' meno spiccate ma comunque meno apprezzabili. Insomma l'effetto c'è,  innegabilmente.

Veniamo ora alle mie considerazioni finali. L'effetto, come avrete già intuito, mi piace molto perchè è intenso ma allo stesso tempo preciso e definito. Niente grumi, niente ciglia incollate, tutto è perfettamente pulito e di un nero super intenso, effetto che io in un mascara adoro. Inoltre ha un'ottima tenuta e lascia le ciglia morbide, la sera lo strucco con facilità.
La formula, dunque, mi ha veramente soddisfatta, ciò che invece non amo di questo mascara è lo scovolino. Le ragioni sono varie, innanzitutto lo trovo un po' troppo lungo, in pratica mi trucco usando solo la punta e la parte cicciotta non arriva mai a toccare le mie ciglia, se provo a farlo devo inclinare la mano e rischio di sporcarmi con la punta. In secondo luogo non mi piace il fatto che abbia solo tre file di setole, ciò mi impedisce di fare i movimenti di zig-zag e rotazione che io normalmente uso fare quando applico il mascara. Sono obbligata a fare piccoli tocchetti se voglio che il mascara penetri bene fra una ciglia e l'altra e ciò comporta un impiego di tempo per me maggiore rispetto a quello che spendo per truccarmi con altri mascara dagli scovolini "classici". Per fortuna la formula, che ripeto è adorabile, è ben modulabile, non si secca istantaneamente e permette di essere lavorata a lungo e lentamente, insomma posso prendermela con tutta calma.

Quindi che dire, sono un po' combattuta nell'esprimere un giudizio perchè da un lato lo trovo un prodotto di ottima qualità mentre dall'altro mi sembra un po' scomodo a causa dei motivi citati. Insomma tutto sommato è un prodotto che merita di essere provato, rimando però il mio giudizio a quando lo avrò usato abbastanza da avere le idee più chiare.

Voi lo avete provato?
A presto ^_^

Continua...

domenica 16 novembre 2014

Trucco Arcobaleno - NikkieTutorials inspiration

12 comments
Io amo Nikkie, quindi la copio senza pudore <3
Il trucco che vi propongo oggi è ispirato ad un suo bellissimo tutorial, si tratta di un trucco arcobaleno composto da una parte grafica e una morbida e sfumata. Insomma non il solito trucco in mille colori, qualcosa di più intrigante concettualmente.




Per prima cosa ho fatto un leggerissimo chiaroscuro sulle palpebre con ombretti neutri e opachi, Nikkie l'ha fatto un po' più marcato mentre io ho preferito andarci delicata per concentrare maggiormente l'attenzione sulle sfumature variopinte. Poi ho tracciato l'eyeliner usando due ombretti bagnati: la parte viola con Urban e la parte fuchsia con Savage, entrambi della palette Electric di Urban Decay. Nella parte inferiore dell'occhio ho prima applicato Chaos (sempre della Electric) creando una sorta di codina sfumata verso l'esterno, poi ho creato una gradazione di colore dal blu, al verde (Inglot 58) al giallo (Shiseido palette Tropicalia). Per completare ho applicato il mascara e del kajal nero.
Sulle guance ho usato Ruhbarb di Mac e sulle labbra Fashion Revival di Mac schiarito a centro labbra con la matita Conchiglia di Neve Cosmetics.

Nonostante le apperenze è piuttosto semplce da realizzare, l'unica difficoltà è stata riuscire ad ottenere un eyeliner dall'ombretto, che fosse omogeneo e preciso, senza dover grattare la cialda. Se avete dei pigmenti o, ancora meglio, degli eyeliner rosa e viola vi riuscirà ancora più semplice e veloce. Per il resto che dire, non sarà un look da scuola/ufficio e nemmeno da serata in abito da sera, però lo trovo carinissimo per una festa o un sabato sera perchè è giocosco, fuori dagli schemi ma senza scadere nell'effetto "carnevale", insomma ha qualcosa che riesce a renderlo semplice da sfoggiare senza nulla togliere alla creatività.

Voi portate mai make up arcobaleno?
A presto ^_^
Continua...

domenica 9 novembre 2014

Trucco oro e rosa con la Collezione Mistero Barocco di Neve Cosmetics

8 comments
Il trucco che vi propongo oggi ruota intorno ad una combinazione di colori abbastanza inedita per me, ovvero l'oro e il rosa. Tutto è stato realizzato con i prodotti della nuova collezione Neve che ho ricevuto, la Mistero Barocco.


Ho usato Ornament, un rosa bruciato con riflessi dorati, sulla palpebra mobile e Obscure, un marrone neutro opaco, nella piega e verso l'angolo esterno. Come punto luce ho usato un oro caldo e intenso, ovvero il Pastello Leone. Sulle guance ho usato Ember come Blush e un tocco di Obscure per ombreggiare sotto lo zigomo. Il rossetto è il matitone Duebaci Masquerade.
E' un trucco scintillante e opulento, bello per osare e sicuramente in tema con le festività natalizie ormai piuttosto vicine.


Però ho pensato anche ad una versione più semplice e leggera, con meno blush e senza il punto luce dorato. Sulle labbra sempre Masquerade, con un tocco di burro che gli conferisce morbidezza.

Avete mai provato ad accostare l'oro al rosa?
A presto ^_^
Continua...

lunedì 3 novembre 2014

Look, swatch e prime impressione su alcuni prodotti Best Color Make up

9 comments
- Best Color make up è un marchio italiano di cosmetici. Circa un mese fa ho ricevuto alcuni loro prodotti ed è arrivato il momento di mostrarveli e raccontarvi le mie impressioni.

 FARD EFFETTO 3D ROSA ANTICO SCURO


Si tratta di un fard rosato (su di me più vicino al rosa pesca che al rosa antico) con una leggerissima satinatura che conferisce l'effetto 3d che dà il nome al prodotto. L'effetto sulle guance è molto fresco e naturale, il colore è ben modulabile e si presta bene su carnagioni da molto chiare a medie.




ROSSETTO ULTRA SHINY N°54 MAGENTA E N°52 FUCSIA

Mi aspettavo che questi rossetti, in quanto chiamati Ultra Shiny, fossero poco coprenti dato che nel campo della cosmesi i rossetti definiti Sheen sono piuttosto trasparenti, di solito. Invece questi mi hanno veramente piacevolmente colpita! Il colpre è pieno e coprente, pu essendo lucido quasi quanto un gloss. Il n°54 Magenta è una sorta di fucsia con un tocco di rosso, su di me risulta più color anguria che propriamente magenta.


Il n°52 invece è un bellissimo fucsia chiaro  acceso, luminosissimo





Mi piacciono molto entrambi e nonostante siano così lucidi la tenuta è piuttosto buona, certo non resistono ad un pranzo ma tranquillamente a qualche boccone durante le ore dello spuntino. Tendono leggermente a strabordare, cosa facilmente risolvibile con l'uso di una matita labbra.

OMBRETTI COTTI  N°02 "TOCCO DORATO" E N°12 "MOSTO"

I due ombretti cotti nascono per uso wet and dry: sciutto per le sfumature morbide e delicate, bagnato per aggiungere tocchi intensi e metallici. Tocco Dorato è un ombretto con base champagne e un tripudio di microglitter dorati, Mosto è un color vino estremamente setoso e pigmentato, dal finish metallico

 Qui ho usato Tocco dorato abbinandolo ad un ombretto nero opaco, l'effetto è quello di una pioggia di polvere di stelle *__*

Un semplicissimo smoky borgogna, intenso, autunnale e meravigliosamente noir. Io ce lo vedevo benissimo con un rossetto vampy e non ho saputo resistere :D

Insomma io sono molto soddisfatta di questi prodotti e sarei curiosa di vederne dal vivo altri.
Voi avete mai provato nulla di questo marchio?  presto ^_^







Continua...


domenica 2 novembre 2014

TAG: Temptalia chiede… blogger risponde! (1)

9 comments
Il tag di oggi è stato ideato da Valeria The 1000th blog e nasce da un'idea assai carina: riproporre le domande che Temptalia pone alle sue lettrici in una rubrica del suo famosissimo blog. Trovo sia un'occasione per poter fare dibbatiti fra noi appassionate di make up assai interessanti, per cui ringrazio Misato per il tag e sono pronta per rispondere alle domande :D

Le regole per partecipare a questo tag sono due:

1. citare the 1000th blog come creatrice del tag
2. Taggare almeno due blogger

E naturalmente rispondere alle domande di Christine che Valeria ha selezionato per noi

Ecco le domande per questo primo appuntamento:

1. What would you like to see improved with products as we head into 2015? (Quali sono i miglioramenti che vorresti vedere nei prodotti considerando che ci stiamo affacciando al 2015?)

Primer e fondo Bio che uso al momento

Anch'io, come Valeria, auspico l'introduzione di prodotti per la base meno siliconici. Capisco che per scopi professionali i siliconici al momento, finchè la tecnologia non si evolve, restano imbattibili, ma sono convinta che con il bio si possano fare fondotitnta dalle buone prestazioni quanto meno per un trucco semplice ideale per il make up veloce di ogni giorno. Altra cosa che mi piacerebbe tantissimo sarebbe quella di reperire matite dalla mina dura e precisa ma allo stesso tempo ben sfumabile, ideale sia per le correzioni occhi sia per la pencil tecnique. Purtroppo la maggior parte delle matite che trovo in commercio sono shimmer e quelle opache hanno sempre una mina troppo grossa e una base siliconica, che si fissa e non permette sfumature ottimali. Le uniche matite che mi soddsfano sotto questo aspetto sono le Pencil di Mac, purtroppo disponibili in soli due colori :(

2. What’s your favourite type of skincare product to use? (Qual è la tipologia di prodotto di skincare che preferisci usare?)



Uso il Foreo Luna un giorno si e uno no (usarlo mattina e sera come indica la casa produttrice per me è troppo) e mi piacciono i risultati sulla mia pelle. Uso quotidianamente la crema idratante protettiva viviverde coop (adoro!), e varie altre cosine ma in modo più saltuario e incostante.

3. What is your current go-to my-lips-but-better shade? (Qual è la tua nuance MLBB -sostanzialmente quel rossetto un paio di toni più scuro delle vostre labbra- del momento?)

A volte l'MLBB me lo creo da sola: questa è una combo fra Dark side di Mac e On hold
La mia tonalità di MLBB è una sorta di rosa scuro, che contiene un tocco di rosso, un tocco di viola e un tocco di grigio. Insomma una sorta di berry rosato, leggermente smorzato e non troppo scuro. Il rossetto che al momento meglio risponde al mio ideale di MLBB è Craving di Mac, ma mi trovo molto bene anche con Captive e Plumfull. Mi piacerebbe trovare una tonalità su questo genere ma più viva e con un tocco di rosso dentro, forse tenterò con Party Line di Mac.


4. What do you do with makeup brushes you no longer use? (Cosa fai dei pennelli da trucco che non utilizzi più?)
Meow :3

Per fortuna non ne ho molti del tutto inutilizzati, da quando ho iniziato il corso di make up li sto usando un po' tutti. Qualcuno più sfigatello l'ho messo in un bicchiere davanti al mio specchio, nel caso volessi fare un ritocco veloce al trucco senza troppe pretese. Ce n'è uno solo che sto meditando di buttare: mi perde tanto pelo e ho già altri pennelli simili di qualità nettamente migliore.

5. What limited edition/beauty collection would you love to have re-released? (Quale edizione limitata/collezione beauty vorresti che venisse riproposta?)

Collezione per intero non saprei, ma vorrei entrassero in permanente i seguenti rossetti: Pleasure Bomb, Heaux, Deeply Adored, Runaway Red. Trovo che in casa Mac manchi un fucsia classico opaco, raffinato e democratico (Pink Pigeon e Candy Yum Yum sono sparatissimi, Flat out fabulous contiene troppo viola per poter essere definito un fucsia puro e All fired up su di me è già rosso), Pleasure Bomb era una bellissima tonalità che al momento non è paragonabile a nulla della linea permanente. Poi manca un bel rosso scuro che non sia scurissimo (Diva per me è già borgogna) e dei rossi freddi sul genere M.A.C Red ma più intensi.

Ora veniamo ai tag:

TheDeathberry
Recensioni Cosmetiche
The Taste of Ink
Miss Haul
Camelie Makeup

Ovviamente avrei piacere di leggere le vostre risposte fra i commenti :D
A presto ^_^

Continua...

giovedì 30 ottobre 2014

Trucco rosso con labbra scure: Ember + Conspiracy di Neve Cosmetics

12 comments
Quando giorni fa ho ricevuto la collezione Neve devo ammettere che, più di ogni cosa, mi ha letteralmente entusiasmata Ember, il rosso della palette Mistero Barocco. Non è semplice trovare ombretti rossi, anche i fard di questa tonalità sono piuttosto rari eppure se ben gestiti possono creare effetti molto belli, sia nell'ambito del trucco fashion o artistico sia per quanto riguarda il trucco per valorizzare i look di noi "profane". Un ombretto rosso noto, sempre di casa Neve tra l'altro, è Red Carpet che, pure essendo molto grazioso, non ha mai soddisfatto la mia voglia di rosso in quanto un pochino cupo. Ember invece è un bellissimo rosso cardinale, ovvero un rosso acceso con una punta di arancio.

La mia intenzione era creare un trucco occhi rosso elegante, ovvero particolare ma sfruttabile con semplicità anche da chi vede il rosso come un colore difficile.

La tecnica che ho utilizzato mi è stata insegnata al corso di make up che sto seguendo, in pratica è una gradazione impercettibile fra scuri (in questo caso nero e marrone), mezzi toni per la sfumatura di colore (il rosso) e i chiari (il color carne). Dovrebbe essere il trucco correttivo ideale per i miei occhi: ho marcato l'angolo esterno e il punto alto della piega per allungare il mio occhio tondo e sollevarlo leggermente, inoltre ho usato tanto kajal per chiudere un po' il mio sguardo eccessivamente "aperto", causa occhio molto grande. Altra tecnica correttiva per il mio occhio è lo smoky delicato, ma di questo ne parleremo prossimamente :D

Per prima cosa ho applicato un filo di matita nera molto sottile, l'ho sfumata e poi ho reso omogenea la palpebra con un ombretto color carne (Orb di Mac) in seguito ho fatto la gradazione di rosso verso l'esterno dell'occhio e nella piega usando Ember. Ho scurito un pò il rosso, in modo delicato nei punti centrali della piega e dell'angolo esterno, usando Obscure (sempre della palette Mistero Barocco di Neve) e un tocco di nero. Ho sfumato Ember sulle guance e ho applicato sulle labbra la Duebaci Conspiracy di Neve: con un nude il rosso degli occhi sbilancia il tutto e rischiavo di sembrare stanca, con un rosso sarebbe stato un po' monotono, per cui ho puntato ad un colore scuro che avevo voglia di testare.

Riguardo Conspiracy voglio mettere in rilievo una certa amarezza dovuta a due situazioni differenti. La prima riguarda il fatto che Neve spesso è imprecisa nella descrizione dei colori: Crinoline non è oro ma un arancio chiaro e Conspiracy di prugna ne ha giusto un tocco, va inserito nella categoria dei marroni/marronati. Considerando che non tutte hanno la fortuna di avere una bioprofumeria che tratta i prodotti Neve nelle vicinanze, sarebbe il caso di essere più precisi nelle descrizioni in modo da evitare delusioni e malcontento.

Il secondo dispiacere l'ho avuto da persone che hanno attaccato la mia opinione, come se non avessi diritto ad averne una, con modi duri e insinuando che io giudico i colori in base a come rendono sul mio viso. Chi mi segue da tempo sa bene che non è così, mi impegno molto affinchè le mie descrizioni dei colori siano il più possibile verosimili, tant'è che li osservo anche su carta e li metto a confronto con tonalità della stessa famiglia per capirne le differenze nelle sfumature. Inoltre non ho mai detto marrone = brutto, ci sono persone (anche fra alcune blogger) che portano i marroni meravigliosamente e non mi permetterei mai di sconsigliarli a prescindere, semplicemente si tratta di un colore che non sta benissimo a tutte e quindi è giusto che io, come blogger, lo metta in evidenza in modo che voi possiate fare acquisti consapevoli. Sarebbe comodo per me assecondare Neve lodando tutte le sue scelte, in fondo le sono riconoscente per i prodotti bellissimi che mi invia, ma per coscienza se c'è qualcosa che ho da dire lo faccio.


E ci sono dati che sono piuttosto oggettivi: Cyber, che è un prugnone noto, è nettamente più violaceo, per non parlare di Dark Side e Media, altri celebri prugna. che in confronto sembrano quasi a base magenta. L'unico che effettivamente gli somiglia molto è il Rouge Noir di Chanel, che è notoriamente un rossetto marrone vintage, ovvero con un tocco di rosso granata. Ma tocco rosso in più tocco rosso in meno, rimane un rossetto marrone, specie se confrontato con altri rossetti noti e apprezzati come prugna/borgogna. Mi spiace che Conspiracy mi stia così male, sono io che purtroppo non rendo giustizia a questo rossetto e in molte, commentando sulla mia pagina, lo hanno definito bruttarello quando in realtà sulle persone adatte non lo è. Ma questa non è una mia colpa e sta all'intelligenza di chi legge capire che se un certo colore su di me sembra che abbia immerso le labbra nel Ciobar su altre potrà essere armonioso, elegante e valorizzante, la nota marrone emerge meno e tutto appare più fresco e naturale. Basta consultare l'About me di questo blog per sapere che ho un sottotono freddo e il marrone sulle labbra non fa per me, di conseguenza dovrebbe essere intuitivo che se chi legge identifica il suo tipo di viso con il mio farà bene ad evitare Conspiracy, chi invece sa di portare bene i marroni sarà consapevole che su di loro l'effetto sarà migliore e può anche fare un acquisto al buio senza azzardare poi tanto. Ma ciò non cambia la natura di un rossetto (Conspiracy mi lascia il dischetto sporco di marrone quando mi strucco) e chi dice che invece i miei swatch sono fuorvianti mi offende molto, tra l'altro basta guardare lo sfondo della mia mano per capire che il bilanciamento del bianco è corretto e la luce pure. Quindi spero che questo attacco sterile e gratuito finisca qui, se si scade nuovamente nella maleducazione sarò costretta a censurare.

Ecco, parentesi lamentosa finita. Ora ditemi un po' cosa ne pensate dell'ombretto rosso usato in questo modo, vi sembra più semplice da portare o è solo una mia impressione?
A presto ^_^
Continua...

lunedì 27 ottobre 2014

Maybelline Go Extreme! Intense Black

4 comments

Oggi vi parlo di questo mascara ricevuto qualche tempo fa e che ho avuto modo di testare, ovvero il Maybelline Go Extreme Intense Black. #rockyoureyes







Cosa c'è da sapere a riguardo? Si tratta di un mascara con l'applicatore a doppia curvatura, con forma affusolata, che permette di caricare più prodotto in una sola applicazione e ottenere un effetto intenso e drammatico. Allo stesso tempo, grazie alla sua punta sottile e precisa, riesce a raccogliere anche le piccole ciglia e pettinarle in modo ordinato e pulito.
Contiene due volte più collagene e la pro keratina, in modo da ottenere un effetto volumizzante privo di grumi e dall'effetto glossy elastico, insomma il mascara ideale per chi odia le ciglia dall'effetto secco e ispido.


Qui vedete il mio occhio struccato a sinistra e il mio occhio dopo una passata di Go Extreme: ciglia curve, nere, allungate e volumizzate, un effetto "rock" ma allo stesso tempo pulito e privo di grumi

Voi avete già provato questo mascara? A presto ^_^

IntenseBlack
Continua...

domenica 26 ottobre 2014

Mistero Barocco di Neve Cosmetics: swatches e prime impressioni

19 comments

La nuova collezione di Neve Cosmetics si ispira alla ricchezza dell'arte barocca: Velluti rossi e ori scintillanti che emergono dalle ombre evocando immagini di misticismo e regalità.

Vediamo bene da vicino i prodotti che l'azienda mi ha gentilmente inviato:


Una delle novità introdotte con questa collezione sono i Duebaci, matitone rossetto da un lato e matita contorno labbra dall'altro per poter delineare le labbra o creare giochi ombre lips.

Masquerade: rosso intenso a base blu super opaco. Amo questo colore, un punto di rosso acceso senza essere bold, elegante e vellutato.

Incognito: Rosso melograno opaco a base mattone. Negli ultimi anni c'è stato un vero e proprio boom di rossetti a base fredda, tanto che si è ormai diffuso il luogo comune che i freddi illuminano mentre mattonati "invecchiano" e quest'ultimi sono diventati complessi da trovare in commercio. In realtà non tutte stanno bene con i rossi e i rosati freddi, è davvero un piacere rivedere tonalità a base marrone come questa. Incognito raccoglie i toni smorzati dell'autunno senza perderne la nota ricca e vibrante. Insomma bellissimo colore, assolutamente da provare.

Conspiracy: Prugna opaco molto scuro. Colore abbastanza particolare, non è il classico rossettone vampy a base berry e anzi non saprei nemmeno dire se realmente è prugna e freddo come lo descrive l'azienda. Sulle mie labbra esce fuori una componente marrone molto spiccata

Masquerade, Incognito e Conspiracy

Tutte e tre le matite al momento mi sembrano avere un'ottima tenuta (Masquerade si fa fatica anche a struccarla), mi lascia però perplessa il fatto che le matite sono più chiare del rossetto, nel caso di Incognito la cosa è poco percepibile ma in Conspiracy il divario è piuttosto marcato. Questo fattore, personalmente, trovo che renda più complesso delineare/correggere le labbra, per non parlare dell'effetto ombrè menzionato da Neve...


L'altra novità è la palette magnetica con quattro cialde in edizione limitata, veramente molto pratica e carina! questi sono i colori contenuti:

Crinoline: arancio con riflessi oro. Particolarissimo e super luminoso, anche se lo trovo un colore molto più estivo che autunnale e non è paragonabile a nessuno dei dorati di casa Neve perchè, come ho già detto, è arancione e non dorato :)

Ember: rosso cardinale opaco. Simpatico punto di rosso, non è affatto facile trovare ombretti così. E' facilmente modulabile e costruibile, per cui si possono realizzare sia palpebre fiammeggianti sia guance timidamente arrossite

Obscure: marrone freddo opaco. Anche questo è molto modulabile e ben sfumabile, tuttavia ritengo che per il contouring vada bene solo se usato con molta parsimonia. Perfetto invece per marcare la piega dell'occhio.

Ornament: rosa antico con riflessi dorati. Setosissimo e luminoso, un modo elegante per indossare il rosa sulle palpebre.



A completare la collezione ci sono quattro nuove pastello:

Acero: particolarissimo tono a metà strada fra il rosa e il marrone con lievi riflessi cangianti.

Leone: Oro anticato con leggera sfumatura ambrata. Non ho modo di fare uno swatch di confronto, sono però convinta che sia più calda di Cedrata e priva di quella nota leggermene verdastra che la caratterizza.

Ego: marrone tortora scuro con leggeri riflessi argento. Per me è la più bella delle tre.

Vizio: platino shimmer. Uno dei colori che preferisco come punto luce, perfetta da abbinare ad Ego.

La qualità è la medesima delle Pastello di nuova generazione: molto morbide, da fissare con un po' di cipria.

Nei prossimi giorni posterò qualche look con i prodotti, intanto sono curiosa di sapere le vostre opinioni sulla collezione.

A presto ^_^
Continua...

martedì 21 ottobre 2014

Make up barocco e opulento

15 comments

In profumeria ho notato che Dior, per la sua collezione autunno - inverno 2014, ha proposto una palette dai colori accostati in modo insolito: rosso, borgogna, oro antico. Una combinazione che mi ricorda la ricchezza delle chiese barocche e la regalità di certi antichi ritratti.
Non avrei mai comprato colori così audaci ad un simile prezzo (circa 50€), però mi andava di creare un trucco con le stesse tonalità cercando fra gli ombretti in mio possesso.


Ho fatto un trucco oro e rosso con una sorta di cut crease usando come rosso Red Carpet, come oro antico Pioggia Acida e come punto luce Polline, tutto di Neve Cosmetics. Nella piega ho aggiunto un po' di nero per dare ulteriore definizione. Ho completato con eyeliner nero e kajal.
Sulle labbra ho usato il rossetto Viva Glam 1 di Mac abbinandolo ad un tocco di gloss trasparente.


Nel complesso è venuto un trucco forte, intenso, opulento, anche un po' pacchiano se vogliamo ma allo stesso tempo insolito e affascinante, adatto per chi ha voglia di osare.
Mai provato l'accostamento oro e rosso? Per me è la prima volta ma devo dire che l'esperimento non mi è dispiaciuto affatto.

A presto ^_^
Continua...

venerdì 17 ottobre 2014

Novità Nabla Cosmetics: Liberty Twelve Palette

7 comments
Tutte coloro che si appassionano al make up avvertono, prima o poi, l'esigenza di avere uno spazio compatto nel quale disporre, con ordine ragionato, le proprie tonalità preferite di ombretti. Si sentono spesso discorsi riguardo la versatilità e completezza di una palette, quella da portarsi anche in viaggio perchè permette con poco ingombro di realizzare i propri look preferiti, ebbene io non li condivido molto. Da una palette mi aspetto senz'altro che abbia una certa coerenza nel modo in cui è composta ma il fatto che abbia bisogno di altre palette per realizzarci un trucco completo per me non è una discriminante ma anzi un fatto ovvio. Il motivo? Semplicemente perchè per me la palette perfetta non esiste, in tutte le palette che ho comprato nella mia vita vi ho sempre trovato qualche colore che alla fine ho usato poco perchè non di mio gusto, o poco adatto al mio viso, o meno performante. In parole povere, l'unica palette realmente completa e perfetta è quella che vi assemblate voi cialda a cialda, componendola su un supporto magnetico. Oggi moltissime marche vendono cialde di ombretti libere dal packaging ma, paradossalmente, era diventato un po' complesso trovare una buona palette di supporto per svariati motivi: troppo pesanti, troppo piccole, troppo costose, troppo vincolate dalla forma degli scomparti o da un sistema ad incastro che non permette di poter ospitare altre cialde se non quelle vendute dal marchio di fabbrica della palette stessa.


Nabla Cosmetics ci ha proposto, sin dalla nascita del brand, la palette Liberty Six che in tante abbiamo apprezzato per la sua praticità ma, ad essere onesti, per una vera appassionata di make up lo spazio di 6 ombretti nella propria palette è pochino e spesso risulta insufficiente. Quante questa estate, partendo per le vacanze, avrebbero voluto più spazio nella propria Liberty Six? Beh, Nabla ha capito le nostre esigenze e siamo state accontentate.
La Liberty Twelve (inviatami gentilmente dall'azienda) è in robusto cartone pressato ed è coperta da uno spazio in plastica trasparente che lascia intravedere il contenuto della palette. E' insomma simile in tutto alla sua sorellina Liberty Six ma permette, in uno spazio leggero e compatto di poter ospitare 12 ombretti Nabla Cosmetics. 
In questi giorni l'ho utilizzata moltissimo, la porto sempre con me all'accademia di make up selezionando di volta in volta ombretti diversi, a seconda della lezione e i trucchi da realizzare. Nella foto in alto vedete che sono riuscita a farci entrare ben 11 cialde Inglot, che non sono propriamente piccine :D
Insomma veramente utile e comoda, anche i miei compagni di corso l'hanno apprezzata molto e il fatto che sia piuttosto economica la rende più che competitiva sul mercato. Liberty Twelve costa 10€ ma attualmente è in offerta a 8.50€
Cosa ne pensate? Io sto meditando di prenderne un paio ^_^

Continua...

sabato 11 ottobre 2014

Trucco autunnale con La palette Duochrome di Neve Cosmetics

14 comments
Per concludere questa serie di trucchi autunnali dovevo fare assolutamente un make up in rame, mia croce e delizia: colore adorabile (amo tutti i toni dei metalli) ma che mi sta male come poche altre cose al mondo. Mi piace giocare con i colori e si, l'ho fatto lo stesso.
Il trucco che vedete oggi l'ho realizzato interamente con la duochrome, è tutto giocato sui toni del rame ma ho usato del prugna per dare profondità e un pesca per illuminare l'angolo interno.


Ho usato Fenice sulla palpebra mobile, concentrandomi soprattutto sulla zona centrale. Nella piega ho sfumato Chimera, che serve non solo a dare intensità al trucco ma anche a smorzare un po' il calore del tono ramato di Fenice. Per un tocco di luminosità, ho sfumato Mezzaestate sull'angolo interno dell'occhio. Ho completato con Kajal, un filo di matita sfumata e Mascara.
Sulle labbra ho applicato la matita 308 di Kiko sfumata con sopra il rossetto New York Apple di Mac, un berry riflessato perchè di sbrilli non ne sono mai sazia <3

Il trucco nel suo complesso mi piace molto, credo sia un'idea per portare discretamente il rame anche quando non è il colore ideale per il proprio viso.
Voi che rapport avete con il rame?  A presto ^_^

Continua...

giovedì 9 ottobre 2014

Bio Primer ravvivante di Neve Cosmetics: prime impressioni

13 comments

Neve Cosmetics ha lanciato sul mercato i suoi primer viso, privi si siliconi e petrolati. Esistono due versioni, una opacizzante e l'altra ravvivante, entrambe contenute in un tubetto da 40 ml.

L'azienda mi ha gentilmente inviato a scopo valutativo il primer ravvivante, che viene così descritto:

Base trucco perfezionante per uniformare la pelle, renderla più omogenea e favorire resa e durata del makeup. Formulato con olio di argan nutriente, burro di karitè protettivo ed estratto di aloe idratante, uniforma proteggendo la pelle donandole un finish sano e luminoso. Applicare su tutto il viso prima del trucco.

Qui l'inci:

Ingredients: Aqua [Water], Glyceryl Stearate Se, Glycerin, Argania Spinosa Kernel Oil, Butyrospermum Parkii (Shea Butter), Dicaprylyl Carbonate, Octyldodecanol, Butyrospermum Parkii (Shea Butter) Butter, Ci 77891 [Titanium Dioxide], Cetearyl Alcohol, Hexyldecanol, Hexyldecyl Laurate, Aloe Barbadensis Leaf Extract, Phenoxyethanol, Mica, Tocopheryl Acetate, Titanium Dioxide, Ci 77492 [Iron Oxides], Ci 77491 [Iron Oxides], Lactic Acid, Sodium Citrate, Xanthan Gum, Ethylhexylglycerin, Ci 77499 [Iron Oxides].

Naturalmente non posso fare al momento una recensione completa ma posso senz'altro raccontarvi le mie prime impressioni. Ho applicato questo primer con le dita, essendo molto denso trovo che scaldarlo bene fra mani e viso sia il modo migliore per stenderlo in modo uniforme, usandone la giusta quantità ed evitando strati eccessivi e sprechi di prodotto. Quindi, a mio avviso, non è idoneo per essere applicato di pennello.
La sensazione sulla pelle è di estrema morbidezza, l'effetto è luminoso ma non lucido e la grana sembra più compatta. Ho provato ad usare il Bio Primer sotto due tipologie diverse do fondotinta, ovvero il compatto a base minerale (Flat Perfection di Neve Cosmetics) e un liquido siliconico (Teint Miracle di Lancome), ottenendo due risultati molto differenti fra loro.
Il Flat Perfection con la base Bio Primer risulta un po' più coprente e meno polveroso, l'effetto è luminoso ma opaco, naturale e piacevole alla vista. Non mi pare che migliori realmente la tenuta di questo fondo ma senz'altro ne migliora l'effetto ottico.
Con il fondo Lancome  invece ne ha migliorato la stesura ma peggiorato le prestazioni: il viso è diventato molto lucido nell'arco di un'ora, quindi direi che non è adatto da abbinare ai siliconi.
Detto ciò, lo promuovo come base per il fondo minerale sottolineando però che lo ritengo adatto solo per le pelli piuttosto secche, dato che ha una componente idratante piuttosto elevata.

A presto ^_^
Continua...

lunedì 6 ottobre 2014

Trucco autunnale con la Electric di Urban Decay

12 comments
Tornando in tema di make up autunnali, oggi ve ne mostro uno realizzato con una palette considerata prettamente "estiva", ovvero la Electric di Urban Decay.
A mio avviso molte tonalità di questa palette sono sfruttabili anche in autunno perchè meno bright e più scure e profonde, come Fringe, Chaos, Jilted e Urban. Anche gli altri colori, però, possono assumere una veste più autunnale se abbinati a toni cupi o sfumati su una base scura.

Il trucco che ho realizzato è un accostamento fra dei colori che io reputo piuttosto adatti a questa stagione e uno che invece sembrava starci come i cavoli a merenda, eppure...


Ho fatto prima una base nera con la matita, lasciando il centro palpebra e l'angolo interno un po' più chiari, poi ho sfumato nella piega un mix fra Jilted e Urban, che sono rispettivamente un magenta scuro e un viola caldo. Ho applicato Freak, un verde lime perlato, sulla palpebra mobile, concentrandomi però sul centro e l'angolo esterno. Freak sulla base scura perde un po' della sua anima bold e si attenua, diventando un bel punto luce. Per completare il tutto ho aggiunto dell'ombretto nero qua e là per definire maggiormente i volumi e i contrasti.
Sulle guance Breezy di Mac e sulle labbra Private Party di Mac, un prugna medio piùttosto cupo.

L'effetto complessivo non è dei migliori, questi verdi e viola caldi un po' mi spengono, ma il trucco è carino e in tema con la stagione. Sono certa che su una carnagione più doratina della mia faccia farebbe un effetto bellissimo. Se qualcuno ci prova si faccia una foto, sono curiosa di vedere l'effetto su una carnagione diversa dalla mia ;)

A presto ^_^
Continua...