Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


domenica 5 luglio 2015

Gothic doll make up

8 comments
Un pomeriggio non avevo nulla da fare e ho cominciato a truccarmi facendo cose a caso. Ne è uscito un look semplice, veloce e adatto a tutte le occasioni *credici*


In realtà ero partita semplicemente col provare a fare un trucco che ingrandisse gli occhi, magari un po' teatrale ma ancora portabile per la popolazione media. Però poi mi sono lasciata prendere molto la mano e ho deciso di trasformarlo in un trucco bambola, una bambola non proprio rassicurante e per questo la definirò in modo molto mainstream come "gotica"


Non è complesso ed elaborato come sembra, in realtà ho impiegato circa mezz'ora. Per prima cosa ho sfumato un matitone bianco su tutta la zona oculare (Milk di Nyx) e poi con un eyeliner in crema (Chromaline black black di Mac) ho colorato di nero tutta la palpebra mobile e mi sono allungat a verso l'esterno creando una sagoma ad onda. Ho lasciato uno spazio bianco e poi con una matita nera ho creato un'ombreggiatura, sia sulla palpebra fissa sia sotto la rima inferiore dell'occhio, un'ombreggiatura non propriamente grafica ma ben definita. Con la palette Electric di Urban Decay ho poi creato un chiaro scuro fra il viola e il fucsia, andando verso il sopracciglio e lo zigomo. Dato che mi sembrava poco, ho deciso che andavano applicate delle ciglia finte, ma solo sotto perchè non volevo esagerare, in fondo la sobrietà qui è di casa. E giusto una ritoccatina alle sopracciglia.
Ho sfumato marrone freddo e fard creando guance a pomello (Taupe di Nyx e Azalea Blossom di Mac) e ho applicato sulle labbra prima la matita Vino di Mac (strabordando come se non vi fosse domani) e poi il rossetto Hang up di Mac.

Poi mi sono fatta due codini, mi sono messo un gonnellone di tulle nero e sono andata ad Harajuku per fare shopping sulla Takeshita Dori, dove tutto è normalità.

Il senso di questo trucco? non so, magari se siete fotografi/stylist/truccatori/modelle potreste prenderne spunto per un editoriale, o sfoggiarlo ad halloween/carnevale. O farci shopping sulla Takeshita, of course. Ah, magari anche alle Drag queen può piacere, io e loro abbiamo lo stesso gusto in fatto di make up <3

A presto ^_^

Commenta con Facebook:

8 commenti :

  1. Fantastico Annalisa, dovresti lasciarti andare più spesso se poi crei questi capolavori *_*

    RispondiElimina
  2. Oh Mio Dio, è stupendo! *___*
    Impegnativo, ma stupendo. Complimenti <3

    RispondiElimina
  3. Ragazze non è un trucco impegnativo, è un trucco creativo, pensavo fosse chiaro il concetto.
    Se mi trucco da sposa cadavere faccio un trucco impegnativo? no, faccio un lavoro fantasy, che non a nulla a che vedere con ciò che viene indossato dalle donne per farsi belle.
    Usciamo dal concetto make up = bellezza, make up significa tante altre cose.

    RispondiElimina
  4. mi piace tantissimo, tra l'altro la tecnica è parecchio interessante, il fatto di partire dal bianco e riempirlo non l'avevo considerato :D

    RispondiElimina
  5. Io lo trovo davvero bellissimo. Sarà che sono anch'io affine ai gusti da Drag Queen?!? XD

    RispondiElimina
  6. mi piace moltissimo, complimenti, in questi anni ho visto come sei cresciuta e adesso sei una professionista! adoro il giappone perciò quando ci tornerò vorrei che mi truccassi da bambola ^__^

    RispondiElimina