Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


sabato 11 luglio 2015

Prepararsi per uno shooting: consigli ed esperienze personali.

4 comments

Ogni volta che esco di casa per lavorare ad un servizio fotografico parto con un valigione che pesa tonnellate. Io, che avevo un bicipite inesistente, da che faccio la truccatrice mi è venuto un lieve muscoletto a furia di portare il trolley in giro. Ecco, truccare fa bene al corpo e allo spirito :D
E ogni volta che la sollevo mi stupisco di come pesi la mia valigia, a volte mi viene quasi il sospetto che si sia ficcata dentro la mia Camilla Blanche, poi però ci rifletto e mi rendo conto che ogni volta serve veramente tanta roba, perchè bisogna essere sempre pronti a tutto.

Naturalmente, a seconda del tipo di progetto, ogni volta seleziono prodotti diversi, ma spesso sul set si verificano imprevisti: un parrucchiere che non può più venire, una seconda modella da truccare che spunta all'intrasatto, un fotografo che all'improvviso vuole stravolgere il trucco beauty con un tocco fluo, o munirsi di idee alternative perchè ancora vi è confusione sul look che verrà scelto.

Cosa porto con me?



SKINCARE E ACCESSORI
E' sempre bene preparare la pelle prima di truccarla e munirsi di prodotti per struccarla, spesso le modelle si presentano già truccate o hanno esigenza di venir struccate prima di andar via.
Indispensabili sono le salviette struccanti imbevute, utilissime quando si va di fretta. Però, solitamente, tendo a preferire il latte detergente per struccare in quanto le salviette spesso pizzicano un po', elimino poi i residui con un'acqua di rose, che viene sempre molto apprezzata per la freschezza e il profumo. Uso l'acqua di rose anche quando arrivano già struccate, perchè chiude i pori ed elimina eccessi di sebo e sudore. Porto con me anche dell'acqua micellare, per eliminare il trucco più resistente senza dover strofinare e causare rossori. Infine applico una crema idratante leggera e aspetto qualche minuto in modo che si assorba, ne porto una di quelle adatte per pelli miste perchè quelle più corpose non sono adatte per la base trucco. Porto con me sempre dell'acqua termale per eliminare gli eccessi di cipria, la vaporizzo sul viso e la tampono con una velina, ma è utile anche per bagnare gli ombretti. Una crema corpo, torna utile, è antiestetico vedere in foto la ruvidità delle ginocchia, se è una crema bella densa ancora meglio, l'effetto leggermente lucido sul corpo è molto apprezzato.
Non possono mancare dischetti di cotone, forbicine, limesmalti e solvente. Naturalmente evito di portare tanti colori, mi basta un rosa cipria, un bianco lattiginoso, un rosso e un borgogna scuro. Come solvente uso il Remover Gentle di Kiko, che è delicato e lascia un adorabile profumo di uva fragola sulle dita.
Infine ricordate di portare un deodorante, spesso, specie con questo caldo, arrivano persone sudate che sentono l'esigenza di darsi una rinfrescata ed è utile pure alla truccatrice: lavorando a stretto contatto con la gente è bene che la presenza non risulti sgradevole.

PARRUCCO
Il makeup artist deve attrezzarsi anche come acconciatore, ahimè, e saper fare almeno qualcosa di semplice come dei boccoli, una treccia a spina di pesce, una coda ben tirata o uno chignon. Non sempre è richiesto, ma io porto almeno gli essenziali sempre perchè mi è capitato che servissero anche se non mi era stato comunicato: forcine, becchi di cicogna, una piastra (di quelle adatte sia per lisciare sia per i boccoli), un pettine a coda, una spazzola, degli elastici, un mollettone e una lacca.


Alcuni dei miei prodotti essenziali e la mia palette di rossetti in fase di assemblaggio

MAKE UP
Per quanto riguarda i prodotti della base li avete già visti qui, li porto sempre tutti perchè scelgo cosa usare in base in base allo stato della pelle della modella. Riguardo gli ombretti porto sempre con me la mia palette di neutri Mac, un mix di ombretti neve e kryolan attaccatti in una palette Neve, una palettona di coloratissimi Inglot, la Naked 2 di Urban Decay e una selezione di pigmenti shimmer per i trucchi più scenici. Molti mi chiedono "ma perchè ti porti questi colori accesi? non ti serviranno mai", invece si, mi sono serviti spesso. Poi varie tipologie di eyeliner (tutti neri), matite (tutte nere e marroni), 3 matite per sopracciglia, il primer e il mascara. Per le labbra, fortunatamente, ho fatto una palette unica in cui ho sciolto una ventina di rossetti, quasi tutti sul genere nude/mlbb + 3 rossi, due borgogna e un paio di fucsia, inoltre ho i lipmix di mac per creare al momento qualche colore più particolare. Naturalmente primer labbra, una decina di matite e 3 gloss: trasparente, pesca e malva.

Simone, Francesca Testasecca ed io
Simone, Cristina De Pin ed io
Queste foto mostrano un recente shooting per la rivista Dipiù, io e il mio collega Simone Ferraioli siamo stati mandati da Antonio Ciaramella - Timeless Beauty ad occuparci rispettivamente di trucco e parrucco per la soubrette Cristina De Pin e per Miss Italia 2010 Francesca Testasecca.
E' stata un'esperienza molto piacevole in quanto ho lavorato con persone molto cordiali e professionali. Sul trucco mi è stata data un'ampia libertà di scelta, gli unici vincoli erano fare attenzione a non creare un look troppo elaborato, "da sera", e lasciare le labbra piuttosto naturali.
Per Cristina ho scelto un look sobrio e sofisticato, realizzato con un make up beauty correttivo, quindi appositamente studiato per i suoi lineamenti: occhi con leggera ombreggiatura marrone caffè, mirata ad ingrandire e ad allungare l'occhio, guance rosa antico e labbra rosa del deserto, ovvero Velvet teddy di Mac. Per Francesca ho invece preferito un look più romantico: un tenue smokey viola prugna (Fig 1 di Mac) sfumato in rosa malva perlescente, due colori che creano un bel contrasto con il verde acqua dei suoi occhi. Sulle labbra la matita Whirl di Mac ravvivata da un tono rosato trasparente, ovvero Angel di Mac. Siccome c'era un caldo torrido, ho scelto per entrambe il fondotinta HD di Make up Forever, poichè risulta leggero sulla pelle e ha un discreto potere opacizzante, oltre ad essere perfetto per la resa fotografica.




In shooting come questi, dove il trucco è piuttosto basic e non di lunga realizzazione (come può essere invece un trucco fantasy o teatrale), la sola (e grande) difficoltà è quella di capire subito non solo come dare risalto al viso della modella ma anche riuscire ad analizzare un po' il suo gusto, il suo carattere, in modo da creare un look che non sia solo valorizzante ma anche in linea con l'identità di chi lo indossa, facendola sentire a suo agio oltre che bella. In questa occasione sono certa di esserci riuscita, Francesca, Cristina e tutto lo staff sono stati contentissimi del lavoro che svolto, cosa che mi incoraggia molto a combattere le mie insicurezze e ad andare avanti in questo percorso di mua che ho appena iniziato.
Prossimamente vi parlerò invece di come mi preparo per lavori di stampo creativo.

A presto  ^_^

Commenta con Facebook:

4 commenti :

  1. Io adoro questo 'dietro le quinte' *_* potrei stare ore a leggerti (o ascoltarti) *______________*.

    RispondiElimina
  2. Anche a me piacciono tantissimo questi post e quello sul trucco creativo so gia' lo amero' *___*!

    RispondiElimina
  3. sono molto contenta per te! la tua valigia per lo shooting è una miniera, la palette dei blush mi ha fatto davvero sognare!

    RispondiElimina
  4. Splendido post! *___* Che bello poter vedere il dietro le quinte!

    RispondiElimina