Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


domenica 24 gennaio 2016

Storia di un blog in declino

28 comments

Molte di voi avranno notato che il mio blog recentemente è stato aggiornato poco. Sicuramente ho iniziato a trascurarlo nel momento in cui ho intrapreso il percorso di truccatrice e ad avere un fitto periodo di impegni di studio e di lavoro. Ora sono un po’ meno indaffarata eppure faccio molta fatica a riprendere a scrivere, sicuramente ciò si spiega con il fatto che mi ero un po’ disabituata e ho bisogno di ritrovare un certo ritmo, ma d’altro canto mi rendo conto di avere ragioni più profonde che mi demotivano molto.

Ho cominciato a pormi una serie di domande: qual è il senso di un blog di make up al giorno d’oggi? le appassionate di make up che popolano il web cosa cercano realmente? quanto sono vicini il mondo del make up professionale (ovvero quello della moda, del cinema, del teatro e del mondo dello spettacolo in genere fino ad arrivare alle occasioni importati della gente comune, quale un matrimonio)  e quello di blog, youtube e gruppi a tema trucco? 

Quando cinque anni fa diedi vita a questo piccolo spazio lo feci perchè avevo bisogno di condividere la mia passione e all'epoca mi sembrava l'unico modo possibile. Fra conoscenti ero l'unica appassionata di trucco, non avevo nessuno con cui confrontarmi e anzi ero inibita dal farlo perchè se introducevo il discorso mia mamma roteava gli occhi, mio marito si annoiava (giustamente!), le mie amiche mi prendevano in giro e la cosa veniva vista come una frivola perdita di soldi e di tempo. Con il blog trovai gente che mi capiva e finalmente smisi di sentirmi una povera matta. Purtroppo oggi questo scambio sul mio blog non c'è più, è andato gradualmente a diminuire fino a sparire del tutto o quasi. Perchè? Perchè il mondo delle appassionate è cambiato. L'approccio è mordi e fuggi: guarda le foto, chiudi la pagina.

L'opinione su un prodotto non desta molto interesse e nemmeno gli swatch, si è persa un po' l'abitudine di cercare su google per blog e siti, è diventato più immediato fare una domanda lampo su uno di quei gruppi da migliaia di iscritti e aspettare risposte, che solitamente arrivano numerose e in velocità.
A dire il vero è una scelta che io condivido solo nel momento in cui cerco info su un prodotto poco conosciuto, altrimenti perchè chiedere informazioni a chi capita? Potrebbe essere poco competente e darmi un consiglio sbagliato, potrebbe fare una foto alterata e mostrarmi uno swatch non fedele. Non è detto che le blogger siano tutte affidabili, ma perchè non selezionare quelle più "brave" invece di cercare l'opinione di persone delle quali non posso attestarne la competenza?
D'altro canto io ormai credo poco al valore delle recensioni: capita spesso che io bocci categoricamente un prodotto che è piaciuto molto (Ho odiato le matite per sopracciglia di Nabla) o che abbia amato un prodotto considerato poco valido da molte parti (gli ombretti Mac, a dispetto della loro fama, rimangono fra i miei preferiti). E come io ho delle opinioni molto diverse da quelle che si leggono in giro, non mi stupisco che anche altre donne abbiano avuto questo genere di esperienza e ormai si siano disinteressate alle review.
Anche gli swatch sono molto realtivi: la pelle, la luce, la reflex, il monitor, tutto contribuisce a rendere un colore un po' diverso e farsi un'idea rimane complicato.

Quindi io devo dare un'impronta un po' diversa al mio blog se voglio sperare di dargli un senso, un'utilità, se voglio poter credere che ciò che faccio abbia un fine costruttivo è non sia una mera vetrina. Lo faccio ma non è quello che cerca l'appassionata media che circola in rete. A nessuno interessa come si compone una palette di ombretti neutri, perchè l'appassionata si fa guidare dall'impulso del momento o dall'hype. A nessuno interessa come si valorizza un occhio tondo, perchè l'arabic dei close up di Instagram è più figo di una morbida sfumatura. A nessuno interessa come si realizza un trucco artistico perchè "non è portabile" (ma l'arabic sull'occhio tondo si??). A nessuno interessa il trucco moda perchè è stravagante, non valorizza (invece l'arabic sull'occhio tondo è fine). A nessuno interessano le scelte che vengono fatte per valorizzare le celebrity, sono troppo monotone e noiose (se facessero l'arabic invece...). A nessuno interessa veramente che cos'è un arabic, a chi sta bene, come lo si abbina, perchè nasce e perchè in certi contesti ha senso mentre in altri no. E' figo punto.

Insomma il circolo delle appassionate di make up che popola la rete vive in un mondo tutto suo, dove l'approccio è esclusivamente ludico eppure tutti i giochi hanno le loro regole, altrimenti c'è solo caos. E non dico che chi con il make up ci gioca e si diverte sbaglia, anzi! se non ci fosse una sorta di piacere quasi un po' infantile credo che l'uomo non sarebbe spinto verso l'atto creativo, e il trucco non è solo tecnica ma anche estro. Però essere creativi è la cosa più difficile al mondo e non parte dal nulla, ma da una serie di dati e conoscenze che la mente archivia e poi tira fuori, pronti per essere rielaborati in modo inedito. Senza conoscenza non si crea, si arranca. E per carità, non mi aspetto che tutti siano capaci di rielaborare e creare con i pennelli, io stessa ho fatto cose decisamente brutte se guardo certi lavori di tre o quattro anni fa e tutt'ora non sono soddisfatta al 100% delle mie cose, non mi aspetto nemmeno che tutte abbiano competenze tecniche avanzate visto che spesso si tratta di persone che nella vita fanno tutt'altro. 

Quello che mi amareggia è la piega che sta prendendo la concezione del make up nel web: non è valorizzarsi, non è creativo, non è nemmeno fashion ma è una moda di consumo che vive solo nel web:
- Gira un'immagine su instagram e la copio, ma per cosa era nata quell'immagine? era un close up fatto per catturare lo sguardo in rete, non sempre è utile ad altre finalità.
- Gira una video dove un viso è stravolto dal contouring? in pochi si rendono conto che il viso non sempre risulta migliorato.
- lanciano il rossetto grigio? è figo in un contesto stilistico particolare, sei certa di poter rievocare quello stesso mood?
Sono cose nate esclusivamente per far numeri, ovvero soldi e visibilità. Furbate che fanno leva sulla malleabilità delle persone poco preparate sull'argomento make up che si ritrovano a fruire passivamente tutto ciò pensando che invece sia buono e utile. Ed è una cosa che, ahimè, va a discapito anche di noi blogger che ormai, essendo anche noi animali che popolano la fauna di internet, godiamo di pessima fama nonostante ce ne siano tante fra noi degne di lode. E' diventato facile fare di tutt'erba un fascio. Ed è ingiusto perchè questo fenomeno dilagante non riguarda solo gruppi, blog e vlog amatoriali ma anche professionisti molto bravi che mettono in circolo tutorial imbarazzanti solo per soldi e visibilità. Il cane che si morde la coda.

Voi arrivati a questo punto starete pensando: "Annalì, ma che te frega? pensa alla tua strada" ma non mi è possibile. Perchè questa situazione influisce sulla mia vita di blogger e di truccatrice. Risulto ormai una blogger bacchettona, che vuole introdurre regole lì dove non esistono (lol), che sono "da uccidere" perchè commetto la barbarie di depottare i rossetti (manco fossero il Sacro Graal) e una truccatrice noiosa che si accanisce contro l'arabic e il contouring  patacca, che non capisce un tubo perchè sconsiglia la matita color burro, cavallo di battaglia di Clio Makeup  E ogni giorno mi ritrovo a dover lavorare su clienti persuase da ciò che circola su questi canali dove c'è troppo qualunquismo e disinformazione, a faticare nel convincerle a fare scelte più consone. O altrimenti a piegarmi al loro volere, che però diventa un cattivo biglietto da visita per me e un'occasione sprecata per fare portfolio. E in certi gruppi queste persone si fanno forza fra loro usando la medesima tecnica: non puoi commentare, far notare un errore e suggerire come evitarlo perchè sei cattiva, non capisci che è artistico (certe persone non sanno che arte è una parola che pesa come un macigno) o che è moda (ma basta seguire riviste e passerelle per capire che la moda attuale va in tutt'altro verso) e sbottano dicendo che non esistono errori tecnici e sono solo gusti, anche quando fai uno zigomo macchiato o metti un fondotinta troppo scuro. Tutto questo è la morte del make up, tutto questo non è passione perchè la passione ha fame di sapere, di conquista, di perfezione, tutto questo è solo una forma di consumismo applicato al mondo del make up. Tutto questo, se ami veramente il make up non ti lascia indifferente, ti manda in bestia.


So bene che forse queste mie parole potranno offendere qualcuno (specie chi popola certi gruppi Facebook) ma io sono diventata ormai intollerante, non riesco più a far finta di nulla e per forza di cose o mi ritrovo a scrivere filippiche come questa o a tacere, ma se taccio il mio blog continua ad affondare nel suo declino. Forse semplicemente dovrei tagliarmi fuori dai social e riconscere che mi fanno male, forse non sono più una buona blogger (ma lo sono mai stata?).

Tutto questo non vuole dirvi che il mio blog sta chiudendo i battenti, no. Almeno non per ora. Voglio solo informarvi riguardo il mio stato di blogger depressa e demotivata, anche un po' incazzata, che qualche volta risponde anche male alla gente perchè è frustrata da una condizione verso la quale si sente un po' impotente. Naturalmente questa mia condizione riflette sull'andamento del blog e bisogna aspettarsi che io continui ad essere poco attiva ancora per un periodo indefinito, sperando arrivino tempi migliori.

Continua...


mercoledì 20 gennaio 2016

Review Firmoo e consigli sul trucco occhiali

1 comment
Circa un mese fa Firmoo, un e-store dedicato alla vendita di occhiali low cost, mi ha dato l'opportunità di scegliere un paio dei loro occhiali a scopo valutativo.
Il sito è davvero molto interessante perché offre l'opportunità di avere occhiali nuovi senza dover spendere un patrimonio. Vi piace cambiare i vostri occhiali da sole graduati in base all'outfit? vorreste un paio di occhiali da vista colorati ma temete di non poterli abbinare a qualsiasi rossetto? vi piacerebbe osare una montatura particolare e trendy, ma avete paura di stufarvi presto? Firmoo è la vostra soluzione, perché permette di acquistare occhiali di qualsiasi genere spendendo poco e senza andare a discapito della qualità, offre l'opportunità di avere nel vostro cassetto più montature e sceglierle liberamente per giocare con il vostro look.

Ero molto in dubbio su quale montatura scegliere: vado sul classico occhialone nero che so per certo starmi bene o colgo l'occasione per cambiare un po'? provo una montatura colorata o decido di osare con una dalla sagoma particolare e "alternativa"? Il mio impulso iniziale è stato quello di puntare a qualcosa di un po' sopra le righe, poi mi sono resa conto che i miei vecchi occhiali sono piuttosto logori e potrebbero lasciarmi da un momento all'altro, così ho deciso di ordinare una montatura più vicina al genere che mi piace con un tocco di originalità piccino piccino, in modo di poterla sfruttare certamente.

Ho scelto dunque una montatura grandicella, che non stona con il mio viso piuttosto ampio, dalla sagoma un po' rettangolare, che bilancia il mio viso dagli angoli morbidi e tondeggianti. Il colore, e qui la novità, non è il solito nero/grigio scuro ma un viola prugna. Li avrei voluti blu, ma non trovando un blu che mi soddisfaceva ho scelto questo punto di viola per una serie di ragioni:
- essendo scuro e freddo non stona con i colori del mio viso
- dato che i miei rossetti vanno dal borgogna al rosso berry, toccando qualche fucsia, si abbinerà quasi sempre al mio trucco.
- non stride con i capi che indosso di solito
- essendo un colore non troppo acceso non spicca molto sul viso, risulta colorata ma discreta.


Qui li vedete indossati. Sono soddisfatta della scelta e devo dire sono migliori di quel che immaginavo. Forse avrei preferito fossero stati leggermente più piccoli ma anche così non mi dispiacciono affatto.

Come si sceglie una montatura su Firmoo?


Principalmente basandovi sulla montatura che avete già. Firmoo suggerisce che una differenza di 5mm sui vari diametri è accettabile, oltre può significare che se sono più lunghi sporgano un po' troppo oltre il viso, se sono molto più larghi potrebbero scendere eccessivamente sulle guance o comunque risultare sproporzionati se avete un viso minuto, se il nasello è molto largo potrebbero scivolare. Insomma armatevi di righello e misurate tutte le proporzioni, in modo che non avrete cattive sorprese.

Ora veniamo invece ad una questione complessa, sulla quale ricevo spesso domande ma non è mai facile dare risposte. Come si sceglie la montatura giusta per il proprio viso? ecco una serie di elementi importanti:

OSSERVATE  IL VOSTRO VISO



In linea generale, va ricordato che a chi ha un viso tondo, quindi con scarsa verticalità e dalle linee piuttosto morbide, le montature rettangolari ma non troppo strette aiutano a bilanciare il viso. Se inoltre la montatura è scura sopra e chiara sotto aumenta il senso di verticalità del viso. Un viso quadrato invece, con mascelle larghe e taglienti, risulterà più armonioso se sceglie una montatura ampia e ovale, dalle curve morbide e sinuose. Per un viso lungo e stretto, montature che si allungano con le punte un po' verso l'esterno, in modo da dare un senso di orizzontalità, idem per chi ha un viso a trapezio. Mentre al contrario chi ha un viso a cuore deve preferire montature minute e ovali, che assolutamente non sporgano.
Tutto questo ovviamente non basta, vanno tenuti presenti altri fattori: se hai un viso minuto una montatura molto grande sovrasta, al contrario un viso largo con una montatura piccola sembra ancora più largo. Inoltre, come accennavo prima, chi ha un naso sottile ha bisogno di naselli stretti altrimenti la montatura tenderà a scendere troppo.
Ricordate poi che potete dare ai vostri occhiali un senso correttivo anche per la forma dei vostri occhi: se avete occhi sporgenti una montatura che scende un po', tagliando un pochino la palpebra, aiuta a camuffare questa caratteristica. Invece una montatura che sale, tagliando un po' il contorno occhi, aiuta a camuffare le borse e se è strettina o ha un bordino poco largo aiuta a nascondere le zampe di gallina.


TENETE PRESENTE I VOSTRI COLORI NATURALI

La montatura nera non è universale. Il nero sta particolarmente bene alle ragazze more, se siete un po' più delicate, tipo castano chiaro con occhi azzurri, probabilmente una montatura grigia farà meno stacco sul vostro viso e risulterà meno invadente. Per le more dorate, dal sottotono dorato e i capelli cioccolato, le montature sul tartarugato scuro sono le migliori, mentre per le dorate chiare, con capelli miele e occhi verdi risulterà più delicata una montatura color cammello. Per le nordiche biondissime, la montatura migliore è di un colore medio chiaro e dai bordi molto sottili, come quella rosa malva della foto.



Altra domanda che ricevo spesso è: porto gli occhiali, come mi devo truccare? questa è una domanda che mi lascia un po' perplessa perchè in realtà il trucco occhiali non esiste. Il fatto che una persona porta gli occhiali va tenuto presente, ma non sempre è una cosa strettamente condizionante. Sicuramente chi porta lenti da presbite, che ingrandiscono l'occhio,  deve fare attenzione ad essere pulita e precisa quando si trucca:  mascara con zero grumi, matita/eyeliner molto sottile e senza sbavature, sfumatura molto delicata e curata. Inoltre se chi porta queste lenti ha occhi già grandi di suo urge un trucco correttivo che riduca un po' la dimensione: smokey delicato e kajal.
Al contrario, se le lenti sono da miopia l'occhio si rimpicciolisce, ma questo non implica sempre dover fare un trucco che ingrandisce l'occhio: nella foto indosso occhiali da miope e smokey, eppure i miei occhi non risultano affatto troppo piccoli/chiusi rispetto al viso. Questo dipende dai vostri occhi; se sono già un po' piccoli e la gradazione delle lenti è forte ha senso provare ad ingrandirli, altrimenti decisamente no.
C'è chi ritiene che le lenti facciano focus sull'occhio, mettendo molto in evidenza il trucco, io invece sono dell'opinione opposta: i vetri da miope un po' schermano e certe imprecisioni si vedono meno. E ritengo inoltre che per dare risalto da dietro le lenti, l'occhio vada ben definito con matita e ombreggiatura, in modo che lo sguardo non scenda in secondo piano rispetto all'occhiale. Bisogna anche fare attenzione però a non eccedere: una montatura è un elemento a contrasto aggiunto sui vostri occhi, calcare molto la mano significa realizzare un look che risulta forte: quindi si alla definizione, no alle righe troppo grosse e agli smokey troppo neri. E soprattutto no a ombretti troppo glitterati, i vetri (nonostante l'antiriflesso) già brillano di loro, aggiungere altri riflessi non è il caso.
Altra cosa a cui badare è che il trucco non vada oltre i bordi della montatura: smokey troppo estesi, righe di eyeliner troppo lunghe, no! è brutto a vedersi. Se ritenete che per il vostro occhio sia necessario un trucco che si estenda molto allora è il caso di comprare occhiali abbastanza grandi.
Infine va ricordato che il colore del trucco deve armonizzarsi con quello della montatura, necessariamente. Se avete occhiali in tonalità neutre il problema non si pone, ma se desiderate qualcosa di più colorato pensateci bene. Se una bionda dai colori freddi, che tende a truccarsi in toni rosati e a vestirsi in colori pastello decide di comprarsi una montatura lilla fa una scelta giusta, non incontrerà problemi. Se invece avete un guardaroba misto e vi piace variare nel make up conviene avere più di una montatura o sceglierne una sola di uno colore neutro.

Insomma il trucco occhiali comporta solo dover prendere delle accorgenze, il trucco va scelto comunque in base ai lineamenti della persona senza essere condizionato come forse si crede.
A presto ^_^



Continua...