Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


martedì 27 gennaio 2015

Pillow Lips by Neve Cosmetics: prime impressioni

14 comments

Il Pillow lips è un balsamo labbra nutriente e volumizzante. La formula è arricchita da un estratto vegetale marino (olio di alga Dictyopteris) che stimola gli adipociti della mucosa labiale in modo da reintegrare acqua nei tessuti e renderli più tonici e voluminosi. Inoltre contiene Olio di argan, per conferire morbidezza e nutrimento, e olio di vinaccioli, dall'azione antiage.


Il prodotto si presenta con un packaging stretto e lungo, in plastica lilla e pesca, che contiene uno stick altrettanto sottile, diverso dai burri labbra "cicciotti" che io vedo solitamente in commercio. Ha un leggero profumo di toffee che io trovo veramente adorabile e anche il colore dello stick richiama le note caramelle, insomma mi viene voglia di mangiarlo :D
Il profumo però non è molto persistente e perciò potrà essere apprezzato anche da chi di solito non ama i prodotti labbra aromatizzati. Il colore marroncino è solo apparente, una volta applicato risulta completamente incolore e lascia una satinatura leggera, insomma lucida un pochino e conferisce alle labbra un effetto morbidezza senza glossarle, cosa che piacerà senz'altro a chi ama le labbra opache ma non rinuncia a protezione e nutrimento, specie in giornate fredde come queste. Non appiccica, non unge, la sua presenza è discreta e confortevole. Risulta abbastanza nutriente e al momento sembra piuttosto efficace a prevenire le screpolature sulle mie labbra, tuttavia continuo a preferire il burro labbra che uso abitualmente (4 burri Erbolario), li userò alternandoli  e vi darò in futuro un'opinione più chiara e definita. Al momento non ho rivelato nessun effetto volumizzante, si rivelerà con l'uso costante nel tempo? chissà...

Lascio qui l'inci:

Caprylic/Capric Triglyceride, Olus Oil/ Olus (Vegetable) Oil, Ricinus Communis Seed Oil/Ricinus Communis (Castor) Seed Oil, Cera Alba (Beeswax), Copernicia Cerifera Cera/Copernicia Cerifera (Carnaruba) Wax, Hydrogenated Vegetable Oil, Argania Spinosa Kernel Oil, Candelilla Cera/Euporbia Cerifera (Candelilla) Wax, Mica, Helianthus Annuus/ Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil, Huile De Dictyopteris/Dictyopteris Oil, Vitis Vinifera Seed Oil/Vitis Vinifera (Grape) Seed Oil, Tocopherol, Talc, Geraniol, Limonene, Linalool, Parfum (Fragrance).
May Contain (+/-): CI 77891 (Titanium Dioxide), CI 77491, CI 77492, CI 77499 (Iron Oxides).


Cosa non mi piace di questo prodotto? il fatto che mi si è spezzato apparentemente senza motivo, l'ho tirato fuori dalla tasca del mio cappotto e ho trovato la spiacevole sorpresa. Probabilmente, come ogni burro, è sensibile al calore e il fatto che sia tanto sottile lo rende particolarmente delicato, più fragile dei burri dal formato "classico". O sono stata sfortunata io?

Pillow lips debutterà il 28 gennaio su www.nevecosmetics.it

Siete incuriosite da questa novità? a presto ^_^
Continua...


giovedì 22 gennaio 2015

Voglia di glitter

11 comments
Ogni tanto sento l'esigenza di tirare fuori i glitter, specie quando non mi sono truccata. Purtroppo in settimana dovendo fare corso esco struccata e nel week end vado spesso di fretta, così ho poche occasioni per fare un trucco un po' più elaborato e quando mi capita tiro fuori il mio amore per gli sbrilli.

Il trucco che vi presento oggi è una gradazione di viola con glitter rosa, è piuttosto semplice da fare se avete a disposizione i colori giusti e l'unica difficoltà potrebbe essere maneggiare la colla ma basterà esercitarsi un paio di volte per farci la mano.

Purple Make up

Il trucco occhi è tutto low cost, ho utilizzato solo ombretti di Neve Cosmetics: sulla palpebra mobile ho applicato Chimera in modo da risultare più intenso verso l'esterno e via via più chiaro verso l'angolo interno, mentre nella piega ho sfumato Shopping con un pizzico di nero per intensificare la parte mediana. Ho usato Aurora boreale per rendere il trucco molto luminoso, l'ho giusto spolverato un po' ovunque ma verso l'angolo interno l'ho applicato bagnato di colla, in modo da aderire perfettamente alla pelle e da creare una luminosità effetto gioiello.
Infine ho comjpletato con una riga sottile di eyeliner (ma ci stava bene anche solo un po' di matita sfumata) e mascara.
Sulle guance ho sfumato un fucsia violaceo (Ruhbarb di Mac) e per le labbra ho scelto un fucsia magenta semi opaco (Funny Face di Nars).

Il trucco è sicuramente importante ma lo si potrebbe rendere più semplice spolverando i glitter senza la colla, o eliminando la riga di eyeliner, o sostituendo il rossetto fucsia con un rosato effetto naturale. Sicuramente fa un po' barbie ma a me non dispiace affatto, voi lo indossereste?

A presto ^_^
Continua...

giovedì 15 gennaio 2015

Doppio eyeliner Black & White

11 comments
Io ho sempre un po' di diffidenza verso gli eyeliner colorati (sul mio occhio tondo è difficile portare bene quello nero figuriamoci gli altri) però al fascino di quello bianco non ho resistito. Ne ho acquistato uno  tempo fa e sono stata per lungo tempo a riguardarmelo con un certo timore: che ci faccio? Come lo uso? Trovo che la riga bianca all'attaccatura delle ciglia mi svuoti lo sguardo, per cui ho dovuto cercare un modo alternativo di usarlo.

Ho preso coraggio e ho deciso di farci una cosa minimal e grafica, di forte impatto ma allo stesso tempo semplice e lineare.


Ho per prima cosa scolpito leggermente le mie palpebre con ombretti neutri opachi (Espresso e Brulè di Mac), poi ho ho fatto una riga di eyeliner nero (Chromaline Black Black di Mac) di taglio moderno, ovvero con la coda dritta invece che ad onda perchè penalizza meno l'occhio tondo. Poi ho preso il mio eyeliner bianco (Chromaline Pure White di Mac) e l'ho applicato a piccoli tratti con un pennello sintetico da pittura, molto sottile e corto. Inizialmente non era perfetta perchè c'erano un po' di trasparenze e imperfezioni, ho fatto una seconda passata di bianco per ottenere un colore pieno e omogeneo poi una di eyeliner nero per correggere le piccole sbavature. Ho completato con mascara e kajal.
Sulle guance Frankly Scarlet di Mac e sulle labbra inizialmente avevo messo il Rimmel 107 ma siccome mi sembrava un po' cupo vi ho aggiunto una passata di F-bomb di Urban Decay.

Il trucco nell'insieme è simpatico, anche se non è adatto ai miei occhi forse lo rifarò. Inoltre il mio docente all'accademia di trucco mi ha detto che l'eyeliner bianco è uno dei trend di quest'anno, quindi potrebbe essere l'occasione per giocarci un po' ed essere fashion XD

Voi avete mai provato un eyeliner bianco? A presto ^_^
Continua...

sabato 10 gennaio 2015

Trucco blu intenso

13 comments
Mi sono accorta, girando fra pagine e gruppi dedicati al make up, che per gli ombretti blu la maggior parte della gente prova sentimenti contrastanti: tutte li trovano belli e vorrebbero indossarli, molte però li temono e finiscono per evitarli. Mi sono state riferite diverse motivazioni, le più diffuse sono un non auspicabile effetto occhiaie/livido, creare un contrasto sgradevole con il proprio sottotono o temere di appesantire troppo lo sguardo.
In effetti anche all'accademia di trucco che frequento ci hanno messe in guardia dal blu, spiegandoci che prima di sceglierlo per un make up dobbiamo guardare mille aspetti della cliente (quali i colori del viso, i lineamenti, l'età e le eventuali discromie) perchè è facile che possa andare ad accentuare alcuni difetti del viso o crearne lì dove non ve ne sono. Io devo ammettere che in parte condivido questi timori, i primi tentativi con l'ombretto blu furono veramente disastrosi e ho impiegato moltissimo tempo prima di riuscire ad ottenere buoni risultati, tuttavia non la farei così tragica.

L'ombretto che ho usato per il trucco di oggi è Eternity di Nabla Cosmetics, un punto di blu forse più scuro rispetto alle aspettative di alcune ma secondo me per nulla cupo e piuttosto facile da gestire, con pochi gesti è possibile fare uno smokey o un gradiente perfetto per un trucco che cattura gli sguardi senza perdere l'eleganza.


Ho per prima cosa applicato Eternity su tutta la palpebra mobile, diluendo e sfumando il colore verso l'angolo interno in modo che risultasse meno scuro. Poi con un nero opaco ho marcato l'esterno dell'occhio e l'ho sfumato bene nella piega, in modo da dare intensità allo sguardo e creare una gradazione di colore che offre tridimensionalità all'occhio. Infine, per evitare che il tutto risultasse un po' troppo scuro, ho usato un bianco per illuminare la parte interna dell'occhio, però è una tipologia di bianco (Mylar di Mac) piuttosto sheer perchè non mi andava di creare una luminosità che snaturasse il bel blu di Eternity e con un finish finemente satinato perchè lo volevo luminoso ma non metallico, insomma che mantenesse un gioco di riflessi discreto.
Ho completato il look come al mio solito: mascara e kajal in abbondanza. Sulle labbra ho scelto un tono di rosa chiaro e soft (Unlimited di Mac) perchè volevo concentrare l'attenzione sullo sguardo, sulle guance un rosa biscotto molto naturale (Cubic di Mac).

Il trucco mi è piaciuto e trovo che mi stesse bene, sicuramente valorizza la forma tonda e sporgente del mio occhio e si adatta bene al mio sottotono freddo, però credo che con piccole modifiche possa essere riadattato su altri volti. Insomma questa è una delle tante opzioni possibili per sfruttare Eternity, voi invece come lo portereste?

A presto ^_^
Continua...

mercoledì 7 gennaio 2015

Bollywood make up rosa antico

7 comments
Da quando le sorelle Pixiwoo sono diventate un po' noiose e ripetitive (ma perchè? io vi amavo ç_ç), una delle mie più grandi ispiratrici è Julia Graf, dalla quale ho rubato il trucco che vi mostro oggi seguendo un suo tutorial.

Si tratta di un trucco di ispirazione orientale, ovvero il classico eyeliner super allungato con angolo interno da "gatto" e tanto kajal. La particolarità sta nel contrasto di colore fra il verde della rima cigliare inferiore e la gradazione di rosa antico sulla palpebra mobile.



Ho applicato sulla palpebra mobile un rosa antico perlato molto chiaro (Inglot 399), mentre nell'angolo interno ho sfumato un marrone violaceo scuro con un tocco di borgogna (Blackberry e Deep Damson di Mac). Dopo aver applicato l'eyeliner e il kajal ho usato un verde smeraldo (dalla palette Lagoon di sleek) lungo la rima inferiore allungandolo verso l'esterno seguendo la riga dell'eyeliner.
Sulle labbra ho usato un berry scuro (Rimmel by Kate Moss 09) su una base di matita fucsia (Anarchy di Urban Decay, in modo da ottenere un colore scuro ma vibrante.

L'esperimento mi ha divertita molto e nell'insieme trovo che il look sia adorabile, purtroppo su di me rende male perchè questa forma grafica di eyeliner tende a sottolineare la rotondità e la sporgenza del mio occhio, inoltre l'angolino interno così allungato e marcato va ad avvicinare otticamente i miei occhi che per natura non sono molto distanziati. Insomma non lo replicherei in un'occasione in cui voglio sentirmi bella e valorizzata, però mi sento di consigliarlo a chi ha occhi più regolari dei miei, specie se un po' piccoli in quanto tende ad ingrandirli molto.

A presto ^_^
Continua...