Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


lunedì 14 marzo 2016

Trucco nero glitter

11 comments

Durante l'ultimo festival di Sanremo, data la noia del programma e il basso livello delle canzoni in gara, mi sono soffermata soprattutto a guardare i make up: osservavo la cantante di turno entrare sul palco e poi giravo canale XD
I look mi sono piaciuti un po' tutti, erano curati bene e in linea con i trend del momento, ma in particolare mi ha colpito quello di Laura Pausini: non è usuale vedere in televisioni trucchi così scenografici e secondo me il nero glitterato le stava molto bene, assai meno le labbra ultra matte rosa confetto e il fard un po' troppo a pomello, però nell'insieme il look era molto interessante.

Ho visto in giro un tutorial di questo trucco ma a mio avviso l'autrice lo aveva decisamente male interpretato, realizzando un morbido smokey grigio perlato invece che il trucco nerissimo compatto e opaco che è, arricchito da glitter applicati in secondo momento.
Così ho deciso di ricrearlo io, cercando di applicare poche modifiche.



Ho prima fatto una base di matita nera, poi vi ho applicato un ombretto nero opaco cercando di mantenerlo abbastanza netto nella forma, ho solo sfumato appena appena i bordi con del rosa (mi pare anche Laura ne avesse nella piega), in modo da far si che risulti piuttosto definito ma non grafico. Ho poi applicato un ombretto con glitter neri e argento ( Wycon Tiger Luxe 407). Il trucco di Laura aveva la rima inferiore più chiara e glitterata, ma per la forma del mio occhio, che non è certo a mandorla come il suo, non andava bene e ho dovuto modificare.
Fard rosa (Fleur Power di Mac), idem il rossetto (Please Me di Mac + vecchia matita 310 di Kiko)

Purtroppo, con le luci di casa e le mie scarse doti di fotografa, non sono riuscita a far rendere bene quanto fossero luminosi i glitter che ho usato, sembra tutto molto più spento e granellato ma dal vivo l'effetto era spettacolare.
Per gusto mio, avrei fatto la rima inferiore tutta scura e più opaca, mente per le labbra avrei scelto un colore più nude, più lucido e meno rosa, forse avrei solo aggiunto un gloss lattiginoso, come faccio di solito quando voglio indossare Please me, che assoluto è troppo pastello per il mio viso.
Per il resto è un trucco che mi piace e mi fa sentire a mio agio, portabilissimo da chiunque nelle grandi occasione perchè è scenico ma allo stesso tempo elegante.

Voi lo avete visto il trucco della Pausini in tv? cosa vene pare?

A presto ^_^
Continua...


domenica 6 marzo 2016

TAG: MAC Cosmetics The art of the lip (Italian version) #mactheartoftheliptag

10 comments
C'è stato un periodo della mia vita, durato circa un paio d'anni se non di più, in cui sono stata malata di rossettite acuta. La malattia ha toccato il suo apice quando ho cominciato a comprare qualsiasi genere di colore e di finish, incurante di come mi stesse realmente. In quel momento ho pensato di essere inguaribile, senza speranza. Poi, però, ho cominciato a capire di avere un bel po' di colori che non usavo perchè, gradualmente, ho capito che per uscire e sentirmi carina in realtà mi bastavano solo 5 o 6 tipologie di tonalità da sfruttare a seconda dei casi: un mlbb, un nude sul beige non troppo pallido, un fucsia non troppo chiaro e acceso, un rosso puro ma nettamente freddo, un rosso lampone scuretto e un paio fra prugna e borgogna scuri. Ho cominciato quindi la mia convalescenza acquistando solo rossetti delle tonalità citate, ma capirete subito che la gamma dei colori percepibili dall'occhio umano è limitata, e per forza di cose se compro più di tre o quattro tonalità di  rosso freddo finirò con l'accumulare rossetti dupe o comunque troppo somiglianti. Allora ho cominciato a sciogliere nel kit da lavoro i rossetti inutilizzati, altri li ho regalati, e da che avevo circa 150 rossetti ora, per uso personale, sono arrivata ad averne un terzo. Insomma sono fiera di me, 50 rossetti sono comunque molti di più di quanti ne avrei realmente bisogno ma  per un'ex rossettomane è un grandissimo traguardo. Certo delle volte cado ancora in tentazione, ma ormai è una cosa saltuaria e torno subito sulla retta via.
Quindi questo tag è parla molto di me e della mia storia truccosa, perchè tutt'ora amo teneramente i rossetti e anzi ora che sono truccatrice riesco anche a guardarli con occhi più tecnici e ad apprezzarli più profondamente (nonostante ne abbia brutalmente decapitati una quarantina per scioglierli in palette XD)

Le regole sono le seguenti:
1. rispondere alle domande
2. taggare Kiss & Make-up Beauty Blog come ideatrice e A lost girl (loves make up!) per la versione italiana (che tra l'altro ringrazio per il tag ^_^)
3. taggare almeno 3 blog
4. usare l’hashtag #mactheartoftheliptag


Andiamo avanti ^_^


1. Qual è il tuo rossetto MAC preferito e perché?




Credo che il mio preferito rimanga Dark Side, perchè su di me risulta un colore piuttosto naturale, perfetto per il giorno ma bello anche di sera con un trucco occhi anche piuttosto strong. Però sento il dovere di citarne altri quattro, così facciamo un quintetto: D for Danger, Runaway Red, LickableFashion Revival, ovvero rispettivamente un rosso scuretto, un rosso classico, un fucsia bilanciato e un prugna non troppo scuro. Con questi cinque ci faccio praticamente tutto perchè sono i colori della mia comfort zone, manca solo un nude per lo smokey ma quello - come spiegherò dopo - sono costretta a farlo di mescoloni.


2. Qual è il tuo gloss MAC preferito e perché?


Io li uso i gloss ogni tanto ma devo dire che ne ho pochi, perchè per come la vedo io basta uno trasparente su una base di matita per fare tanti colori. E, fra quelli in mio possesso, ne ho uno pesca e uno rosa malva (che uso solo per lavoro), ho uno beige lattiginoso sul genere nude, un color amarena, uno appunto trasparente, uno nero glitterato per effetti particolari e infine, il mio unico Mac, che è  Jet Boy, un Creamsheen limited edition color verde oliva con i riflessi oro. Non è una roba stramba, è molto delicato e fa uno scintillio adorabile, peccato abbia una pessima tenuta e in realtà è il mio proferito solo perchè è l'unico che ho. Come qualità i migliori gloss di Mac rimangono i Lipglass.

3. Qual è la tua matita labbra MAC preferita e perché?
Sicuramente Beet, sorry per tutte le altre quindici in mio possesso ma lei è l'amore *___*
Merita una menzione speciale Dervish, perchè è del colore preciso delle mie labbra e abbinata a rossetti nude sul beige esce un nude perfetto, che non cancella le labbra ma anzi le rende luminose.


4. Qual è il tuo prodotto labbra preferito tra quelli usciti in limited edition e perché?
Sicuramente Fashion Revival perchè mi sta veramente molto bene e ricevo tanti complimenti quando lo indosso. Ma credo sia giusto menzionare anche il meraviglioso Runaway Red, che adoro perchè profondo come Russian Red ma molto più freddo; il particolarissimo Ultramarine Pink, perchè un fucsia freddo e profondo ma brillante come lui al momento non esiste da nessuna parte, e infine Deeply Adored, un rosso scuro ma vivace che non ha nulla di simile nella permanente e meriterebbe un suo posticino, dato che è un colore tutt'ora molto amato e ricercato dalle compagne rossettomani.

5. Qual è il colore labbra MAC più audace che possiedi?



Io ho i lipmix di un po' tutti i colori, compresi giallo e azzurro. Valgono come colori audaci anche se li uso solo per creare roba più "ordinaria"? Fra i rossetti che uso regolarmente, ovvero che mi piace indossare con una certa frequenza e non solo in occasione di Halloween & Co., ritengo che per i miei standard sia decisamente audace Antique Velvet, un marrone scurissimo che su di me risulta quasi nero. Ha una gotica eleganza che mi incanta ogni volta. 

6. Qual è stato il primo prodotto labbra MAC che tu abbia mai acquistato?



Era di una limited, ce l'ho ancora e si chiama To Pamper ed è un tortora. Si, avete letto bene, proprio tortora. E non è una cosa strana considerando che i rossetti usati in quegli anni erano tutti sul beige, cappuccino, malva molto chiaro e grigio ecc. Ora non mi ci vedo proprio più e ne ho comprati di rossetti Mac sbagliati (Ruby woo, Party Parrot, Please me...) prima di scoprire la gamma di colori ideale per me.

7. Qual è invece l’ultimo che hai acquisito?
Ho preso Blankety con il Back to Mac, poichè mi serviva un nude molto chiaro e freddo ma non opaco e non grigio, da abbinare a matite labbra più scure per costruirmi un nude perfetto.

8. Qual è (o quali sono? XD) il prossimo in wishlist?
Attualmente non ho una wishlist personale, Ho comprato tutto quello che poteva starmi bene o quanto meno essere coerente con i look che avevo in mente, quindi aspetto fiduciosa le nuove collezioni sperando di trovare novità interessanti, dato che ultimamente Mac è diventata un filo ripetitiva nei colori proposti. Però in compenso ho un po' di cose da comprare per il mio kit da lavoro, in primis completare la gamma di rossetti per calde aggiungendo Mocha, Chili, Dubonnet e Retro. Poi voglio aggiungere qualcosina per le fredde con Brave e la matita Half Red e infine aggiungere qualche Creamsheen fresco come Tokyo Tizzy, Pretty Boy e Sweet Sakura.


9. Infine qual è il prodotto, il finish o il colore di cui non si parla mai e che vorresti avesse maggiore visibilità?
Innanzitutto io vorrei riabilitare tutti i finish che non sono matte, perchè opaco tiene bene, è elegante ma non è la scelta migliore sempre, su tutte e per qualsiasi look ed esigenza. Non va bene per le labbra secche, non va bene se si sceglie un look fresco (che io consiglio a tante, specie dopo una certa età) e non sono l'ideale se siete alla ricerca di un mlbb perchè i matte non si fondono bene con il colore naturale delle labbra. Spesso è bello anche portare solo un velo di colore delicato, dare un tocco più turgido e umido, e qui torna in ballo la versatilità di un Creamsheen. Non capisco nemmeno le reazioni inorridite dinanzi ai rossetti frost, alcuni sono bellissimi, altri nascono per il top e punti luce, ma il fatto che ora la moda si è rivolta verso altro non significa che quell'effetto sia brutto sempre e su chiunque. Infine vorrei ricordare che come rosso non esiste solo Ruby woo, che è assolutamente un bellissimo rossetto ma sulla maggior parte delle persone risulta molto ma molto bold: se la vostra intenzione è qualcosa di accattivante è una buona scelta, se invece cercate un rosso elegante Mac offre tante altre cose che si prestano meglio allo scopo. Andate oltre le mode e cercate di scoprire meglio la gamma.

Taggo:
So Fashion, Lara la Biche, Sviolinata Stonata
Continua...