Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


venerdì 9 ottobre 2015

Brow Divine di Nabla Cosmetics: swatch e prime impressioni

4 comments


Oggi vi parlo di un prodotto che è sulla bocca di tutte: Brow Divine, le nuove matite epr sopracciglia di Nabla Cosmetics.
Lo so, sono una pessima blogger perchè mi sono presa tantissimo tempo prima di decidermi a scrivere le mie prime impressioni, però avevo una serie di perplessità e nel timore di dire sciocchezze ho preferito aspettare un po'.

Parliamo innanzitutto del packaging: stupendo. Pulito, lineare ed elegante, ma soprattutto estremamente comodo. La mina è ultrasottile ma resistente, non tende a spezzarsi, ed è comodamente retraibile. Io amo le matite per sopracciglia automatiche, le trovo molto più pratiche e precise di quelle temperabili. All'estremità vi è un secondo tappo che nasconde uno scovolino, utile sia a pettinare i peli sia a dare una leggera sfumatura al prodotto.

Vediamo ora gli swatch:


VENUS: è la più chiara delle cinque, si presta bene per le bionde ma anche per chi è castana con sopracciglia chiare e rade. Fra i prodotti per sopracciglia in mio possesso ha una certa somiglianza con Fling di Mac, ma in realtà quest'ultima è nettamente più fredda. Dopo questa osservazione concludo affermando che Venus si presta meglio a tonalità mielate di capello piuttosto che a quelli cenere.

URANUS: questa è invece la più scura delle cinque. Ho provato a paragonarla a Spiked di Mac, ma Uranus è più scura e fredda. Inizialmente ero perplessa dal colore di questa matita, dato che è davvero tanto tanto scura, poi mi sono resa conto che ha un tratto molto leggero e poco scrivente, il che permette di creare ombre piuttosto delicate nel caso si vogliano riempire buchetti su ragazze more. Tuttavia non la trovo ideale per la ricostruzione della sagoma del sopracciglio, senz'altro per il colore molto scuro ma non solo, dopo vi spiegherò meglio cosa intendo.

NEPTUNE: è forse fra tutte quella che riterrei più versatile: ne chiara ne scura, piuttosto fredda ma non eccessivamente grigia.  Adattabile sia sulle bionde che tendono al castano sia alle castane scure ma non troppo. Immediatamente ho riconosciuto in lei una familiarità con la matita che uso di più a lavoro, ovvero Lingering di Mac. Sono quasi identiche, la differenza sta nel fatto che lingering ha un tratto più deciso e risulta perciò più scura.

 MERCURY: fra BrowDivine è l'unica destinata a chi ha capelli ramati o che tendono al rosso. Però, ad essere onesta, io non la trovo rossiccia ma piuttosto molto dorata, giallastra. Magari si presta bene su chi ha un colore di capelli che tende al caldo, tipo un castano caramello, ma sulle vere rosse non la trovo indicata.

JUPITER: è un marrone scuro neutro adatto per chi ha i capelli castano scuro. Somiglia a Spiked di Mac in modo impressionante, ma meno fredda.



In un primo momento avevo individuato Jupiter come colore adatto a me, ma poi mi sono accorta che risultava troppo "marrone" e quindi innaturale. Allora mi sono orientata su Neptune ma neppure questa mi ha soddisfatta perchè manca dell'intensità giusta per ricostruire il mio sopracciglio che, ahimè, è piuttosto sfigatello. Ho trovato la soluzione ottimale creando prima una base con Neptune e poi aggiungendo piccoli tratteggi con Uranus. Il risultato lo vedete nelle foto sopra.

Cosa ne penso di queste matite? beh, non sono male ma non ne sono entusiasta, almeno al momento. Ottimo il packaging ma il tratto è un po' gessoso, poco intenso e non ben sfumabile, è perfetto per fare piccoli ritocchi su sopracciglia già folte e ben curate, ma quando si ha a che fare con sopracciglia come le mie, che richiedono un lavoro di ricostruzione più attento, mi serve una matita più cerosa, scorrevole, intensa e sfumabile. Quindi diciamo che potreste trovarvi molto o poco bene a seconda delle esigenze che avete, non mi sento assolutamente di bocciarle ma sicuro non sono super versatili. Inoltre la tenuta è buona ma non eccellente, a fine giornata noto che si sono sbiadite un po'.
Credo che continuerò ad acquistare le automatiche di Mac, mi costano meno e ne sono più soddisfatta.

Voi le avete già provate? a presto ^_^


Commenta con Facebook:

4 commenti :

  1. Io mi sto trovando bene, anche se devo ricostruire le sopracciglia che sono molto rade (utilizzo Venus e Neptune, qualche piccolissimo tratto con Uranus). Però non ho ancora testato la durata perché le ho usate per delle uscite serali. Ho provato una volta le matite automatiche Mac e in quanto a durata sono spettacolari (era questo Luglio, 40° all'ombra...non so se mi spiego XD).

    RispondiElimina
  2. io non mi ci troverei male per quel che concerne colore e resa estetica, ci ho impiegato qualche giorno ad abituarmi a loro perché le matite con cui ho più dimestichezza in assoluto (le MAC) sono diverse.
    Solo che non mi durano ç_ç
    Io non ho molto da disegnare per cui in tutte le parti dove non devo farlo la cosa non si nota molto perché sbiadiscono, ma dove disegno dopo 5-6 ore non mi ritrovo nulla o_O

    RispondiElimina
  3. Ero curiosa di leggere il tuo parere...io con le sopracciglia sfigate, mi ci sto trovando molto bene, addirittura reggono bene anche con zumba :/ Però è vero... rispetto ad altre sono poco sfumabili...

    RispondiElimina
  4. Io ho preso Neptune, ed e' la prima matita che provo, dopo anni di polveri. Non ho da rifare molto la forma, piu' che altro riempire un po' e definire un minimo bordi e codina, e mi ci sto trovando bene -anche se, non avendo altri parametri di paragone, non posso esprimermi piu' di cosi'-. Ci sto ancora prendendo la mano, cerco di fare piccoli tratti per riempire, e la scrivenza non elevata mi aiuta a non fare danni; poi l'effetto naturale che ottengo mi piace molto.
    Sulla durata e' vero, tendono a sbiadire, ma comunque a fine giornata le sopracciglia mi restano definite quel che serve per averle in ordine.
    Sicuramente non ho buttato soldi, ma forse in futuro provero' altro.

    RispondiElimina