Blog dedicato alla bellezza. Consigli, tutorial e novità dal mondo del Make Up.

Seguimi su FB

Follow Follow on Feedly

Contatti

Per contatti e
collaborazioni
scrivete a:
makeuppleasure@gmail.com
Android app on Google Play


sabato 1 aprile 2017

Quanto conta la skin care per la riuscita di un trucco? Chiarimenti e consigli.

1 comment
                                          Risultati immagini per skin care
Quando c'è da truccare è necessario provvedere ad uno step preliminare: preparare la pelle. In alcuni casi sono molto agevolata, ovvero quando la cliente viene già struccata e con una pelle ben detersa e idratata, allora mi basta applicare un buon primer leggero e idratante per poi iniziare direttamente a truccare. In altri casi devo far fronte a problematiche che son dovute a diversi fattori ma in verità il truccatore è limitato dinanzi ad essi, perché la pelle umana dei soggetti giovani si rigenera circa ogni 28 giorni, la pelle matura anche di più. Una singola applicazione di un prodotto non cambia la situazione, le cose cambiano solo ripetendo le applicazioni in modo continuativo nei giorni e a volte nemmeno basta, sono necessari interventi di specialisti del settore per ristabilire un equilibrio sano ed esteticamente apprezzabile. Perciò il compito del truccatore non è quello di fare trattamenti, ma solo quello di ottenere RISULTATI APPARENTI e fare in modo che la stesura dei prodotti sia ottimale, con  un risultato finale liscio e luminoso.
Non utilizzo prodotti eco bio. In primis perché credo abbia poco senso che io mi procuri creme e detergenti "verdi" quando poi il trucco che uso è tutto siliconico, secondo perché ho avuto in passato esperienze non proprio positive sui set, ovvero numerosi casi di reazioni allergiche e chiaramente ora non mi ci azzardo. Infine non è nella mia etica, chi ci tiene ad una skin care di un certo tipo potrà tranquillamente portare i suoi prodotti, cosa che io accolgo sempre con favore.

Quali sono le evenienze a cui devo far fronte?

PELLE MATURA
Nonostante quel che si dica in giro, la pelle matura non sempre necessita di creme molto ricche: questo è di solito vero quando ormai è senescente (quindi dai 70 in poi circa), ma sotto questa età mi capita di frequente di beccare anche pelli asfittiche e untuose, che hanno bisogno di fluidi leggeri e anche di fare qualche maschera sebo equilibrante di tanto in tanto. Ricordo che se è vero che una finitura del viso molto opaca invecchia, anche un viso molto lucido - per via di un gioco di riflessi - mette in evidenza i solchi del viso, è giusto cercare la via di mezzo ottimale e raccomando anzi in profumeria di non farvi fuorviare dalle commesse che vi dicono "lei ha 50 anni, ha bisogno di una crema ricca", ragionate soprattutto in base alle caratteristiche della vostra pelle. Ricca di principi antiage, quello si, ma non necessariamente grassa, specie per il giorno. Quindi io adotto tipologie di prodotti diverse per ogni singolo caso, intanto porto sempre con me qualche fiala effetto tensore, alcune più leggere come quelle di Collistar o Diego Dalla Palma, altre invece molto drastiche come le Instantly Ageless. Quest'ultime però sono molto costose e complesse da utilizzare bene, perciò le utilizzo di rado. Vanno maneggiate con cura perché se non applicate nel modo giusto facilmente l'effetto svanisce in pochi minuti invece che nelle 6/8 ore promesse.

Risultati immagini per lancome siero visionnaire
Questo lisciante ottico permette di attenuare le piccole rughette e lascia la pelle setosa, permettendo di lavorare il fondotinta in maniera ottimale anche quando la pelle non è più giovanissima. L'ho utilizzato moltissimo nelle prove trucco in profumeria e me ne sono innamorata, se non fosse per il prezzo molto elevato lo acquisterei senz'altro per le mie clienti.
                                   
PELLE SECCA
La pelle secca crea problemi notevoli alla realizzazione di una buona base: il fondotinta non si stende in modo uniforme ma si "attacca" alla pelle creando chiazze, inoltre la pelle sembra ingessata e screpolata, anche applicando strati di prodotti leggeri l'effetto è sempre pesante ed evidente. L'unica soluzione è quella di applicare come base una crema idratante molto densa e a base di paraffina. Perchè la paraffina? perché ammorbidisce e liscia otticamente la pelle e inoltre crea una sorta di strato barriera che aiuta il fondotinta a mantenersi compatto, senza che venga "risucchiato" dalla disidratazione della pelle. Io mi trovo bene con la Embryolisse, è il top sulle pelli senescenti desquamate ma ottima anche per le pelli giovani, specie quando la stagione invernale la mette a dura prova. Per le zone molto critiche, come i nasi screpolati post raffreddore,  io mi trovo bene anche con la Fast Response di Mac, che in realtà è una crema nata per sgonfiare le borse dovute alla stanchezza ma è efficace anche a lisciare la pelle arida e persino a rimpolpare qualche piccola rughetta.
Se il tempo c'è ed è un evento importante, come ad esempio un matrimonio, posso decidere di fare una maschera idratante in tessuto che mi permette di ottenere un effetto morbidezza istantaneo e stendere il fondotinta con molta più facilità.


Risultati immagini per embryolisse
La famosa Embryolisse, utilizzata come base per pelli secche dai truccatori di tutto il mondo, non è altro che  un concentrato di paraffina formulato con un finish ultra sottile. Non è un prodotto per l'uso quotidiano ma è una mano santa quando la pelle e molto screpolata ma si desidera ottenere comunque una base impeccabile.
                               
Pratica, economica e senza risciacquo. Lascia la pelle immediatamente più morbida e luminosa, fa quel che promette.
                                           
PELLE GRASSA
La pelle grassa tenderà inevitabilmente a lucidarsi. Chi ha questo problema non può aspettarsi il miracolo, utilizzando un buon primer e il fondo adatto si limitano i danni ma sarà comunque necessario portare in borsa qualche velina e una cipria. In questi casi provvedo senz'altro ad una detersione che sgrassi la pelle senza aggredirla, semplicemente utilizzando dell'acqua micellare, poi ricorro a creme molto leggere come la Biotherm Aquasource specifica per pelli che tendono a lucidarsi, che oltre ad essere molto leggera e fresca lascia anche un leggero effetto opacizzante. L'ideale sarebbe se la cliente, prima di venire da me, facesse una buona maschera all'argilla, che siccome necessita di essere risciacquata con cura difficilmente ho modo di poterla fare io.

Viene venduta per pelli normali/miste ma in realtà la consiglierei esclusivamente per pelli miste/grasse, o come base per le giornate molto calde. Leggera e fresca come un gel, si assorbe immediatamente, opacizza un pochino e aiuta nella stesura del fondotinta.
                                           
Risultati immagini per l'oreal maschera detox
Periodicamente una maschera all'argilla aiuta a mantenere il controllo del sebo. Questa di L'Oreal l'ho trovata molto buona
                                           
STRUCCARE
Nonostante io raccomando di venire già struccate in realtà molte non lo fanno perchè avvertono disagio ad uscire di casa senza neanche un po' di mascara e fondotinta. Spesso poi chi viene struccata non l'ha fatto nel modo giusto e perciò mi ritrovo la pelle ancora un po' impiastrata di fondotinta e occhi che colano residui di mascara. Il mio struccante preferito in assoluto è l'Acqua Micellare, in particolare la Bioderma, perché è delicata ma allo stesso tempo efficace. L'acqua micellare è comoda perché non necessita risciacquo, è pure un buon detergente che io utilizzo anche quando semplicemente voglio rimuovere un po' di eccessi di sebo o comunque dare una rinfrescata alla pelle. Il Bifasico invece lo uso raramente perché meno comodo (causa residui oleosi), ma mi conviene averne sempre una travel size perché è l'unica soluzione efficace per rimuovere le tinte labbra. Quando sul viso c'è molto fondotinta solo il latte detergente rimuove bene e in modo delicato ma poi devo curarmi di ripulire bene il viso: spruzzo acqua termale in abbondanza e con movimenti delicati porto via il prodotto con una velina, infine completo passando del tonico. Le salviette a volte irritano  e perciò le uso solo se ho da rimuovere poco prodotto.
Risultati immagini per bioderma
Usata su tutti i set del mondo, è famosa per essere un'acqua micellare delicata ma molto efficace. Rimuove bene anche il mascara waterproof
                               
RIMUOVERE LE CELLULE MORTE
Io fino ad una decina di anni fa il fondotinta non lo usavo, quando ho iniziato mi sono accorta che la mia pelle aveva dei problemi: qualsiasi fondo mi portava ad una sorta di desquamazione, la pelle si sollevava e screpolava come una vecchia tela. Pensando fosse un problema di secchezza provai tutte le soluzioni idratanti e nutrienti possibili ma senza risultati. Solo utilizzando prodotti di esfoliazione, sia meccanica (le spazzole elettriche tipo Clarisonic o Foreo) che chimica la mia pelle è rinata e finalmente sono riuscita a risolvere il problema dei fondotinta screpolati, screpolature che erano soltanto strati di cellule morte sollevate. Questo, però, è un genere di problema che si risolve con il tempo e la costanza, il truccatore può farci poco. Io a volte do una passata di esfoliante chimico blando come la Clarifying Lotion di Clinique, che se usata con continuità dà effetti formidabili ma anche con una singola passata liscia abbastanza le pelli ruvide e inspessite.

Risultati immagini per clinique clarifying lotion 2
La Clarifying lotion di Clinique è il tonico delle Tre Fasi di Clinique e ha una leggera azione esfoliante. E' possibile acquistarlo in diverse tipologie 1 pelli secche 2 pelli normali 3 pelli miste 4 pelli grasse. Di recente ne hanno aggiunto anche uno per pelli sensibili.
                                         
Quindi in sostanza tutto ciò che viene fatto è al fine di un risultato immediato che possa far fronte alle difficoltà del momento. Sta a voi, specie in prospettiva di un grande evento ricordare quotidianamente, almeno un mese prima, di prendere determinati accorgimenti:

- BERE TANTO: sembrerà banale ma non lo è. Avete mai notato come perdendo tanti liquidi, in occasione di un'influenza, la pelle diventa secca e ruvida? Lo stesso accade bevendo poco.

- PROTEGGERSI: perchè le asiatiche hanno una pelle magnifica anche in età matura? perchè si proteggono. Non è nella cultura italiana tutelare il candore con ombrellini e protezioni 50+, ma sicuramente abbronzarsi poco e gradualmente è la cosa ideale. I danni del sole sulla pelle sono enormi: velocizza l'invecchiamento, causa macchie che spesso non vanno più via, danneggia lo strato corneo dandogli un'aspetto "cotto" che spegne la luminosità dell'incarnato, aggredisce la pelle e provoca iperseborrea, inaridisce, espone al rischio di melanomi. Vale la pena per un po' di tintarella in più? non credo proprio. Proteggere anche dal freddo forte, in montagna le vostre normali creme da trattamento potranno rivelarsi inefficaci e serviranno prodotti specifici indicati per il clima particolarmente rigido.

- DETERGERE, TONIFICARE, E IDRATARE: ripetere questi tre passaggi due volte al giorno, mattino e sera. Una detersione più accurata la sera, per rimuovere trucco e lo sporco esterno, e una più leggera al mattino per rimuovere sebo e sudore che si depositano nella notte. Il tonico serve a rimuovere dalla pelle il calcare e a ripristinare il ph leggermente acido che serve alla pelle a difendersi dall'esterno. La crema, infine, aiuta a mantenere idratazione e morbidezza dell'epidermide che, essendo non vascolarizzato, ha bisogno di un piccolo aiuto da parte nostra per mantenere un aspetto radioso.

- ESFOLIARE: ci sono molti metodi oggi giorno, sia chimici che meccanici come quelli già citati e sono entrambi più o meno efficaci a seconda dei soggetti. Ciò che invece mi sento di sconsigliare è l'esfoliazione del viso tramite scrub perchè trovo che se molto delicati risultano inefficaci, se più incisivi rischiano di aggredire la pelle apportando benefici solo apparenti e momentanei

- USARE I PRODOTTI GIUSTI: Usare i prodotti giusti significa utilizzare prodotti che 1 abbiano il giusto dosaggio di principi attivi 2 siano  formulati con cura. Attenzione che principi attivi non vuol dire prodotto bio, un prodotto può essere bio e allo stesso tempo vuoto o pesante, specie quando si pensa ad alcuni prodotti di fascia molto economica: le materie prime buone e l'attenzione per la ricerca hanno un costo, ciò implica che se paghi 3€ o 5€ per una crema non compri un prodotto di qualità. Allo stesso tempo non è detto che un prodotto molto costoso sia eccezionale, ci sono creme high brand che hanno una composizione identica a creme di fascia media, che costano meno della metà. Quindi attenzione, informarsi bene prima di acquistare.
Altro aspetto importantissimo è scegliere il prodotto facendosi due domane: per che tipo di pelle è indicato? è da giorno o da sera? va bene per la mia età? è per uso quotidiano oppure no? posso usarlo assoluto sulla pelle o necessita di essere miscelato?
Sembreranno cose ovvie ma in realtà non lo sono: molto spesso ho incontrato donne con la pelle secca usare creme per pelli miste/grasse, o ragazze molto giovani appesantirsi con prodotti destinati a pelli mature, o ancora persone che di giorno si ritrovano unte causa l'utilizzo di creme da notte come base trucco, o un uso troppo costante di prodotti aggressivi, fatti per essere usati sporadicamente...Insomma meglio parlarne.

Tutto ciò semplicemente per far presente quanto è importante prendersi cura della pelle: lì dove ci sono problematiche irrisolte il truccatore è impotente, sta a voi iniziare ad utilizzare la giusta routine, magari facendosi consigliare da uno specialista.

A presto ^_^

Commenta con Facebook:

1 commento :

  1. Ho apprezzato molto l'articolo. Personalmente, credo di avere la pelle mista, con zone per lo più grasse e altre un po' secche, ma inizio a pensare di avere un problema simile a quello che avevi tu riguardo le cellule morte perché in alcune zone il fondotinta tende a fare effetto squamato e in tutta onestà, lo ammetto, non sono neanche una che fa molto spesso scrub viso... Devo proprio iniziare ad utilizzare una spazzola per la pulizia del viso!
    P.S. Concordo in toto soprattutto con quanto detto sull'abbronzatura, nonostante io soffra, tra le altre cose, di una grave carenza da vitamina d XD Purtroppo in Italia la cultura della pelle candida e protetta dal sole non esiste e ogni estate, abitando in una splendida zona marina, me ne rendo conto. Abbronzature selvagge e rossetti fucsia vanno per la maggiore!

    RispondiElimina