Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


venerdì 29 agosto 2014

Look con ombretto rosso

16 comments
Sono sempre stata molto attratta dagli ombretti rossi ma ho difficoltà ad indossarli, l'effetto occhi consunti dal pianto è sempre in agguato. Tuttavia avevo una gran voglia di fare un trucco rossiccio e ho cercato un modo per portarlo discretamente, senza sembrare stanca o malaticcia.

L'idea è stata quella di realizzare un trucco un po' da bambola con colori più affini alla mia comfort zone (il nero, il viola e il rosa), mentre il rosso l'ho sfumato in una "zona strategica" dove dà un tocco in più senza penalizzarmi.

Ho creato innanzitutto una doppia coda con l'ombretto nero, portandolo anche nella piega. Poi ho sfumato sulla palpebra del viola che ho creato mescolando Satellite Dream di Mac e Shock di Neve Cosmetics, ho aggiunto un punto luce bianchiccio-rosato con Zucchero Filato di Neve Cosmetics. Per la piega volevo usare Red Carpet di Neve Cosmetics ma su di me è troppo ruggine/marrone e non sembra un "vero" rosso, così ho deciso di usarlo comunque ma sfumandolo con un ombretto fucsia.


Per completare il look ho usato Russian Red di Mac corretto con una matita fucsia per raffreddarlo, dato che questo rossetto su di me tira fuori un po' di giallo che stona. Sulle guance Frankly Scarlet di Mac.

E' un trucco senz'altro particolare e un po' insolito, quanto meno per i miei standard, ma tutto sommato direi che è carino e riesce ad essere brioso e colorato come volevo, il compromesso che cercavo per poter portare l'ombretto rosso.

E voi cosa ne pensate? Vi capita di portare l'ombretto rosso oppure no? Come lo abbinereste?

A presto ^_^
Continua...


martedì 26 agosto 2014

Review: Luna di Foreo

17 comments

Foreo Luna è una spazzola elettrica dalla doppia funzione: Da un lato purifica la pelle e dall'altro pratica un massaggio anti age. L'ho ricevuto gratuitamente dall'azienda all'inizio di luglio, dopo quasi due mesi di utilizzo quotidiano è arrivato il momento di raccontarvi la mia esperienza.
 
Come lo si utilizza per le detersione? Prima bisogna struccarsi del tutto, poi inumidire e insaponare il viso con il proprio detergente. Bagno Luna con un po' d'acqua e poi lo passo su tutto il viso con movimenti rotatori, concentrandomi soprattutto su mento, naso e fronte. Bisogna soffermarsi sulla stessa zona per circa 30 secondi, un segnale intermittente fa capire quando è stato usato per un tempo sufficiente e si può passare ad un'altra area del viso. Ho ripetuto questo procedimento due volte al giorno, mattino e sera, come viene suggerito sulle istruzioni.

Dopo essermi sciacquata ed asciugata il viso applico la mia crema idratante e uso il lato massaggiante di Luna sulle zone critiche del mio viso, quelle più soggette a linee d'espressione e rughette: lati della bocca, contorno occhi e centro della fronte.

Rispetto ad altre spazzole reperibili in commercio il Luna presenta una serie interessante di vantaggi:

- Avendo setole di gomma risulta più delicata rispetto ad una spazzola vera e propria. Infatti il Luna non funziona per sfregamento ma agisce sulla pelle attraverso le pulsazioni T-Sonic, che portano la pelle ad espellere le impurità dei pori, i residui di trucco e le cellule morte. Foreo assicura dunque che il loro dispositivo è ottimo anche per le pelli sensibili e acneiche.
- La testina non è soggetta all'usura come quella delle spazzole e perciò non necessita di essere cambiata periodicamente. Foreo offre una garanzia di due anni ma assicura che il loro prodotto può funzionare bene fino a dieci.
- le setole in gomma sono più igieniche di quelle in nylon poichè più semplici da lavare e sciacquare.
- Luna è decisamente minuto e leggero, perfetto anche da portare in viaggio e non necessita di essere ricaricato di frequente, con una sola carica si possono fare fino a 450 trattamenti. E' utilizzabile anche sotto la doccia in quanto è completamente waterpoof.

Durante i primi giorni di utilizzo non ho notato effetti apprezzabili ed ero molto scettica verso un aggeggio che punta a pulire la pelle solo attraverso delle vibrazioni, invece mi sono del tutto ricreduta. Dopo una settimana il Luna ha ripulito la mia pelle di tutte le cellule morte ed è diventata molto più morbida e liscia al tatto e visibilmente più pulita e luminosa. Io l'ho usato anche sulle labbra e adesso riesco ad applicare anche i rossetti più secchi senza che vengano fuori pellicine, non ci sono più cellule morte e la pelle riesce ad assorbire meglio i prodotti idratanti e nutrienti.
Per quanto riguarda i punti neri direi che il prodotto è più afficace a prevenirli che ad eliminarli: se sono piccoli e superficiali vanno via ma se sono un pochino più profondi non basta, bisogna intervenire manualmente o con prodotti più "drastici". Insomma Luna è ottimo per prendersi cura del proprio viso ed evitare che si accumulino sulla pelle quelle impurità che generano gli inestetismi, ma se questi già ci sono e ben radicati il Luna non fa miracoli, conviene in tal caso abbinare il trattamento con una o due sedute di pulizia del viso presso un centro estetico.
L'ho trovato effettivamente molto delicato sulla mia pelle ma su mio marito (eh si, sta usando Luna quotidianamente anche lui) in un primo momento ha provocato uno sfogo di brufoletti, come se le vibrazioni avessero tirato su una problematica che sonnecchiava sotto pelle. Per fortuna è scomparso tutto nell'arco di qualche giorno e ora anche lui sta apprezzando i vantaggi di una pelle più liscia e pulita.

Per quanto riguarda il massaggio antiage posso dire solo che lo trovo rilassante e distende la tensione dei muscoli facciali, altri vantaggi per ora non ne ho notati.

Insomma sono veramente molto soddisfatta, non avevo una pelle così morbida e liscia da...non ricordo, forse non l'avevo così nemmeno da ragazzina! Non tornerei mai indietro, è diventato il must have assoluto della mia skincare.

E voi, lo avete mai provato?
A presto ^_^

Continua...

domenica 10 agosto 2014

Trucco viola semplice con la Electric di Urban Decay

18 comments
Riguardo la palette Electric di Urban Decay se ne sono dette tante, a mio avviso la cosa più sciocca è stata il dare per scontato che una palette arcobaleno serva esclusivamente a fare trucchi molto colorati e sopra le righe. Eppure non dovrebbe essere complesso immaginare che, con l'ausilio di una tinta più neutra, ognuno dei colori di questa palette possa essere usato per creare un bel trucco gradient, brioso ma semplice allo stesso tempo.

Il colore che ho scelto è Urban, un viola opaco neutro/caldo. L'ho applicato su tutta la palpebra ma ho concentrato più colore nella piega e verso l'esterno, dal centro della palpebra ho sfumato il viola con un panna opaco in modo da diluirlo e schiarirlo leggermente. Dopo ho picchiettato dei glitter bianchi (Diamanti in Polvere di Neve) per dare un tocco di luce non troppo invadente. Ho completato il trucco occhi con kajal e mascara

Per le labbra ho scelto un gloss berry (Crushed Cherry di Chanel), in modo da definire bene anche le labbra, ma senza aggiungere troppo colore al tutto.


Avrei potuto mettere un mlbb sulle labbra e sarebbe venuto fuori un trucco ancora più discreto ma a me piaceva così, al posto di Urban avrei potuto scegliere anche Chaos o Fringe, credo che prossimamente ci proverò proprio con quest'ultimo.

Voi come abbinereste questo punto di viola?
A presto ^_^

Continua...

lunedì 4 agosto 2014

Make up estivo con la palette Electric di Urban Decay

22 comments

In estate adoro accoppiare il blu chiaro e il verde, sarà perchè insime mi ricordano il mare, la vegetazione, i cieli azzurri, i riflessi sull'acqua...insomma per me è quasi un must, di tanto in tanto sento l'esigenza di truccarmi con questi colori.
Solitamente parto dall'angolo esterno con un blu non troppo scuro e piuttosto brillante e vado man mano a schiarirlo con un verde chiaro piuttosto freddo.

Stavolta ho scelto due ombretti dalla palette Electric di Urban Decay: un azzurro cobalto bellissimo (Gonzo) e un verde lime (Trash), colore alquanto insolito per me che tendo a preferire tonalità di verde più fredde e meno giallognole. Ho aggiunto solo un po' di nero lungo le ciglia per dare definizione e un tocco di bianco shimmer sull'angolo interno per illuminare. Ho completato il trucco occhi con kajal e mascara.


Dato che il look è molto vivace ho voluto scegliere sul resto del viso toni più morbidi e delicati pescandoli dalla mia comfort zone lamponosa: Breezy di Mac sulle guance e Crushed Cherry di Chanel sulle labbra..

Cosa ve ne pare? Devo dire che la combo l'ho apprezzata anche con il verde lime e nell'insieme il trucco è venuto brioso ma non sovraccarico.

A presto ^_^
Continua...

venerdì 1 agosto 2014

Flying to Egypt - interpretazione di Thot, il dio della scrittura

26 comments

Che succede se otto Beauty blogger fanno combriccola e decidono di catapultarsi in un viaggio spazio temporale alla volta dell'antico Egitto? Come rimanere immuni al fascino di una delle civiltà più potenti e grandiose della storia?
Gli antichi Egizi hanno governato il mondo, durante gli ultimi secoli hanno incantato ed affascinato archeologi e non…ispirando anche noi make-up addicted!
Noi, Alquanto Inutile, Axelle, Didica make up, Foffyland, So Fashion, The Deathberry, 10 ways to wear makeup e io, archeologhe col rossetto, ci siamo inoltrate nel lato mistico alla scoperta delle divinità egizie, tanto rispettate ed adorate, e ne abbiamo reinterpretate alcune, lasciandoci ispirare dai geroglifici e dall'iconografia, testimonianze dirette del culto che ancora oggi desta in noi un'implacabile curiosità.

Image Map
Ciò che più mi affascina dell'antica cultura egizia e l'uso dei segni geroglifici, un sistema di scrittura  monumentale che, nonostante oggi sia diventato leggibile e intepretabile, per me continua a conservare una forte aura di mistero. Così il mio make up si ispira a quello che secondo la tradizione è il creatore di questa scrittura: il dio Thot, divinità della sapienza, della scrittura, della magia e della luna, rappresentato sotto forma di ibis.

Ho voluto fare un trucco estremamente minimal, tutto incentrato su un gioco di eyeliner articolato in maniera calligrafica, affinchè ricordi un po' i segni della scrittura egizia. Per realizzarlo mi sono ispirata soprattutto ad un make up della mia mua preferita, Alex Box, realizzato per una campagna Illamasqua.


Per realizzarlo volevo usare il mio eyeliner in crema ma ho scoperto che si è troppo indurito per poterci fare giochini di precisione, così ho preso un ombretto nero, l'ho smaciullato con un mortaio e l'ho mescolato con dell'acqua. Ho ottenuto un composto liquido e preciso come inchiostro, con un pennello da pittura  l'ho applicato prima lungo il bordo delle ciglia, poi a salire verso l'arcata e poi a scendere sotto l'occhio, terminando con un un ricciolo.
Per completare ho fatto delle labbra blu perchè mi andava, senza una ragione precisa, utilizzando la matita Chromagraphic di Mac Hi Def Cian con un po' di ombretto blu e del gloss.
E' un po' povero e spartano rispetto ai colorattisimi ed elaborati lavori che hanno fatto le mie colleghe, me ne rendo conto,  ma spero vi sia piaciuto ugualmente :)

A presto ^_^
Continua...